Stoltenberg: “Anche gli italiani schierati al confine con la Russia”

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Stoltenberg: “Anche gli italiani schierati al confine con la Russia”

Messaggio Da einrix il Ven 14 Ott 2016, 10:00




Parto con questo titolo ed il link all'articolo, su cui riflettere. L'intento è di tenere aperta questa discussione - o monologo che voglia essere - per tenere sotto controllo la crisi sul confine russo, e per parlare della NATO. Di una organizzazione che se è un succedaneo dell'esercito europeo che ancora non c'è, non può che provocare dei danni, visto che alcuni alleati, come la GB e gli USA, hanno interessi che spesso entrano in conflitto con quelli europei, in Serbia, quanto in Ucraina, per non parlare di tutta la fascia del Nord Africa ed il settore Medio Orientale, distrutto dalle politiche anglo-statunitensi. Dimenticato cosa hanno fatto Blair-Bush?

il link all'articolo

http://www.lastampa.it/2016/10/14/esteri/stoltenberg-anche-gli-italiani-schierati-al-confine-con-la-russia-SsIPcchStChHVnideCVP9N/pagina.html

Il fatto che dei soldati italiani, nell'ambito della NATO, vadano qua o la, mi interessa poco. Ciò che mi preme è il ruolo futuro dell'Europa che non può e né deve farsi condizionare da alleati (USA e GB) che da cinquant'anni, si sono sempre fatti gli affari loro sulla nostra pelle. 
Approfittiamo del fatto che la GB adesso sia fuori, per rifare il quadro delle nostre politiche, in difesa dei nostri interessi. E si vedrà che a quel modo potremmo instaurare con l'Africa Mediterranea, col Medio Oriente e con la Russia un clima di pace e di collaborazione. L'unico inciampo potrebbe essere un Israele che non si voglia integrare, e che voglia sempre essere una porta di ingresso di interessi stranieri nell'area. La forza dell'Europa potrebbe essere sufficiente a moderare quella spinta militarista e colonialista, comunque confinata in una piccola regione di questo immenso multi-continente. Ma per tutto ciò ci vuole l'Europa. L'Italia, la Francia, la Germania,...  divise e in competizione tra loro non potranno mai determinare il futuro dell'Europa. Ragion per cui, occorre spingere i popoli europei, spesso troppo gelosi della propria autonomia, a fare il salto verso una unità definitiva: la confederazione. Solo dopo quel momento potrebbe iniziare la Storia dell'Europa, con beneficio per tutto il Mondo intero.
avatar
einrix

Messaggi : 7535
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 74
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum