L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da freg53 il Ven 03 Mag 2013, 17:37

L'Etna sarà proclamato a giugno patrimonio dell'Unesco,  a Phnon Penh in Cambogia,in occasione della 37 esima sessione del comitato del patrimonio mondiale,alla  presenza dei rappresentanti  di oltre 180 paesi.L'unione internazionale per la conservazione della natura  ha riconosciuto l'importanza scientifica ed educativa  ,l'eccezionale attività eruttiva  e l'ultra millenaria notorietà del vulcano,icona del mediterraneo.Negli ultimi tre mesi tredici eruzioni hanno  modificato  il profilo morfologico del vulcano ,il cratere di sud-est, creatosi nella primavera del 2011,che già nel 2012 aveva raggiunto l'altezza di 200 metri, è in ulteriore crescita.Quest'anno le popolazioni etnee hanno subito notevoli  disagi a causa della ricaduta di una grande quantità di cenere in tutto il territorio,ora si spera che questa notizia possa incrementare il flusso dei turisti che ogni anno visitano il nostro vulcano.

+


Ultima modifica di Guya il Ven 21 Giu 2013, 13:20, modificato 2 volte (Motivazione : titolo scritto in caratteri maiuscoli)
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da Adam il Ven 03 Mag 2013, 18:23

freg53 ha scritto:L'Etna sarà proclamato a giugno patrimonio dell'Unesco, a Phnon Penh in Cambogia,in occasione della 37 esima sessione del comitato del patrimonio mondiale,alla presenza dei rappresentanti di oltre 180 paesi.L'unione internazionale per la conservazione della natura ha riconosciuto l'importanza scientifica ed educativa ,l'eccezionale attività eruttiva e l'ultra millenaria notorietà del vulcano,icona del mediterraneo.Negli ultimi tre mesi tredici eruzioni hanno modificato il profilo morfologico del vulcano ,il cratere di sud-est, creatosi nella primavera del 2011,che già nel 2012 aveva raggiunto l'altezza di 200 metri, è in ulteriore crescita.Quest'anno le popolazioni etnee hanno subito notevoli disagi a causa della ricaduta di una grande quantità di cenere in tutto il territorio,ora si spera che questa notizia possa incrementare il flusso dei turisti che ogni anno visitano il nostro vulcano.

+

Toglimi una curiosità: che effetti ha la cenere sui terreni agricoli e sulle culture?
avatar
Adam

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 85
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da freg53 il Ven 03 Mag 2013, 19:25

Adam ha scritto:

Toglimi una curiosità: che effetti ha la cenere sui terreni agricoli e sulle culture?
non ci sono ancora ricerche scientifiche,tuttavia sugli ortaggi ha causato danni notevoli mentre sugli agrumi un pò meno.i maggiori disagì li hanno avuti tutti i cittadini che si sono dovuti impegnare in lavori straordinari per pulire grondaie e tetti,e i poveri sindaci che non avevano le risorse e i mezzi per pulire le città.quando sentiamo i boati guardiamo sempre verso il vulcano per vedere se c'è il pulviscolo,poi il vento decide chi accontentare.i centri più colpiti sono stati,giarre,santa venerina,trecastagni,pedara,zafferana e in piccola parte anche acireale.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da SaggiaSelvaggia il Ven 03 Mag 2013, 19:55

Grazie per la buona notizia.
Solo una precisazione, il Sud Est ha cominciato a formarsi nel 1971, il cratere di cui parli tu è il Nuovo Cratere di Sud Est, che si è sviluppato a partire
da un pit crater formatosi alla base del versante orientale di quello preesistente . La spiccata attività stromboliana che lo caratterizza ne ha provocato il consistente e veloce innalzamento, a causa della ricaduta e accumulo di scorie, lapilli e ceneri


@ Adam: i danni sulle piante sono di tipo "meccanico", cioè le scorie (a volte la granulometria non è esattamente quella della cenere, ma si tratta di vere e proprie pietre, di materiale pomiceo e quindi leggero, ma sempre pietre sono!) provocano ammaccature e abrasioni sui prodotti agricoli, nel caso di piante in fiore i boccioli vengono irrimediabilmente compromessi e con essi tutta la produzione futura.


avatar
SaggiaSelvaggia

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 10.04.13
Località : All'ombra del Vulcano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da Adam il Ven 03 Mag 2013, 21:55

Ma nonostante i danni, i disagi e i costi - oltre alla paura, suppongo - siete fieri di vivere vicino ad un "patrimonio dell'umanità", questo capisco da come ne parlate.
O qualcuno preferirebbe che questo patrimonio fosse un po' più il là?
avatar
Adam

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 85
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da einrix il Ven 03 Mag 2013, 22:05

Ricordo la sola volta che sono atterrato a Catania, sono rimasto colpito da una città nera per la cenere del vulcano, nera come nessun'altra città al mondo che non fosse altrettanto vicina ad un vulcano in continua attività.

Da militare, a metà degli anni sessanta, ricordo un paio di notti passate in tenda sulle colline di Randazzo, dove c'era un poligono di tiro. Era bellissimo vedere l'eruzione dell'Etna come fosse un fuoco d'artificio, e la valle che ci separava dal Vulcano, era quasi interamente coperta dalla nebbia, come se fosse il mare. Notti indimenticabili. Il 25 maggio sono a San Vito lo Capo, caro Cireno e mi fermo due settimane. Anche tu frequenti quelle zone, in quale periodo?
avatar
einrix

Messaggi : 7546
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 74
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da SaggiaSelvaggia il Sab 04 Mag 2013, 06:27

Adam ha scritto:Ma nonostante i danni, i disagi e i costi - oltre alla paura, suppongo - siete fieri di vivere vicino ad un "patrimonio dell'umanità", questo capisco da come ne parlate.
O qualcuno preferirebbe che questo patrimonio fosse un po' più il là?

Sai Adam, Non si tratta di fierezza, nè di paura. E' un sentimento viscerale, un misto di amore e rispetto. La convivenza con questo gigante non è mai stata facile, ma è là, tanto vale è meglio imparare a conoscerlo. Chi non c'è mai salito non può immaginare la moltitudine di paesaggi che vi si possono ammirare: colate laviche pietrose, distese deserte di cenere ma anche boschi profumati e sciare fiorite che in questa stagione sono uno vero spettacolo.
La mattina quando esco di casa per me è normale "controllare " l'umore" del vulcano, vedere di che colore è il fumo, quasi dovessi trarne un vaticinio e se ci sono segnali di una nuova frattura apertasi magari durante la notte.
A Muntagna, come viene semplicemente chiamata da coloro che ci abitano, è una presenza forte ma non credo esista un solo catanese che potrebbe mai dire di avere paura.

Adesso devo andare, mi dispiace non poter continuare un discorso che merita più tempo.
Però domani torno.

avatar
SaggiaSelvaggia

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 10.04.13
Località : All'ombra del Vulcano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da freg53 il Sab 04 Mag 2013, 19:11

una settimana fa era uno spettacolo,dalla terrazza di casa mia si ammirava la lunga scia di fuoco che si dirigeva verso la valle del bove ( area di 37 clilometri quadrati che si è formata 64.000 anni fa) mentre oggi è tutto tranquillo.siamo orgogliosi del nostro vulcano,unica fonte della nostra ricchezza.ora con questo riconoscimento arriveranno molti fondi,che verranno gestiti dall'ente parco dell'etna.speriamo bene.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da Shaka_Zulu il Sab 04 Mag 2013, 22:16

einrix ha scritto:Ricordo la sola volta che sono atterrato a Catania, sono rimasto colpito da una città nera per la cenere del vulcano, nera come nessun'altra città al mondo che non fosse altrettanto vicina ad un vulcano in continua attività.

Da militare, a metà degli anni sessanta, ricordo un paio di notti passate in tenda sulle colline di Randazzo, dove c'era un poligono di tiro. Era bellissimo vedere l'eruzione dell'Etna come fosse un fuoco d'artificio, e la valle che ci separava dal Vulcano, era quasi interamente coperta dalla nebbia, come se fosse il mare. Notti indimenticabili. Il 25 maggio sono a San Vito lo Capo, caro Cireno e mi fermo due settimane. Anche tu frequenti quelle zone, in quale periodo?

Anch'io ho fatto i tiri d'artiglieria nella stessa zona, quindici giorni di campo a fuoco fra Maletto, Randazzo e Fiumara Trojna.
Le notti passate come comandante della guardia in compagnia del vulcano rimangono indimenticabili.
Come già mi è capitato di racccontare il ritmico abbassarsi ed aumentare del livello lavico faceva pulsare la luce in lontananza all'interno del cratere. sembrava che la montagna respirasse.
Spettacoli unici.
avatar
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 61

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da Condor il Lun 06 Mag 2013, 22:18

SaggiaSelvaggia ha scritto:

@ Adam: i danni sulle piante sono di tipo "meccanico", cioè le scorie (a volte la granulometria non è esattamente quella della cenere, ma si tratta di vere e proprie pietre, di materiale pomiceo e quindi leggero, ma sempre pietre sono!) provocano ammaccature e abrasioni sui prodotti agricoli, nel caso di piante in fiore i boccioli vengono irrimediabilmente compromessi e con essi tutta la produzione futura.


Certamente, Saggia!
I danni di natura meccanica ci sono per le colture. Però sembra che il danno meccanico sia compensato da una ricca fertilità dei terreni su cui è piovuto cenere vulcanica; in quanto la cenere contribuisce ad arricchire i terreni di quelle sostanze minerali assorbite dalle colture intensive, impiantate su terreni a dir poco esausti. In poche parole, il terreno si rigenera.
Non da meno è il fattore ritenzione idrica di cui beneficia il terreno a causa della porosita delle rocce effusive (pomici), rendendo in tal modo fertili anche strutture argillose di terreni incoltivabili.
Chi ti scrive, vive non molto lontano dal Vesuvio e ti parla per conoscenza indotta.
avatar
Condor

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 11.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da SaggiaSelvaggia il Mar 07 Mag 2013, 08:01

E' vero anche questo, anche se inizialmente la cenere vulcanica è praticamente sterile infatti ci vuole un certo tempo, che varia in funzione della granulometria e della composizione, prima che inizi il processo di alterazione necessario a veicolare i minerali che vanno ad arricchire il suolo. I terreni lavici infatti sono fertilissimi e fino a dove è possibile vengono coltivati intensamente ad orti, frutteti e vigneti che producono un ottimo vino tutelato dal marchio DOC.
Se non sbaglio mi pare che anche dalle tue parti ci siano degli ottimi vini.
avatar
SaggiaSelvaggia

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 10.04.13
Località : All'ombra del Vulcano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da Condor il Mar 07 Mag 2013, 21:27

SaggiaSelvaggia ha scritto:E' vero anche questo, anche se inizialmente la cenere vulcanica è praticamente sterile infatti ci vuole un certo tempo, che varia in funzione della granulometria e della composizione, prima che inizi il processo di alterazione necessario a veicolare i minerali che vanno ad arricchire il suolo. I terreni lavici infatti sono fertilissimi e fino a dove è possibile vengono coltivati intensamente ad orti, frutteti e vigneti che producono un ottimo vino tutelato dal marchio DOC.
Se non sbaglio mi pare che anche dalle tue parti ci siano degli ottimi vini.

Eh già, Saggia, non sbagli affatto.
La Campania - con Avellino - è importante sede di una delle prime scuole italiane di enologia - con precisione la terza, fondata nella seconda metà del 1800 -
A proposito di colture su terreni vulcanici: su un'area degli scavi di Pompei nei pressi dell'anfiteatro, e sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, è stato dato corso al progetto - nel 1996 - di ripristino di un antico vitigno che su quell'area insisteva.
Per saperne di più, vedere il link postato, cliccando: Villa dei Misteri, da Pompei il vino.
Già che ti ci trovi, sbircia anche la storia dell'azienda cui è stato affidato quel prestigioso progetto.

http://www.mastroberardino.com/ita/index.asp
avatar
Condor

Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 11.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da SaggiaSelvaggia il Mer 08 Mag 2013, 08:16

Mi piacerebbe gustarlo questo vino di 2000 anni fa!
Invece sull'Etna, in C.da Gurrida esiste un laghetto che si forma solo in inverno, sommergendo per circa sei mesi, un vigneto di uve alicante (che è lo stesso vitigno dei vini Cannonau e Tocai) che credo sia uno dei pochissimi esempi, se non l'unico, di vigneti sommersi.
Questo tipo di coltivazione è assolutamente inusuale per la vite ma ha preservato le piante dalla filossera che nel 18
00 ha devastato i vigneti etnei.

avatar
SaggiaSelvaggia

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 10.04.13
Località : All'ombra del Vulcano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da Shaka_Zulu il Mer 08 Mag 2013, 15:55

Certo che si rimane sempre impressionati di quante cose inusuali ci mette a disposizione la natura.
Questa del lago stagionale sull'Etna e dei vitigni sommersi non la sapevo.


avatar
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 61

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da SaggiaSelvaggia il Mer 08 Mag 2013, 17:52

Se è per questo di cose particolari ce ne sono a fetere , basta conoscerle!!
Per esempio sul
versante orientale si trova un grande compluvio, che raccoglie le acque
provenienti da vari canaloni che partono dalle zone sommitali, chiamato
con moderno toponimo Torrente Sciambro, ma dagli antichi è saputu sentiri "Vallone
Quarantore".

La particolarità di questo ruscello è quella di essere
attivo solo per pochissimo tempo da aprile a maggio, durante il disgelo
della neve e soltanto nelle ore più calde della giornata, il restante
periodo dell'anno è quasi sempre asciutto, da qui il nome quarantore.

Non
si tratta affatto di un rivoletto d'acqua, ma di un vivace torrente che forma cascate e pozze dove poter fare all'occorrenza un bagno, cioè
se uno ha l'indole pinguina!

Risarirlo è un'esperienza unica per vari
motivi, innanzi tutto perchè sull'Etna non esistono corsi d'acqua,
visto che le rocce basaltiche sono molto fratturate e quindi la quasi
totalità delle acque si infiltra nel sottosuolo, secondariamente per il
panorama, infatti è circondato da un bosco di pini neri che si dirada man
mano che si sale di quota, e passa a vegetazione a pulvini di
spinosanto fino ad arrivare, nelle zone più alte, al deserto vulcanico.



avatar
SaggiaSelvaggia

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 10.04.13
Località : All'ombra del Vulcano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da freg53 il Lun 13 Mag 2013, 18:15

in vetta,3.300 metri,resiste una piccola striscia di neve,ora inizieranno le escursioni estive.giusto qualche giorno fa è morto, per un incidente stradale, il titolare dell'azienda funivia dell'etna.lo conoscevo,era un amante del nostro vulcano.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da freg53 il Dom 16 Giu 2013, 17:05

il cemento usato dai romani era più efficiente di quello usato ai nostri giorni.era un misto di cenere vulcanica e calce.negli ultimi dieci anni l'Etna ci ha regalato milioni di tonnellate di cenere vulcanica che è rimasta praticamente inutilizzata,magari in prossimo futuro potremo utilizzarla.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da Adam il Dom 16 Giu 2013, 17:49

E quando scarseggerà la cenere, tritureremo la lava. Tanto ogni tanto l'Etna ce ne fornisce una buona riserva.

Se si può
avatar
Adam

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 85
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da freg53 il Ven 21 Giu 2013, 11:21

ora è ufficiale.L'Unesco ha inserito il monte Etna fra il patrimonio dell'Umanità.Se ne parla da 2.700 ma da cinquecentomila il nostro vulcano è fonte di vita di un vasto territorio.In questi giorni,senza  vento e senza una nuvola, il vulcuno svetta nella sua maestosità.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'ETNA Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum