Episodi o strategia in atto?

Pagina 11 di 12 Precedente  1, 2, 3 ... , 10, 11, 12  Seguente

Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Mer 04 Apr 2018, 09:15

"Per Vladimir Punti il difficile comincia ora". 

che frase stupida, caro Giordano Stabile, e proprio per le ragioni che adduci subito dopo: «Ha vinto la guerra in Siria, salvato l’alleato Bashar al-Assad, aperto la strada, con misto di brutalità e astuzia, alla riconquista di due terzi dei territori da parte dell’esercito del regime. I principali rivali del raiss sono in ginocchio: l’Isis respinto in qualche remota area nel deserto, Al-Qaeda assediata nelle campagne di Idlib, i ribelli moderati cacciati da Aleppo, Damasco, Homs, deportati e posti sotto l’ombrello turco, dove possono attaccare sì i curdi ma non hanno più l’autorizzazione a condurre offensive contro i governativi».

La parte difficile è sicuramente stata quella prima, quando ha investito su un Assad ormai dato per sconfitto. E' chiaro che la politica sia sempre difficile, ma non solo per Putin. E' difficile anche per chiunque altro sia coinvolto in un tale conflitto, specie se è stato sconfitto sul campo e marginalizzato con la diplomazia.

Si è iniziata questa guerra per distruggere la Siria, ed in parte ci si è riusciti, ma la Siria ha trascinato con se la Turchia, costretta a prendere le distanze da Washington, a causa della politica americana verso i curdi. Non si potevano accontentare, gli americani, delle basi in Turchia e nel Golfo Persico o in Europa? Che necessità avevano di basi anche in Siria ed in Iraq? Il volersi allargare troppo ha comportato queste sconfitte, e tra tutte, la perdita della Turchia è quella più grave, essendo una nazione potente che aspira storicamente al dominio, o quanto meno all'influenza sulle regioni del Medio Oriente, avendo anche bisogno, per il suo sviluppo, di gas e petrolio. Ecco, adesso si parte proprio da qui, dall'alleanza russo-turco-iraniana che si va configurando e che tende a mettere in sicurezza, Siria e Iraq, costituendo un blocco con i paesi del sud ovest asiatico, ex Unione Sovietica.

http://www.lastampa.it/2018/04/04/esteri/ecco-come-russia-turchia-e-iran-cercano-di-spartirsi-la-siria-ognDG3XAyTfFfHFFZP62FI/pagina.html
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Mer 04 Apr 2018, 10:23

Interessante questo articolo di Paolo Mastrolilli

La notizia era già stata data, ma lui da bravo giornalista l'ha completata mettendo in risalto il fatto che vi siano altri poteri forti, oltre quelli del Presidente, che spesso finiscono per prevalere. E' da tanto che il Pentagono, frenato da Obama, freme per un suo ritorno all'azione. D'altra parte, avendo 1700 basi nel mondo, pensa solo a come mantenerle e ogni rinuncia o abbandono è per quelli del Pentagono, una sconfitta. Un Presidente può essere meno legato a questo o a quel gruppo di pressione, perciò succede che nei limiti dei suoi poteri possa prendere decisioni diverse e con finalità che non riguardano solo una lobby - quella dei militari, in questo caso - ma il paese, e la sua sicurezza, che non è fatta solo di basi e muscoli, ma anche di politica e di accordi, nel loro intreccio complesso.

http://www.lastampa.it/2018/04/04/esteri/trump-pensa-al-ritiro-ma-il-pentagono-frena-GFy9BCJTUeIAIWb0E72IaN/pagina.html
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Gio 05 Apr 2018, 19:41



Al-Jazeera: Trump ha chiesto soldi ai sauditi per mantenere i militari USA in Siria


Mercenari al soldo dei sauditi: mica male per uno stato che si picca di avere un impero. Così i sauditi continueranno a pagare sia gli americani che i terroristi di mezzo mondo e tutto continuerà come prima.

A me come italiano non sta bene di avere una guerra sulle porte di casa al solo scopo di destabilizzare il Medio Oriente. Non mi sta bene perché con la pace tutto il Meridione d'Europa ne trarrebbe grandi vantaggi dalla crescita dell'Africa del nord e dell'Asia che ci è più vicina. La strategia della tensione, perché di questo si tratta, indebolisce anche l'Europa, e l'Italia in particolare. 

https://it.sputniknews.com/politica/201804055858995-Arabia-Saudita-Medio-Oriente-ISIS-geopolitica-Damasco-Assad/
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Ven 06 Apr 2018, 19:46

Qualche notizia intorno all'argomento della Strategia...

https://it.sputniknews.com/mondo/201601301996047-armi-russia-scioccano-occidente/

Pare che i russi si armino quanto basta per stare in campo. Non si capisce quale sia lo sviluppo interno dell'hardware informatico che sta alla base di molti sistemi d'arma. Adesso che la Cina è super sviluppata in quel settore, credo che non abbia problemi ad approvvigionarsi. Per il software invece, sembra che si difendano bene...
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Gio 12 Apr 2018, 14:17

La NATO considera l'uso di armi chimiche
come una minaccia alla pace e alla sicurezza
internazionali. I responsabili devono essere
ritenuti responsabili. Dobbiamo proteggere il
divieto dell'uso di armi chimiche -
@jensstoltenberg
la pericolosità di quel conflitto


Giusto! Anche l'uso delle bugie come nel passato è stato con le armi di distruzione di massa di Saddam o per lo scontro del Tonchino col Vietnam, minaccia la sicurezza e la pace. I bugiardi non cessano mai di dire le bugie, anzi, diventano così bravi che in astinenza, le costruiscono.

Per come si è sviluppata questa campagna mediatica, c'è da credere che siano stati i servizi inglesi ad avvelenare la spia russa, proprio in concomitanza al falso bombardamento con i gas in Siria e proprio per elevare il livello del conflitto. I russi, che stanno producendo armi a sufficienza per se e per il mercato degli armamenti, in concorrenza con GB e USA, gli stessi russi che contendono a GB e USA basi e approdi nel Mediterraneo, stanno diventando una minaccia per la loro politica di dominio imperialista, dato che neppure l'uso del terrorismo li ha salvati dalla sconfitta in Siria ed in Iraq. Da quel che si vede adesso sono ad un bivio, dato che i russi mostrano di non piegarsi alle loro minacce. O scatenano un conflitto contro la Russia e l'Iran, in Siria, correndo il rischio che il conflitto si estenda alle coste inglesi ed alle città americane, oppure devono abbassare i toni e andarsene da quel teatro di guerra che ha ormai visto la loro sconfitta.

Bene fanno i tedeschi a dichiarare che non interverranno in Siria, e così sarebbe meglio facessero i francesi.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Ven 13 Apr 2018, 06:54

Analisi molto semplice, ma fondata di Liao Baizhi:

https://it.sputniknews.com/mondo/201804125882648-esperto-cinese-usa-siria/
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Ven 13 Apr 2018, 07:04

avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Ven 13 Apr 2018, 07:18

Non che sia molto importante ....
Siria, ora il Pentagono frena Trump
«Evitare l’escalation fuori controllo»

http://www.corriere.it/esteri/18_aprile_13/trump-attacco-siria-pentagono-7433d65c-3e98-11e8-adb3-f3dc0ac87621.shtml

Come spesso ho detto: i militari americani, amano lavorare per mantenere le loro 1700 basi nel mondo, ed i soldi del loro budget stratosferico (700 miliardi di dollari che danno da mangiare ad una ventina di milioni di persone, negli USA), ma se si tratta di subire sicure perdite, allora ci ripensano.

Gli obiettivi di ritorsione, questa volta sarebbero stati le navi, i porti e gli aeroporti da cui sarebbero partiti gli l'attacchi. Un autentico disastro ed una strada spianata verso un conflitto da D-day, non più evitabile.
Con Trump, siamo alla Crisi cubana, a parti invertite. Qui è Trump che prende il posto di Kruscev e Putin quello di Kennedy, ma il pericolo è lo stesso, con armi ancora più sofisticate.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Ven 13 Apr 2018, 16:13

13/04/2018 17:37
Siria, Guterres: rischio escalation
  17.37                                 
 Siria, Guterres: rischio escalation    
 "La Guerra Fredda è tornata", il gelo  
 tra Mosca e Washington si ripresenta   
 con una differenza "il meccanismo e le 
 salvaguardie che in passato esistevano 
 per gestire i rischi di una escalation 
 non sono più presenti".                


 A sottolineare il rischio di "un'esca- 
 lation militare si grande scala è il   
 segretario generale dell'Onu, Guterres,
 parlando della vicenda siriana.Per que-
 sta ragione, sollecita i Paesi ad "agi-
 re responsabilmente in queste rischiose
 circostanze".  
!!! Guterres mi sembra un po un fanfulla, così che non si riesce a capire cosa dica quando parla. Dica chi debba agire responsabilmente con nome e cognome: se c'è stato il bombardamento col gas, accusi la Siria o i ribelli, e se non c'è stato, accusi chi lo ha simulato e ci dica anche per quale scopo è stato simulato!!!

13/04/2018 17:58
Siria,Mosca:prove 'messinscena' attacco
  17.58                                 
 Siria,Mosca:prove 'messinscena' attacco
 Il ministero della Difesa russo dichia-
 ra di "aver trovato le persone che han-
 no preso parte alla messinscena dell'  
 attacco chimico", che ci sarebbe stato 
 a Duma, in Siria, lo scorso 7 aprile.  


 "Siamo certi che dal 3 al 6 aprile sui 
 rappresentanti dei cosiddetti Caschi   
 Bianchi sono state fatte fortissime    
 pressioni da Londra perché realizzasse-
 ro il prima possibile la provocazione  
 che era stata già preparata", ha detto 
 il portavoce del ministero. "Lo scopo  
 era indurre gli Usa a colpire la Siria"
 e aggiunge di avere "diverse prove". 

!!! come la mettiamo con queste accuse? Gli USA dovrebbero colpire l'abitazione del Primo Ministro inglese, per aver mentito sapendo di mentire. Per non parlare del caso della spia russa avvelenata, ora lo abbiamo capito, dagli inglesi, in preparazione della messa in scena nel Ghouta. Fortuna nostra che se ne siano andati dall'Europa, erano solo d'impaccio!!!
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Ven 13 Apr 2018, 20:04

https://it.sputniknews.com/mondo/201804135886372-Ministero-difesa-girato-video-siria-chimiche-armi/

Il filmato già drammatico di per se, spiega i contenuti della messa in scena organizzata per alimentare il conflitto stesso, che a Ghouta con la ribellione sconfitta, si andava spegnendo!

https://www.facebook.com/it.sputnik/videos/1795094917209963/
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Gio 19 Apr 2018, 08:20

La Stampa fa rientrare Renzi, non si sa a quale titolo, visto che è Martina, per ora, il segretario del PD. E poi, così in fretta l'ipotesi di un governo M5S- PD... Perché non sei mesi, come in Germania, e con un referendum tra gli iscritti del PD..., e magari anche tra quelli grillini! Se lo devono rimangiare un po di fango e di vaffa! In fondo, se non interessava loro il paese, quando facevano opposizione, perché dovrebbe interessare al PD, visto il riscontro elettorale che ha avuto.

http://www.lastampa.it/2018/04/19/italia/governo-ipotesi-mspd-la-palla-passa-a-renzi-iBkNu5Fqht9Xb5aW5iaTrO/pagina.html

Insomma, una brutta ripartenza grazie anche alle politiche di Renzi che ha rottamato la parte migliore del PD, se si esclude D'Alema.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Gio 19 Apr 2018, 09:23

le prospettive indicate da Giorgio Da Gai sono terribili e foriere di guerre civili, perchè per costruire qualche cosa di nuovo, occorre prima frantumare.
Quindi non auspico senz'altro questa prospettiva rivolta a costruire un impero disumano sulle ceneri di una speranza nata dopo il disastro della seconda guerra, che a questo punto, pare dimenticata.

https://it.sputniknews.com/opinioni/201804185908403-kerneuropa-attore-che-potrebbe-dividere-italia/

Questo articolo potrebbe entrare nella discussione sull'Europa, ma ha un impatto così esteso a livello mondiale che merita di stare qui.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Gio 19 Apr 2018, 18:45

19/04/2018 18:41
Mosca: "A Ghouta cloro made in Germany"

 "Nei territori liberati della Ghouta   
 orientale le truppe del governo siria- 
 no hanno trovato contenitori con cloro,
 di fabbricazione tedesca e anche can-  
 delotti fumogeni,fate attenzione,dalla 
 città inglese di Salisbury".Così da    
 Mosca la portavoce Zakharova. "Questo  
 fatto è spaventoso e mina la fede nel- 
 l'umanità di alcuni stati".            

 Sallisbury è la città dove è stato av- 
 velenata con il nervino la spia Skipral
 di cui Londra accusa Mosca;il presunto 
 attacco chimico a Ghouta ha fatto scat-
 tare il raid di Usa,Gb, Francia. 

Era così anche se i russi non ce lo raccontavano. Lo avevamo capito. Molti hanno fatto finta di niente perché gli stava bene così. 

Non capisco i tedeschi... anche se sotto sotto fanno una politica di penetrazione commerciale in Arabia, visto che gli vendono anche le bombe con cui bombardano lo Yemen.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Sab 21 Apr 2018, 18:58

21/04/2018 18:43
Telegraph: trovati avvelenatori Skripal
  18.43                                 
 Telegraph: trovati avvelenatori Skripal
 Identificati,dalla polizia e dai servi-
 zi segreti, i principali sospettati del
 tentato omicidio dell'ex spia russa    
 Sergei Skripal e di sua figlia Yulia.  
 Lo scrive il Telegraph.                

 L'anti-terrorismo sta "costruendo" un  
 procedimento contro "persone di inte-  
 resse", che pensano, però, siano già   
 tornate in Russia. Al giornale britan- 
 nico è stato riferito di "un importante
 passo avanti nell'individuare le perso-
 ne chiave sull'attacco" al nervino.Uti-
 le la sorveglianza a Salisbury per ri- 
 salire alle targhe di auto sospette.

La storia non sta in piedi! Continuano ad alimentarla perché non devono ancora aver finito ciò che hanno in mente. Adesso, dopo più di due settimane, dicono che è stata utile la sorveglianza a Salisbury. Ma cosa hanno fatto prima che impedisse loro di costruire quelle incriminazioni, visto che il Primo Ministro vantava di sapere già tutto.

Credo che faccia bene Putin a dire: visto il collegamento con il falso bombardamento al cloro in Siria, potrebbe essere stata la May ad ordire quell'avvelenamento.
Gli inglesi mantengono un profilo da colonialisti, persino superiore ai francesi, ed è così che combinano disastri nelle loro ex colonie o protettorati, in competizione ai terroristi islamici patrocinati dal loro alleato: l'Arabia Saudita.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Lun 23 Apr 2018, 20:38

Caso Skripal, analisi di un potenziale signore della guerra, il Generale francese AWARDE Dominique, che è l'autore dell'articolo

Concordo perfettamente con l'analisi del Generale francese AWARDE Dominique, che conosce molto bene il sistema, visto da dentro e sa come si organizzino certe messe in scena.

https://www.polemia.com/affaire-skripal-analyse-bobard-guerre/

Per chi non sa il francese, se riuscite a farvelo tradurre dal vostro browser, è uno spasso.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Sab 28 Apr 2018, 08:18

27/04/2018 21:10
Trump: massima pressione su Nord Corea
  21.10                                 
 Trump: massima pressione su Nord Corea 
 Il presidente Trump si è detto "inco-  
 raggiato" dall'incontro tra i due lea- 
 der coreani,ma ha chiarito che la linea
 non cambia:"Resta la massima pressione"

 Parlando nella conferenza stampa con la
 cancelliera Merkel, Trump ha ribadito  
 che "l'Iran non avrà armi nucleari".Poi
 la richiesta che "gli alleati Nato au- 
 mentino i contributi per la difesa e   
 onorino l'impegno a devolvere il 2% del
 Pil a spese militari". "Con Merkel sono
 impegnato a ridurre le barriere per l' 
 export Usa e rafforzare i legami com-  
 merciali.  Wto non ci ha trattato bene"

Povero scemo! La Corea del Nord ha approfittato della porta aperta del Sud per questa apparente distensione che disarma proprio l'America di Trump che di distensione non ne ha proprio bisogno ed è costretta a fare buon viso a cattivo gioco.

E' difficile che cambi, nel medio termine, il regime di Pyonyang. Due regimi così distanti tra loro, con una frontiera chiusa per ovvi motivi, non possono che restare in conflitto, nonostante le "porte blindate" si socchiudano a comando. D'altra parte, anche la Corea del Sud vuole liberarsi dalla presenza ingombrante dello stato gendarme che sono anche da loro, gli Stati Uniti. Così approfitta della distensione vera o finta che sia, con Nord, che alleggerire le tutele, che si rafforzano invece, con la minaccia del conflitto.

Certo che l'Iran non avrà armi nucleari, a patto che sia la Russia a tutelare la sua incolumità, visto che l'Europa potrebbe cedere e confluire sulla linea aggressiva degli Stati Uniti, al primo stornir di fronde.

Così, tra guerra in Siria e trattato sul nucleare gli USA hanno provocato l'aumento dell'influenza iraniana nel Medio Oriente, che viste le necessità russe, in quel settore, non potranno che aumentare.

Da una parte c'è Trump lo scemo, dall'altra ci sono i poteri industriale-militare che hanno tutto l'interesse a tenere alto l'investimento in armamenti e politiche militari, così che la tensione, insieme al PIL bellico non potrà che aumentare. Obama, che certe cose le aveva capite, teneva un profilo basso. Non potendo invertire quella tendenza, almeno la controllava. Anche Clinton si era comportato a quel modo, mentre sua moglie, se fosse diventata presidente, sarebbe stata un Bush III, proprio perché non aveva spirito democratico e pacifista, ma uno spirito conservatore e aggressivo, comune a tutti i deboli di spirito.

L'Europa? Anche se percentualmente spende meno degli USA, in armamenti, spende comunque cinquecento miliardi di euro, che sono molto vicini ai suoi seicento miliardi di dollari. Quindi, non si lamenti, e speri che quelle armi non si debbano mai rivoltare contro la sua prepotenza. Se tira troppo la corda, potrebbe anche succedere.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Sab 28 Apr 2018, 14:31

L’amara verità dietro i sorrisi
(si parla della Corea)

http://www.lastampa.it/2018/04/28/cultura/lamara-verit-dietro-i-sorrisi-nODyb75GBAHs9NTd0yeYbO/pagina.html

non vedo grandi problemi, se si fanno parti uguali:

La Cina sta in Cina e gli USA se ne stanno negli USA. A quel punto le atomiche americane che si trovano in Corea del Sud, tornano negli USA, mentre le atomiche di Pyonyang vanno in Cina, insieme alle apparecchiature di produzione e ai missili balistici.

La Cina e gli USA garantiscono per i loro alleati, che potranno intensificare i loro rapporti, al livello che vorranno, senza che nessuno chieda cambiamenti di passo o di regime.

Più semplice di così!

La questione è che gli USA sono uno stato imperialista che vuole avere basi ovunque, per influire sulla scena mondiale, e pertanto, non accetteranno nessun progresso nei rapporti tra Coree del sud e del nord.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Dom 29 Apr 2018, 16:20

29/04/2018 16:50
Merkel-Macron-May, stop dazi Usa
  16.50                                 
 Merkel-Macron-May, stop dazi Usa       
 "Gli Usa non devono prendere alcuna    
 misura commerciale contro l'Ue, altri- 
 menti l'Ue sarà pronta a difendere i   
 propri interessi nel quadro delle rego-
 le del commercio multilaterale".Lo han-
 no concordato in una telefonata i lea- 
 der di Germania, Francia e Regno Unito.

 I tre hanno anche ribadito di sostenere
 l'accordo sul nucleare iraniano rite-  
 nendolo lo strumento più adatto per im-
 pedire a Teheran di sviluppare armi nu-
 cleari. Ma non escludono un nuovo ac-  
 cordo allargando ai missili iraniani.  
 Trump deve decidere entro il 12 maggio.

Abbiamo degli statisti europei che non chiudono mai la porta completamente,lasciando sempre uno spiraglio in cui chiunque possa intrufolarsi. Anche questa è una tecnica flessibile, se vuoi incastrare qualcuno tra la porta e lo stipite, ma si trasforma in servilismo se la porta socchiusa la si lascia proprio per invitare qualcuno ad entrare di nascosto.

Per fortuna, l'Iran, che altrimenti sarebbe solo ed indifeso, ha trovato la Russia disponibile a fornirgli ogni mezzo necessario. Non sono i missili che servono per bombardare qualcuno, ma gli anti missili si, ed in un certo contesto possono persino diventare più utili, contro missili, navi ed aerei, visto che le forze di terra non mancano.

Come andrà a finire questa storia... non finirà e per cento anni almeno l'Iran sarà nemico degli Stati Uniti, degli inglesi e dell'Arabia Saudita, che ne minacciano l'indipendenza fisica e quella ideologica. In fondo, l'imperialismo è peggio di una democrazia religiosa.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Dom 29 Apr 2018, 16:59

Interessante questo articolo che osserva gli iraniani

http://www.analisidifesa.it/2017/04/il-grande-gioco-iraniano-in-siria/

A mio avviso dovrebbero fare studi analoghi anche su come vedono i francesi, gli inglesi e gli statunitensi, nei confronti dell'Iran e della Siria.

Ma con il reverse ingineering lo si capisce bene lo stesso.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Mar 01 Mag 2018, 16:47

01/05/2018 14:50
Iran,Aiea:no indizi di bombe dopo 2009

 L'Agenzia internazionale per l'energia 
 atomica,Aiea, ha ribadito che non aveva
 "alcuna indicazione credibile di atti- 
 vità in Iran attinenti allo sviluppo di
 un ordigno nucleare dopo il 2009".     

 Il comunicato, che cita un rapporto    
 Aiea del dicembre 2015, arriva dopo le 
 dichiarazioni di ieri del premier      
 israeliano Netanyahu, secondo cui Te-  
 heran mente e sta progettando di rea-  
 lizzare 5 bombe atomiche, potenti come 
 quelle sganciate su Hiroshima.

Insomma, Aiea da del bugiardo a Netanyau.
Complimenti!
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Gio 03 Mag 2018, 09:04



Nella foto c'è il Curdistan storico, che come si può vedere è dislocato prevalentemente in Turchia e che ha in Siria una piccola propaggine a nord, sino ad Al Hasakah. In Siria, quindi, occupano un territorio ad est dell'Eufrate, arabo che potrebbe non voler essere conquistato dai curdi.
Alla fine, vien da pensare che il Curdistan, sia un problema per la Turchia. In questo quadro, il gioco degli statunitensi è limitato alla Siria. Per questa ragione Putin, andando al sodo pensa che convenga per prima cosa eliminare le sacche ribelli, lasciando la provincia di Idlib distaccata, come se per ora fosse una Bad Company dove andare a deportare quelli che si arrendono. Poi però, visto che il petrolio ed il gas si trovano ad est dell'Eufrate, di sicuro la Siria vorrà rientrare in possesso di quei territori, ed il tempo gioca a favore della Siria se non proprio di Assad. Alla fine, quei territori verranno riconquistati. Per il Curdistan crescerà l'ostilità turca e irachena contro chi sosterrà i curdi.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Gio 03 Mag 2018, 10:19

03/05/2018 09:30
Iran,Onu: "Usa non escano dall'accordo"
   9.30                                 
 Iran,Onu: "Usa non escano dall'accordo"
 Il segretario generale dell'Onu Antonio
 Guterres ha lanciato un appello al pre-
 sidente americano Trump, chiedendogli  
 di non uscire dall'accordo sul nucleare
 iraniano del 2015, che ha definito una 
 "importante vittoria della diplomazia".

 Parlando alla Bbc, Guterres ha avverti-
 to che se l'accordo non sarà preservato
 ci sarà un reale rischio di guerra."Non
 dovremmo cancellarlo,a meno che non ab-
 biamo una valida alternativa, ha detto,
 aggiungendo che "ci aspettano tempi    
 molto pericolosi". Trump deciderà entro
 il 12 maggio se uscire dall'accordo.

Trump uscirà dall'accordo, ma...
E dietro a quel ma ci saranno le sanzioni, oppure non ci sarà nulla...
Vedremo quel che accadrà. 
L'Europa dovrebbe essere stanca di conflitti sulle porte di casa.
Parte della sua crisi economica dipende anche dai troppi territori in guerra che paralizzano la circolazione delle persone e delle merci, salvo i profughi.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Gio 03 Mag 2018, 18:57



Se gli altri giornali non danno la notizia allora gliela facciamo dare a Sputnik

https://it.sputniknews.com/caricature/201804295951721-VIGNETTA-TESTIMONI-SIRIANI-OPAC-USA-CONTRO/
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Ven 04 Mag 2018, 21:37

Un articolo molto lucido. L'Europa dovrebbe allontanarsi dagli USA e ci guadagnerebbe sotto molto aspetti. Il Mondo nel suo complesso ne trarrebbe vantaggio.

Questi sono dei nazionalisti pericolosi. Quasi dei nazisti, con tanto di finta democrazia. Chi comanda, chiunque sia il presidente, è nascosto proprio da quelle parti.

https://it.sputniknews.com/opinioni/201805045966863-crisi-siria-Blondet-intervista-USA-assad-Russia/
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Dom 06 Mag 2018, 07:53

06/05/2018 07:30
Pyongyang: Usa ostacolano distensione

 La Corea del Nord bacchetta gli Stati  
 Uniti per le "fuorvianti" affermazioni 
 secondo le quali la politica di Wa-    
 shington di sanzioni e massima pressio-
 ne politica sabbero il fattore che ha  
 condotto Pyongyang al tavolo dei nego- 
 ziati.                                 

 Un portavoce del Ministero degli Esteri
 citato dall'agenzia di stato nordcorea-
 na definisce le affermazioni un "peri- 
 coloso tentativo" di rovinare la na-   
 scente distensione tra le due Coree    
 dopo l'incontro tra i due leader Kim   
 Jong-un e Moon Jae-in.

Scavalcati dalla Corea del Sud, gli USA non stanno al gioco. Loro lavorano per la strategia della tensione, e la distensione, in Corea o altrove, non gli fa comodo. Gli USA stanno diventando davvero lo Stato Canaglia!
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Dom 06 Mag 2018, 21:57

avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Lun 07 Mag 2018, 15:15

07/05/2018 14:11
Nucleare,Iran: restiamo con garanzie Ue
 N MN            JJ
 Anche se gli Usa dovessero ritirarsi,l'
 Iran non abbandonerà l'accordo sul nu- 
 cleare se l'Unione europea offrirà ga- 
 ranzie che Teheran trarrà benefici del-
 l'accordo. E quanto ha dichiarato il   
 presidente iraniano Rohani.            

 Il 12 maggio il presidente Trump dovrà 
 annunciare se intende ritirare o meno  
 il Paese dall'intesa del 2015 siglata  
 da Teheran con i Paesi del 5+1. "Chie- 
 diamo che l'accordo sia garantito dai  
 non americani e in questo caso il ri-  
 tiro Usa sarebbe un bene", ha aggiunto.

Provvedimento semplice e senza controindicazioni.
Vediamo se l'Europa regge!
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Mar 08 Mag 2018, 10:32

08/05/2018 02:46
Iran. WP, Trump reintrudurrà sanzioni
  
 Trump è pronto ad annunciare la rein-  
 troduzione di alcune sanzioni per col- 
 pire Teheran, sanzioni che erano state 
 congelate con la storica intesa sul    
 programma nucleare del 2015.           

 Lo scrive il Washington Post, spiegando
 che il presidente americano non rinno- 
 verà le esenzioni in scadenza il 12    
 maggio, aprendo la strada a sanzioni   
 alle banche dei paesi che non riduranno
 le importazioni di petrolio iraniano.  
 Per ora invece rimarrebbero in un limbo
 le esenzioni in scadenza a luglio. 

Bene! Così si allontanerà un po dall'Europa anche su questo. sempre che l'Europa resista!
Per non parlare degli stati che importano petrolio dall'Iran, come credo faccia anche l'Italia.
La reciprocità è l'arma più importante. In fondo gli USA sono solo una piccola parte del mondo e stanno ormai sprecando le ultime cartucce.
Anche gli autogol sono dei gol.
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Mer 09 Mag 2018, 08:01

Sulle sanzioni USA all'Iran...

[...]

Così l’Italia rischia di perdere commesse e scambi economici

Dall’energia alle infrastrutture Roma primo partner Ue a Teheran

http://www.lastampa.it/2018/05/09/esteri/cos-litalia-rischia-di-perdere-commesse-e-scambi-economici-dNVvuYHRQ9YS7JAF1Ak2TN/pagina.html


E' così semplice: simmetria delle sanzioni contro gli USA, e credo che dovrebbero essere poste da tutta l'Europa. Altrimenti l'Europa non c'è, ma ci sono a turno solo l'Italia, la Grecia, la Spagna...

Sveglia!
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da einrix il Sab 12 Mag 2018, 10:33

12/05/2018 10:10
Alaska,intercettati 2 bombardieri russi

 Due bombardieri strategici russi Tu-95 
 sono stati intercettati da caccia "in- 
 visibili" F-22 dell'aeronautica statu- 
 nitense nello spazio aereo internazio- 
 nale al largo delle coste dell'Alaska. 
 Lo ha riferito il comando della difesa 
 aerospaziale in Nord-America.          

 I 2 Tu-95 non sono comunque mai entrati
 nello spazio aereo americano:"Sono sta-
 ti intercettati e monitorati da F-22   
 sino a quando hanno lasciato l'area",  
 che si allunga a livello delle Isole   
 Aleutine, si legge nel comunicato del  
 comando Norad.

La Russia è uscita dalla crisi post Unione Sovietica e si sta rafforzando in campo militare.
E' abbastanza prevedibile che pattugli i suoi confini anche la dove dove sono quelli statunitensi. Anzi, a maggior ragione, se si considera che è stato progettato in risposta al bombardiere americano B-52. Doveva essere in grado di volare più di 8 mila chilometri con 12 tonnellate di bombe a bordo e colpire gli obiettivi negli Stati Uniti.  Oggi è uno dei pochi aerei in grado di percorrere lunghe distanze con un carico significativo di testate a bordo. Credo che a parte la Corea del Nord, Trump si senta comunque più sicuro, se i russi gli pattugliano i confini .
avatar
einrix

Messaggi : 8757
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: Episodi o strategia in atto?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 11 di 12 Precedente  1, 2, 3 ... , 10, 11, 12  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum