La schizofrenia dell'ultimo duce

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La schizofrenia dell'ultimo duce

Messaggio Da cireno il Ven 27 Set 2013, 06:53


    Il18 aprile del 1945 quello che restava fisicamente di Mussolini, che aveva ancora da compiere 62 anni, si riunì nel palazzo della Prefettura di Milano, ai suoi ultimi fedelissimi, AldoResega, Carlo Borsani, Solaro, Pavolini, Porta, Preziosi, Mezzasoma, Bombacci ecc. e in fine, con la sua amante Claretta Petacci, travestito da soldato tedesco, cercò di fuggire verso la Svizzera su un camion militare della Wehrmacht, mescolato a militari tedeschi. Fu la fine ignomigniosa di un uomo che per oltre venti anni aveva condizionato l’Italia, portandola a combattere, assolutamente impreparata, tre guerre di cui l’ultima aveva lasciato il Paese assolutamente disastrato.
    Fu un crepuscolo tragico degno perfettamente in linea con la figura di un uomo che sarebbe stato davvero meglio non fosse mai nato, che certamente l’Italia ne avrebbe avuto enormi vantaggi.
    Ieri a Palazzo Grazioli l’ultimo duce della politica italiana, circondato dai suoi Pavolini, le ridicole Santanchè, il piduista Cicchitto, signorsì Alfano, gli Schifano delle pesanti ombre mai diradate, l’assurdo, improponibile e incapace Brunetta e tutti i duri(puri manco per niente) del suo movimento che, nei fatti, ha tradito anche la Destra liberale che in Italia è scomparsa, sta chiaramente cercando una via di fuga , non verso la Svizzera ma verso un destino che ormai niente e nessuno potrà modificargli, dimostrando un’assoluta mancanza di dignità e perfino di pragmaticità in un comportamento schizoide che non potrà che ripercuotersi negativamente purtroppo anche sulla salute dell’intero Paese.
    Un crepuscolo di finti dei assolutamente indecente e vergognoso, del tutto alieno agli interessi del Paese che li ha sostenuti, e anche profumatamente pagati, fino ad oggi. 
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La schizofrenia dell'ultimo duce

Messaggio Da Rom il Ven 27 Set 2013, 07:05

Pavolini, pur nella sua nequizia, non merita di essere paragonato a Capezzone.
avatar
Rom

Messaggi : 996
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: La schizofrenia dell'ultimo duce

Messaggio Da cireno il Ven 27 Set 2013, 07:39

Rom ha scritto:Pavolini, pur nella sua nequizia, non merita di essere paragonato a Capezzone.
C'erano delle figure interessanti intorno a Mussolini e Pavolini era una di queste, con tutti i limiti dovuti alla sua esaltazione per un uomo e un partito che non meritavano certo questo stato d'animo, come forse ci saranno intorno a Berlusconi e Capocazzone, un "uomo" davvero di merda, non può essere nemmeno avvicinato a personaggi come Pavolini, hai ragione. 
Rimane il fatto che...................
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La schizofrenia dell'ultimo duce

Messaggio Da einrix il Dom 29 Set 2013, 18:06

Giovanardi, morfologicamanete, può essere paragonato per molti versi a Capezzone: dalla statura al portamento, ad uno smodato senso della sicurezza per le proprie idee. Il primo, nella sua demenza è fermamente convinto di ciò che sostiene, mentre Capezzone no. Quest'ultimo, demenza e  servilismo li mette drammaticamente a disposizione di Berlusconi, perché quello è il suo attuale sporco lavoro.
avatar
einrix

Messaggi : 7334
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 74
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La schizofrenia dell'ultimo duce

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum