Qualcosa mi sfugge

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da cireno il Sab 27 Apr 2013, 08:03

Ieri sera Crozza nella sua trasmissione del venerdi su La7, ha fatto quasi un’ora di sfottimento a Letta e al PD: capita. Però anche venerdì scorso Crozza ha ugualmente sfottuto il PD e però Bersani e siccome una delle sue più frequentate macchiette su Ballarò è Bersani, io mi chiedo, ma perché sempre Bersani e il Pd e adesso Letta e il PD? Ma che il PD per certi versi fa anche ridere, sono d’accordo, ma, per esempio, Grillo e i suoi fattorini non meriterebbero degli sfottò crozzaschi? Qualcosa mi sfugge

Poi c’è Santoro, quello che una volta era considerato anche da me un punto fisso della sinistra in televisione. Ora con la sua trasmissione Spazio Pubblico ha cambiato radicalmente strada. Sono mesi che lui apre la sua trasmissione con Grillo che parla alla gente, dal palco, nelle piazze ecc. Pubblicità gratuita, e pazienza. Quello che non capisco però è la lotta che lui fa contro il PD e i suoi dirigenti, e la fa con un tale astio che mi viene per forza in mente che ce l’abbia con i piddini rei di non averlo appoggiato nella sua lotta in Rai(dove si era candidato alla direzione generale, fra l’altro). E anche qui qualcosa mi sfugge

Non parlo poi della colonna portante di Ballarò, cioè di Marco Travaglio. Questo giornalista ha la grande abilità di recitare notizie e raccontare fatti con una tale abilità da farli apparire veri. Oddio, che molto di quello che dice sia anche vero non ci scappa, l’uomo è preparato, ma allora perché avrebbe una trentina di querele pendenti sulla testa se tutto quel che dice è solo verità assoluta e comprovata? Ma l’altra qualità che lo distingue il nostro è l’amore per Grillo e la sua azienda e l’astio assoluto nei riguardi del PD e di tutto quello che gli si avvicina (ricordate la velenosa arringa contro Grasso?) , in questo assolutamente solidarizzando con il conduttore Santoro. Che c'è sotto? Niente altro che l'interesse di Travaglio alla diffusione del suo giornale, che era molto diminuito nelle vendite e che con l'appoggio alla campagna grillina è tornato sulle cifre di diffusione che aveva all'inizio.

Oggi un grillino, pardon una grillina, ha detto alla radio che nell’assalto a Fassina da parti di giovani grillici piuttosto esaltati lei non ci vede niente di male , ricordiamoci cosa fanno quelli di Alba Dorata in Grecia, gli schiaffoni che danno ai politici-ha detto-i nostri sono agnellini, Eppoi una rivoluzione è una rivoluzione. Che dire davanti a queste parole, davanti a tanta stupidità: rivoluzione? Una rivoluzione per ottenere cosa, la riduzione del numero dei parlamentari? Per abolire il finanziamento ai partiti? Per cosa? Perché quello che predica Grillo sarebbe una rivoluzione? Ma non è il tentativo di dare una mano di ombretto a un volto in disfacimento?
Grillo ha traviato una gioventù, e non solo, troppo credulona. Non è questa la rivoluzione che servirebbe, ma come farlo capire a chi pensa che Grillo/Casaleggio siano i nuovi santi italiani?
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Tarzan il Sab 27 Apr 2013, 14:14

cireno ha scritto:Ieri sera Crozza nella sua trasmissione del venerdi su La7, ha fatto quasi un’ora di sfottimento a Letta e al PD: capita. Però anche venerdì scorso Crozza ha ugualmente sfottuto il PD e però Bersani e siccome una delle sue più frequentate macchiette su Ballarò è Bersani, io mi chiedo, ma perché sempre Bersani e il Pd e adesso Letta e il PD? Ma che il PD per certi versi fa anche ridere, sono d’accordo, ma, per esempio, Grillo e i suoi fattorini non meriterebbero degli sfottò crozzaschi? Qualcosa mi sfugge

Poi c’è Santoro, quello che una volta era considerato anche da me un punto fisso della sinistra in televisione. Ora con la sua trasmissione Spazio Pubblico ha cambiato radicalmente strada. Sono mesi che lui apre la sua trasmissione con Grillo che parla alla gente, dal palco, nelle piazze ecc. Pubblicità gratuita, e pazienza. Quello che non capisco però è la lotta che lui fa contro il PD e i suoi dirigenti, e la fa con un tale astio che mi viene per forza in mente che ce l’abbia con i piddini rei di non averlo appoggiato nella sua lotta in Rai(dove si era candidato alla direzione generale, fra l’altro). E anche qui qualcosa mi sfugge

Non parlo poi della colonna portante di Ballarò, cioè di Marco Travaglio. Questo giornalista ha la grande abilità di recitare notizie e raccontare fatti con una tale abilità da farli apparire veri. Oddio, che molto di quello che dice sia anche vero non ci scappa, l’uomo è preparato, ma allora perché avrebbe una trentina di querele pendenti sulla testa se tutto quel che dice è solo verità assoluta e comprovata? Ma l’altra qualità che lo distingue il nostro è l’amore per Grillo e la sua azienda e l’astio assoluto nei riguardi del PD e di tutto quello che gli si avvicina (ricordate la velenosa arringa contro Grasso?) , in questo assolutamente solidarizzando con il conduttore Santoro. Che c'è sotto? Niente altro che l'interesse di Travaglio alla diffusione del suo giornale, che era molto diminuito nelle vendite e che con l'appoggio alla campagna grillina è tornato sulle cifre di diffusione che aveva all'inizio.

Oggi un grillino, pardon una grillina, ha detto alla radio che nell’assalto a Fassina da parti di giovani grillici piuttosto esaltati lei non ci vede niente di male , ricordiamoci cosa fanno quelli di Alba Dorata in Grecia, gli schiaffoni che danno ai politici-ha detto-i nostri sono agnellini, Eppoi una rivoluzione è una rivoluzione. Che dire davanti a queste parole, davanti a tanta stupidità: rivoluzione? Una rivoluzione per ottenere cosa, la riduzione del numero dei parlamentari? Per abolire il finanziamento ai partiti? Per cosa? Perché quello che predica Grillo sarebbe una rivoluzione? Ma non è il tentativo di dare una mano di ombretto a un volto in disfacimento?
Grillo ha traviato una gioventù, e non solo, troppo credulona. Non è questa la rivoluzione che servirebbe, ma come farlo capire a chi pensa che Grillo/Casaleggio siano i nuovi santi italiani?
Ottimo post e ottime considerazioni che anche io da tempo mi sono fatte senza riuscire a farmene una ragione.
Questo stillicidio antibersaniano e antipiddino è partito da tempo ormai immemore, forse da quando i sondaggi iniziarono a virare in senso veramente positivo per la sinistra. Ecco anche a me qualcosa sfugge, vedere ad esempio tutti quei programmi non eccelsi come quelli di Bertolino, o quelli sempre più numerosi che hanno visto la presenza di personaggi esageratamente contro come Vauro, Vergassola, Zorro, i Guzzanti, la stessa RAI News 24, o il siparietto accondiscendente del Tg3 Notte e dello stesso Fabio Fazio ecc, ecc.
avatar
Tarzan

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 17.04.13
Età : 74
Località : Pesaro - Aosta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Shaka_Zulu il Sab 27 Apr 2013, 18:01

Anche a me sfugge qualcosa.
Per anni mi hanno raccontato, ci hanno raccontato che Berlusconi era quanto di peggio potesse capitare ad una nazione. Lui stesso si è sempe impegnato a confermare ciò.
Eppure è da mesi che nella lotta politica si assiste ad un attacco forsennato contro la maggiore alternativa.
Non contro B.
Un vero attacco concentrico che ha permesso pure la nascita di quinte colonne all'interno dell'alternativa.
Sembra paradossale, ma tutti hanno lavorato a favore di B. che non a caso ora è il maggiore azionista del nuovo governo.
Ci metto anche Monti che non ha saputo fare da catalizzatore per i conservatori non berlusconiani, ma che anzichè distinguersi da B. attaccava Bersani.

Travaglisti, grillanti, finti democratici (ma veri democristiani) tutti uniti appassionatamente per resuscitare B.
Lo amano.
avatar
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 60

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da cireno il Sab 27 Apr 2013, 18:48

Ed ecco l'ultima notizia: oggi baci e abbracci tra Monti e Berlusconi: la pace è fatta. Viva l'Italia.
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da cciappas il Sab 27 Apr 2013, 19:13

Shaka_Zulu ha scritto:Anche a me sfugge qualcosa.
Per anni mi hanno raccontato, ci hanno raccontato che Berlusconi era quanto di peggio potesse capitare ad una nazione. Lui stesso si è sempe impegnato a confermare ciò.
Eppure è da mesi che nella lotta politica si assiste ad un attacco forsennato contro la maggiore alternativa.
Non contro B.
Un vero attacco concentrico che ha permesso pure la nascita di quinte colonne all'interno dell'alternativa.
Sembra paradossale, ma tutti hanno lavorato a favore di B. che non a caso ora è il maggiore azionista del nuovo governo.
Ci metto anche Monti che non ha saputo fare da catalizzatore per i conservatori non berlusconiani, ma che anzichè distinguersi da B. attaccava Bersani.

Travaglisti, grillanti, finti democratici (ma veri democristiani) tutti uniti appassionatamente per resuscitare B.
Lo amano.

lo amano al punto di tradire il paese e i lavoratori,,, se lo hanno salvato,, e non c'è dubbio che lo abbiano salvato proprio bersani e naplitiano,,, evidentemente quando parlavano male di B, mentivano... ma che ci volete fare B paga bene ed è riconoscente... lo dicono tutte le olgettine

cciappas

Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 22.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da einrix il Sab 27 Apr 2013, 19:23

Cavolo come sei bravo Cireno. Mi trovi in sintonia. Non dico perfetta, ma oggi è certamente così, dopo che hanno perso il figurante Ingroia.

Anzi, il vero loro pupazzo è stato Ingroia, perché Grillo, a Travaglio e Santoro, se li fuma come e quando vuole.

Volendo essere ancora più precisi, per contare, loro due avevano costruito Ingroia come figurante per un Di Pietro disarcionato dalla Gabanelli (ma che strano, dopo vent'anni che si sapevano quelle cose...). Noi ci dimentichiamo troppo velocemente di Di Pietro, che è stato l'uomo di Piazza Navona, prima di Grillo, ma alla fine non ha retto il galoppo, e ha rotto sull'ultima curva, quella in cui Grillo ha superato tutti.

Ecco perché, col cappello in mano, Travaglio e Santoro chiedono a Grillo di farli partecipare, e così pare che gli offrano il loro giornale e la loro Tivvù, per quel mutuo vantaggio che pensano si possano concedere a vicenda. Ma a guadagnarci sono solo loro due, perché di fatto non hanno niente da offrire a Grillo, se non la loro resa - altro che partito liquido - visto che ha dimostrato di surclassarli in tutto, con molti meno mezzi di loro.

Spostando il punto di visione, spero di esservi stato utile, nell'interpretazione di quegli stessi fatti.
avatar
einrix

Messaggi : 7341
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 74
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da einrix il Sab 27 Apr 2013, 19:36

cciappas ha scritto:

lo amano al punto di tradire il paese e i lavoratori,,, se lo hanno salvato,, e non c'è dubbio che lo abbiano salvato proprio bersani e naplitiano,,, evidentemente quando parlavano male di B, mentivano... ma che ci volete fare B paga bene ed è riconoscente... lo dicono tutte le olgettine

cciappas, lascia perdere i lavoratori, visto che votano (quelli che votano, dato che ve ne sono tre milioni stranieri, senza diritti politici) più per la Lega ed il PdL che per Ferrero ed il mio PD, purtroppo. E non mi dire che una ragione ci sarà... Non può non esserci una ragione, se votano per Lega e Berlusconi, ma dal mio punto di vista non torna a loro onore.
avatar
einrix

Messaggi : 7341
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 74
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Tarzan il Sab 27 Apr 2013, 21:12

cciappas ha scritto:
lo amano al punto di tradire il paese e i lavoratori,,, se lo hanno salvato,, e non c'è dubbio che lo abbiano salvato proprio bersani e naplitiano,,, evidentemente quando parlavano male di B, mentivano... ma che ci volete fare B paga bene ed è riconoscente... lo dicono tutte le olgettine

Cciappas lascia perdere.
Sì, ha ragione einrix.
Stai
assumendo atteggiamenti che andavano bene in altri forum.
Cerca di essere più serio.

avatar
Tarzan

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 17.04.13
Età : 74
Località : Pesaro - Aosta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Rom il Dom 28 Apr 2013, 08:36

cireno ha scritto:Ieri sera Crozza nella sua trasmissione del venerdi su La7, ha fatto quasi un’ora di sfottimento a Letta e al PD: capita. Però anche venerdì scorso Crozza ha ugualmente sfottuto il PD e però Bersani e siccome una delle sue più frequentate macchiette su Ballarò è Bersani, io mi chiedo, ma perché sempre Bersani e il Pd e adesso Letta e il PD? Ma che il PD per certi versi fa anche ridere, sono d’accordo, ma, per esempio, Grillo e i suoi fattorini non meriterebbero degli sfottò crozzaschi?

Crozza ha sbeffeggiato e irriso i dilettanti grillini più volte, e lo ha fatto con Berlusconi per anni.
Ti do la mia risposta, però, per quella che mi sembra la sostanza del tuo post.
In questo caos c'è di tutto e mancano precisi punti di riferimento, ed è sbagliato soffermarsi sui dettagli, perdendo di vista l'insieme.
Indubbiamente ci sono questioni personali in ballo, ruggini pregresse, inimicizie strumentali e lunghi coltelli: siamo pur sempre l'Italia dei Borgia e delle sagrestie, delle corti e dei mercenari che fanno la guerra in conto terzi.
Se però perdiamo di vista, o non diamo sufficiente valore, allo spettacolo offerto dal PD negli ultimi dieci anni, non riusciremo mai a capire perché c'è tanta gente incazzata, scandalizzata e così feroce nella sua critica: parlo di gente stimabile, gente di sinistra, non Grillo o Sallusti, o una Lombardi o la Santanché.
Ricordiamoci sempre del famoso grido di Nanni Moretti, "con questi dirigenti non vinceremo mai": da allora l'establishment del centro-sinistra guarda Nanni con sospetto e non perde occasione per sminuirne la figura e per cercarne qualche colpa, così come avviene per tutti quelli che non si allineano alle versioni ufficiali dei fatti. Ma la rivolta comincia allora, e il centro-sinistra ha fatto di tutto per dare ragione ai rivoltosi.
Le vicende degli ultimi mesi sono state il botto finale: non solo la sconfitta, o la mancata vittoria elettorale, in se stessa, ma il modo con cui è avvenuta, tutto quello che l'ha accompagnata e infine il risultato di tutta la storia, ossia Berlusconi al governo, dopo che era stato dato per morto e quasi dimenticato.
Se non si tiene bene in conto di quale e quanta fosse l'importanza di avere un partito di sinistra, in un'Italia che vede da sempre la sinistra minoritaria, non si capisce la portata di quella che con eufemismo chiamiamo "delusione", ma che ha la sostanza della disperazione.
Peggio anzi: la sinistra minoritaria del tempo che fu, poteva allearsi o non allearsi, stare all'opposizione o stare nei governi di centro-sinistra socialisti, ma era autorevole e aveva la sua forza e la sua credibilità, e aveva una rispettabilissima dimensione culturale che superava di molto quella meramente politica.
C'è un popolo di sinistra - gente comune, giovani e meno giovani, intellettuali, artisti, operai, precari - che non accetta di non avere più rappresentanza, e di vedere le convinzioni, le speranze e anche le illusioni di una vita, o trasmesse da una tradizione, scolorire nel nulla e svilite da abborracciate giustificazioni.
Io, come molti, credo, non dico che il PD sia come il PDL, che la sua cifra sia la corruzione o la perfidia. Quello che i critici e la satira gli attribuiscono è la stupidità, che non è quella dei singoli personaggi, ma quella di un partito che nel suo insieme non è all'altezza di un popolo intelligente, qual è quello del proprio elettorato.
avatar
Rom

Messaggi : 996
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da cireno il Dom 28 Apr 2013, 09:30

Tarzan ha scritto:

Cciappas lascia perdere.
Sì, ha ragione einrix.
Stai
assumendo atteggiamenti che andavano bene in altri forum.
Cerca di essere più serio.


Tarzan, il mio amico Cciappas l'ha sempre vista così: non può scrivere quello che non pensa, ti pare?
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da cireno il Dom 28 Apr 2013, 09:58

Rom ha scritto:

Crozza ha sbeffeggiato e irriso i dilettanti grillini più volte, e lo ha fatto con Berlusconi per anni.
Ti do la mia risposta, però, per quella che mi sembra la sostanza del tuo post.
In questo caos c'è di tutto e mancano precisi punti di riferimento, ed è sbagliato soffermarsi sui dettagli, perdendo di vista l'insieme.
Indubbiamente ci sono questioni personali in ballo, ruggini pregresse, inimicizie strumentali e lunghi coltelli: siamo pur sempre l'Italia dei Borgia e delle sagrestie, delle corti e dei mercenari che fanno la guerra in conto terzi.
Se però perdiamo di vista, o non diamo sufficiente valore, allo spettacolo offerto dal PD negli ultimi dieci anni, non riusciremo mai a capire perché c'è tanta gente incazzata, scandalizzata e così feroce nella sua critica: parlo di gente stimabile, gente di sinistra, non Grillo o Sallusti, o una Lombardi o la Santanché.
Ricordiamoci sempre del famoso grido di Nanni Moretti, "con questi dirigenti non vinceremo mai": da allora l'establishment del centro-sinistra guarda Nanni con sospetto e non perde occasione per sminuirne la figura e per cercarne qualche colpa, così come avviene per tutti quelli che non si allineano alle versioni ufficiali dei fatti. Ma la rivolta comincia allora, e il centro-sinistra ha fatto di tutto per dare ragione ai rivoltosi.
Le vicende degli ultimi mesi sono state il botto finale: non solo la sconfitta, o la mancata vittoria elettorale, in se stessa, ma il modo con cui è avvenuta, tutto quello che l'ha accompagnata e infine il risultato di tutta la storia, ossia Berlusconi al governo, dopo che era stato dato per morto e quasi dimenticato.
Se non si tiene bene in conto di quale e quanta fosse l'importanza di avere un partito di sinistra, in un'Italia che vede da sempre la sinistra minoritaria, non si capisce la portata di quella che con eufemismo chiamiamo "delusione", ma che ha la sostanza della disperazione.
Peggio anzi: la sinistra minoritaria del tempo che fu, poteva allearsi o non allearsi, stare all'opposizione o stare nei governi di centro-sinistra socialisti, ma era autorevole e aveva la sua forza e la sua credibilità, e aveva una rispettabilissima dimensione culturale che superava di molto quella meramente politica.
C'è un popolo di sinistra - gente comune, giovani e meno giovani, intellettuali, artisti, operai, precari - che non accetta di non avere più rappresentanza, e di vedere le convinzioni, le speranze e anche le illusioni di una vita, o trasmesse da una tradizione, scolorire nel nulla e svilite da abborracciate giustificazioni.
Io, come molti, credo, non dico che il PD sia come il PDL, che la sua cifra sia la corruzione o la perfidia. Quello che i critici e la satira gli attribuiscono è la stupidità, che non è quella dei singoli personaggi, ma quella di un partito che nel suo insieme non è all'altezza di un popolo intelligente, qual è quello del proprio elettorato.

Un partito, se non è padronale, aziendale, è, secondo le parole scritte a suo tempo da Simone Weil
• una macchina volta a costruire una passione collettiva
• una organizzazione costruita in modo da esercitare una pressione collettiva sul pensiero di ogni essere umano che ne sia membro

Quindi se un partito politico di sinistra è stupido al punto di diventare oggetto di irrisione da parte di critici la colpa non dovrebbe essere di chi critica ma del soggetto criticato. Però, e qui un però ci sta per forza, chi decide che quel tale partito(il soggetto delle critiche) ha originato veri motivi per essere criticato? Perché la critica è facile e non sempre è giustificabile, essendo ovviamente soggettiva, Grillo per esempio critica tutti, e così Travaglio che sulla critica ha costruito la sua carriera: avranno sempre ragione?
Io ho osservato, e vedo che altri sono in sintonia con quello che ho scritto, che non mi sembra così normale che Crozza, dopo aver fatto le solite prese in giro di Bersani, abbia fatto quella parodia abbastanza irridente di Letta proprio nella giornata in cui aveva ricevuto l'incarico di PdC.. Così come mi sembra “strano” che Travaglio non faccia altro che criticare il PD e tutto quello che ruota intorno al PD, ben sostenuto da mister Santoro che non mi sembra nemmeno più lontanto parente del santoro che io avevo imparato ad apprezzare. Comunque, andiamo avanti, La TV sta parlando ora di una sparatoria contro due carabinieri davanti a Palazzo Chigi. Un pazzo, un cretino: uno che spara a due suoi fratelli solo perché vestiti con la divisa del carabinieri può essere solo uno squilibrato, la cui mente è andata ancora più in tilt con le manifestazioni anche becere di questi giorni


PS Sai che non ricordo gli sbeffeggi di Crozza ai grillici?
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da einrix il Dom 28 Apr 2013, 13:58

cazzeggiando seriamente:
Ormai sono alcuni anni che non vedo Ballarò, trasmissione che trovo equilibrata solo nei quaranta giorni della propaganda elettorale, ma che diventa un insopportabile teatrino della Politica di cui Crozza è chiamato ogni settimana a farne il prologo con la parodia, e che continua per qualche ora, con i politici che battibeccano, sotto l'attenta regia di Giovanni Floris. Presa quella piega, riesce difficile per Crozza fare il verso ad un altro comico, che tra l'altro non vuole neppure partecipare ad una simile trasmissione, e che almeno per questo ha tutta la mia comprensione. Insomma, un comico deve poter almeno fare il comico, senza dover rendere conto ad altri che ai propri sopettatori paganti. Sarebbe diverso se intendesse far politica, come fa Grillo, e le battute non avrebbero peso per quanto fanno ridere, ma per il messaggio che mandano. Sarebbe insensato credere che in un'Italia spensierata, un comico, oltre che far ridere, potesse anche far pensare. Erano altri i tempi in cui la comicità faceva pensare. Oggi, può solo far ridere, anzi, deve far ridere se vuole essere presa sul serio. Oddio, potrebbe anche succedere che aspirando ad essere sempre qualche cosa di più, e insoddisfatti del primo milione di euro, anche Crozza possa voler pensare alla politica, ma tra i suoi personaggi, chi sarebbe fonte delle sue ispirazioni. Alle volte l'attore è prigioniero dell'autore, dei testi che è costretto a rappresentare, e non ha neppure qualcuno che consoli la sua solitudine, tra la folla.
avatar
einrix

Messaggi : 7341
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 74
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Tarzan il Lun 29 Apr 2013, 10:02

einrix ha scritto:cazzeggiando seriamente:
Ormai sono alcuni anni che non vedo Ballarò, trasmissione che trovo equilibrata solo nei quaranta giorni della propaganda elettorale, ma che diventa un insopportabile teatrino della Politica di cui Crozza è chiamato ogni settimana a farne il prologo con la parodia, e che continua per qualche ora, con i politici che battibeccano, sotto l'attenta regia di Giovanni Floris. Presa quella piega, riesce difficile per Crozza fare il verso ad un altro comico, che tra l'altro non vuole neppure partecipare ad una simile trasmissione, e che almeno per questo ha tutta la mia comprensione. Insomma, un comico deve poter almeno fare il comico, senza dover rendere conto ad altri che ai propri sopettatori paganti. Sarebbe diverso se intendesse far politica, come fa Grillo, e le battute non avrebbero peso per quanto fanno ridere, ma per il messaggio che mandano. Sarebbe insensato credere che in un'Italia spensierata, un comico, oltre che far ridere, potesse anche far pensare. Erano altri i tempi in cui la comicità faceva pensare. Oggi, può solo far ridere, anzi, deve far ridere se vuole essere presa sul serio. Oddio, potrebbe anche succedere che aspirando ad essere sempre qualche cosa di più, e insoddisfatti del primo milione di euro, anche Crozza possa voler pensare alla politica, ma tra i suoi personaggi, chi sarebbe fonte delle sue ispirazioni. Alle volte l'attore è prigioniero dell'autore, dei testi che è costretto a rappresentare, e non ha neppure qualcuno che consoli la sua solitudine, tra la folla.

Purtroppo i tempi di Carosello, di Dario Fo, Ugo Tognazzi, ecc erano veramente altri...Talmente altri che, oggi persino ex direttori di quotidiani come La Stampa - tal Marcello Sorgi - vorrebbero a tutti i costi mettersi in concorrenza con questi comici "scafati". Questo ex direttore ridimensionato a editorialista, proprio ieri a precisa domanda, fatta da Bianca Berlinguer, di dare una sua opinione sull'estrema violenza che si sta generando in ambito politico, ne ha propiziata una degna di Crozza&C. Insomma la violenza omicida manifestatasi davanti a Palazzo Chigi deve essere ricercata - naturalmente - nel fatto che il Pd non è stato compatto nelle sue prese di posizioni politiche. L'indeterminatezza dei suoi dirigenti e la negatività riversata sul Paese, avrebbe creato questo stato di confusione, che si è poi riverberato su personaggi con equilibrio mentale instabile. Capito!? Questo esagitato sarebbe partito da Rosarno per sparare ai politici, perchè il Pd sarebbe la causa di questa esasperazione nazionale in quanto Franceschini è un reo confesso d'essere stato trovato all'interno di un ristorante a farsi du spaghi! Una battuttona questa del signor Marcello Sorgi. Altro che i copioni dei ghost-writers studiati a memoria e ripetuti a pappagallo dai vari Ridolini al "prosciutto cotto" di casa nostra.

Di Grillo e di tutta la sua aggressiva strategia pentastellata, basata sulla morte virtuale o meno dei politici, sugli zombie, sulla casta economica-politica da eliminare fisicamente, dopo averla circondata e fatta prigioniera, sulle marce su Roma vere, presunte, smentite, poi riconfermate, su dio che è morto...invece nulla.
avatar
Tarzan

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 17.04.13
Età : 74
Località : Pesaro - Aosta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da cciappas il Lun 29 Apr 2013, 10:48

in ogni tempo i comici e i giullari sono sempre stati complici del potere per imporre le scelte dannose all'attenzizone della plebe in modo che si crei il consenso e l'accettazione di provvedimenti dolorosi..

oggi il potere è in mano al capitale alla finanza e alla chiesa che devono pretendere i loro privilegi .. e questi poteri tengono in mano il controllo della stampa e delle tv...poteri che pagano comici, attori, presentatlori gionarlisti e politici di tutte le bandiere... asccoltateli tutti quando parlano,,, hanno sempre qualche piccola frase che inneggia al capitale, alla chiesa, alla destra,,, persino al fascismo,,, ma tutto viene tollerato e recepito inavvertitamente,,, e sono quellui che prendono più scritt
ure e più impieghi
e cosa credete che debbano farci sapere questi media e questi personaggi??

non certamente che il pD è il meglio, anche se questo fa di tutto per apparire il peggiore... io ho sentito anche vendola in tv vantare la grande intelligenza politica di berlusconi che è riuscito ad imporsi,,,

anche se tutti sappiamo che il berlusocni appararentemente non ha fatto nulla e è stato napolitiano e il pd che gli hanno regalato i ministeri più rappresentativi del governo su un piatto d'argento..

ditemi voi di fronte a simili comportamenti se uno sprovveduto di lavoratore distratto alla fine non vota per berlusconi,

cciappas

Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 22.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Adam il Lun 29 Apr 2013, 11:06

Non c'è dubbio che i poteri dell'alta finanza, del Vaticano, ma anche degli USA, come una volta dell'URSS, e altre cosche segrete o meno che operano negli interessi di pochi a danno dei più è un fatto incontestabile non solo in Italia, ma in tutti i paesi.

Il punto è il grado di resistenza che un Governo occidentale riesce ad esprimere e ad adottare per limitare le voglie insane dei potenti.

Durante il lungo predominio della DC, per esempio, non si era mai arrivati a finanziare le scuole private, mentre caduta la balena bianca i governi che si sono succeduti in questi vent'anni, hanno calato le braghe.

Resistere è dunque il ragionevole comandamento dei migliori, sbracare è il comportamento dei deboli disonesti.
avatar
Adam

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 85
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da cireno il Lun 29 Apr 2013, 11:46

Dalle urla di gioia che il caimano sta emettendo da ogni pertugio sembra che Letta "attuerà il programma del PdL". Aspettiamo e poi vediamo se Civati avrà avuto la vista lunga......................
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Rom il Lun 29 Apr 2013, 12:27

cireno ha scritto:
Però, e qui un però ci sta per forza, chi decide che quel tale partito(il soggetto delle critiche) ha originato veri motivi per essere criticato? Perché la critica è facile e non sempre è giustificabile, essendo ovviamente soggettiva, Grillo per esempio critica tutti, e così Travaglio che sulla critica ha costruito la sua carriera: avranno sempre ragione?
Io ho osservato, e vedo che altri sono in sintonia con quello che ho scritto, che non mi sembra così normale che Crozza, dopo aver fatto le solite prese in giro di Bersani, abbia fatto quella parodia abbastanza irridente di Letta proprio nella giornata in cui aveva ricevuto l'incarico di PdC..

Non lo decide nessuno. Così come nessuno decide che un partito, o un'azione sia una cosa necessariamente seria, solo perché è gravida di conseguenze.
La critica è facile, tanto quanto la brutta figura che fa chi critica a sproposito. Così come, spesso, è facile che una critica intelligente non sia apprezzata e forse nemmeno capita, da quella parte costuita da cretini, o da persone che se ne sentono colpite.
E comunque - come ogni cosa, in una società così complessa e numerosa - non c'è niente che sia valido per tutti, e anzi dovremmo smetterla di usare termini collettivi che generano solo equivoci - l'elettorato, la gente, gli spettatori, i consumatori, etc - che danno la sensazione di un corpo unico e di una mente unica che in realtà non esiste. O, se essite, cambia completamente il senso alla nostra discussione, anzi a ogni discussione.

Crozza è un artista, e come ogni artista non è sottoposto o sottoponibile a par condicio, nemmeno in ipotesi - parlo di par condicio virtuale, intellettuale.
Di volta in volta Crozza o chiunque faccia il suo mestiere senza essere un funzionario dell'Ufficio Satira d'un partito (tipo Fede, per esempio), reagisce a quello che in quel momento gli sembra ridicolo, grottesco, degno di attenzione corrosiva e iconoclasta.
Negli anni passati, la scena era rubata dalle gesta del Pagliaccio in capo, con la sua corte di nani, ballerine, zoccole e farisei rampanti, e Crozza - insieme con i Guzzanti e Vergassola - ha costituito la vera, unica e migliore rappresentazione critica: comica nella forma, ma serissima nella sostanza.
Poi l'avvento, recente, di Grillo ha fornito un materiale di freschissima attualità.
Ma è stato scavalcato dalle vicende del PD: questa è stata la sensazione di Crozza, e di molti di noi, che - senza dimenticare né il Pagliaccio né il Guru - sono stati travolti dalle gesta suicide di questo partito, accompagnate ovviamente da una galleria di fatti, facce, personaggi e dichiarazioni.
La frase della Finocchiaro, da sola, vale un'intera puntata di Crozza: "Che vogliono questi signori?", cioè gli iscritti del PD che sventolano la tessera del partito, o comunque i cittadini incazzati.
Chi vuole vedere con occhio benevolo questo governo, non può condividere la satira di Crozza su Enrico Letta e i suoi ministri, lo capisco.
Ma gli elementi sui quali infierire non mancano, e non sto qui a ripetere quello che ho detto in un post lontano pochi centimetri da questo.

Di Travaglio e Santoro abbiamo parlato, e sono comunque un'altra storia.
avatar
Rom

Messaggi : 996
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da cciappas il Lun 29 Apr 2013, 13:17

che crozza sia un artista ho miei dubbi,,, è dolo un giullare... e tra l'altro è anche noioso... molto spesso.

cciappas

Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 22.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Ospite il Lun 29 Apr 2013, 13:37

forse sfugge che nella moderna società dello (avan)spettacolo in cui sguazza la gran parte dei sedicenti politici, essere oggetto di satira (tanto più se addomesticata) è ritenuto un vantaggio, perchè ci si mette e si rimane così alla'attenzione del pubblico, associati benevolmente alla risata.
Versione moderna del vecchio motto "Si parli pure male di me, purchè si parli!"

Non escluderei affatto che le tante satire di politici cui assistiamo siano state dagli stessi sollecitate (avete notato, ad es., che da quando non si parla più della scesa in campo di Montezemolo, Crozza non lo sfotte più?)

Meditate gente, meditate! Rolling Eyes

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da cireno il Lun 29 Apr 2013, 14:35

C ome vuoi ROM, tutto giusto ma non ho capito che satira poter fare su Letta, che non era nemmeno nato nella veste di primo ministro.
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Rom il Lun 29 Apr 2013, 15:49

cireno ha scritto:C ome vuoi ROM, tutto giusto ma non ho capito che satira poter fare su Letta, che non era nemmeno nato nella veste di primo ministro.

Te lo ricordi Goria, quello che Forattini disegnava senza faccia - un ovale bianco contornato di barba?
Democristiani: intercambiabili maschere del potere che non fa rumore.
Sopire, attenuare, insabbiare. Don Rodrigo travestito da don Abbondio, don Ferrante che ragiona come Azzeccagarbugli, ma quando serve riesce a parlare come fra' Cristoforo.
La satira sui democristiani è riservata a quelli bravi, perché è come dipingere conigli bianchi che corrono sulla neve.
Ma è una satira che non fa mai ridere, perché, comunque la giri, sembra sempre la fotocronaca di una qualunque giornata italiana.
avatar
Rom

Messaggi : 996
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Tarzan il Sab 11 Mag 2013, 13:45

Sì, in effetti c'è qualcosa che continua a sfuggirmi:

Una decina di persone, incappucciate e a volto coperto,
che si definisco appartenenti al Comitato Vota Nessuno,

movimento di studenti e precari, stamani ha fatto irruzione nel gazebo del candidati a sindaco di Roma Ignazio Marino
e Gianni Alemanno, in piazza Bologna.
I manifestanti, secondo quanto si apprende, hanno insultato ed anche
aggredito con qualche spintone una ragazza volontaria che era al momento
li’ presente. Poi prima di andarsene hanno lanciato nel gazebo dei
volantini con su scritto: “Il 26 e 27 maggio vota nessuno”.

http://www.giornalettismo.com/archives/926145/la-volontaria-di-ignazio-marino-aggredita-a-roma/

Il colpo di stato non è un vero golpe all'amatriciana, ma al nero di seppia, consumato in un ristorante a 5 stelle
avatar
Tarzan

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 17.04.13
Età : 74
Località : Pesaro - Aosta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcosa mi sfugge

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum