La Siria

Pagina 18 di 18 Precedente  1 ... 10 ... 16, 17, 18

Andare in basso

Re: La Siria

Messaggio Da einrix il Sab 12 Gen 2019, 12:37

E' già tanto che Giordano Stabile abbia fatto il suo pistolotto, seppure filo israeliano, nominando la Siria

Meglio che nessuna notizia, come sono soliti fare!

https://www.lastampa.it/2019/01/11/esteri/secondo-noi-stabile-KhH4kwV4oVmE2lQkoJHy6O/pagina.html

Questa volta sono stati sconfitti, nonostante abbiano distrutto la Siria, ammazzando mezzo milione di persone e cacciate quattro milioni. I vivi torneranno e saranno molto arrabbiati e decisi a non farsi fregare un'altra volta.
avatar
einrix

Messaggi : 9256
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 76
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: La Siria

Messaggio Da einrix il Lun 14 Gen 2019, 07:29

prima notizia

13/01/2019 21:30
Riad critica ritiro truppe Usa da Siria
 Il ritiro Usa dalla Siria "complicherà 
 la situazione e la ricerca di una solu-
 zione. E rafforzerà iraniani, russi e  
 Assad: avrà uno sviluppo negativo".    

 Così il principe saudita Faisal alla   
 vigilia della visita a Riad del segre- 
 tario di Stato Usa Pompeo. L'uscita di 
 scena del capo del Pentagono Mattis non
 aiuterà la situazione,ha aggiunto. "Era
 in disaccordo con l'amministrazione    
 sulla politica per la Siria, perciò se 
 fosse rimasto si sarebbe dato un segna-
 le migliore di adesione a quella poli- 
 tica", ha concluso Faisal.   

Riad ha finanziato con il petrolio, la guerra siriana, pagando stati e terroristi perché si raggiungesse la distruzione di uno stato baatista laico. Ha potuto farlo, e forse ha dovuto farlo, per quegli equilibri del terrore che dipendono da Israele, dagli Stati Uniti, dalla Francia, nel quadro di una moderna teoria dei blocchi militari contrapposti. Agli USA ed alla Gran Bretagna interessano la Russia, la Cina ed il Petrolio del Golfo. All'Arabia Saudita, l'egemonia sul mondo islamico e le primavere di Nasser, Arafat, Gheddafi, Assad, dell'Algeria, dell'Iraq e dell'Iran, proprio non sono mai piaciute e tuttora non piacciono.

La seconda notizia


14/01/2019 04:48
Trump a Istanbul: non attaccare curdi
 Trump avverte Istanbul: se attaccherà i
 Curdi, dopo il ritiro militare dalla   
 Siria, gli Usa "devasteranno economica-
 mente la Turchia. Così su Twitter, dove
 il presidente invita anche i Curdi a   
 non "provocare" Ankara.                

 Il ritiro delle truppe americane di-   
 spiegate Siria per combattere l'Isis ha
 messo i guerriglieri Curdi -che hanno  
 combattuto a fianco degli Usa- in una  
 posizione di maggiore fragilità,rispet-
 to alla Turchia,che ha già annunciato  
 un'offensiva militare contro di loro.

I curdi sono sempre stati gestiti dagli USA per mantenere la strategia della tensione nell'Iraq di Saddam, e adesso servono per continuare quella forma asimmetrica di aggressione, in Siria. 
Hanno sottovalutato il fatto che il problema curdo fosse per i turchi un problema potenziale ancora più grande di quello che è stato per l'Iraq e la Siria, e da questa sottovalutazione, si sono spinti oltre il punto di non ritorno sul tema dell'alleanza con la Turchia. Il loro appoggio materiale, al tentativo di colpo di stato, anche se nato all'interno della Turchia, è stato fatale per il cambio di fronte di Erdogan. Ciò unito all'intervento militare russo in Siria, che ha cambiato di colpo le prospettive di quel conflitto, in un momento delicato anche per la Turchia.
avatar
einrix

Messaggi : 9256
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 76
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: La Siria

Messaggio Da einrix il Mar 15 Gen 2019, 22:01

Adesso Damasco ha due partite importanti da giocare.
Una con la Turchia a Idlib ed una con i curdi nella zona ad est dell'Eufrate.
Nel caso di Idlib, pare che Al Qaeda abbia prevalso, e quindi poiché le prospettive di trattativa sono a zero, in qualche modo può partire l'assalto. I Turchi, almeno sino ad Afrin, potrebbero non immischiarsi.
Nel caso dei curdi, Damasco accusa la Turchia di voler invadere la Siria, anche se per una fascia limitata di territorio. Se la Turchia quella zona cuscinetto va a presidiarla, come pare che farà, si tratterà di vedere, specialmente per i curdi, se interesserà le città importanti o solo le campagne. Nel caso peggiore, potrebbero iniziare gli scontri tra curdi e turchi e i curdi potrebbero chiedere il sostegno dei russi o di Assad, se la protezione statunitense fosse definitivamente tolta. Ma potrebbero anche non chiederla ad Assad, attestandosi su un fronte più a sud. Allora Damasco, nell'ipotesi d'aver messo in sicurezza Idlib e Aleppo, passerebbe all'offensiva sul fronte dell'Eufrate, puntando in special modo verso la zona dei pozzi petroliferi, o verso quel fronte in cui fosse possibile distruggere, con l'aviazione, la parte maggiore delle truppe curde.
C'è anche la soluzione dei tempi lunghi, che resta altrettanto pericolosa. I governanti cambiano spesso di umore.
Adesso si potrà vedere come giocherà la Russia, in questo finale, avendo di fronte turchi ed americani nel ruolo che stanno giocando adesso, e quali sono le contropartite che si potranno scambiare, scegliendo di fare una cosa piuttosto che un'altra.
Rien ne va plus, faites vos jeux!
avatar
einrix

Messaggi : 9256
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 76
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: La Siria

Messaggio Da einrix Ieri alle 14:22

Ci sono strani movimenti... Da una parte a Idlib prosegue il contenimento e qualche bombardamento, nell'attesa di chiudere la partita, credo, con la guerra, visto che a Idlib si sono ormai raggruppati tutti gli oppositori del regime che non vogliono o non possono tornare indietro, sulla strada della ribellione. Dall'altra, ad est dell'Eufrate, si sta preparando un accordo che veda le regioni del nord est, riconciliarsi con Damasco, in un quadro di autonomie. I turchi quindi, adesso devono scegliere, se rimanere sulla strada di Astana, oppure in qualche modo se devono bloccare quel processo, ma così finirebbero per avere tutti contro. 

Si potrebbe fare la lista dei paesi e relative motivazioni. Le principali sono quelle saudite che parlano di una aspirazione della Turchia per un ritorno all'impero Ottomano. E pensare che fino a due anni fa, lavoravano insieme per distruggere la Siria.

Chapeau a Trump, che lasciando la Siria ha permesso di favorire la riconciliazione.
avatar
einrix

Messaggi : 9256
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 76
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Re: La Siria

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 18 di 18 Precedente  1 ... 10 ... 16, 17, 18

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum