L'8 Settembre del Pd

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 il Sab 20 Apr 2013, 07:48

Ma cosa fanno questi dirigenti.La presidente se ne va,il segretario si dimette.E noi cosa facciamo?.Un pò di dignità per favore.Va bene che è una sconfitta storica,ma c'è modo e modo.Qualcuno si faccia sentire,si convochi un congresso straordinario e in trenta giorni,se si vuole,si possono nominare nuovi dirigenti e nuovi programmi.Non si fa così,forse vi avevamo sopravvalutato e non ce ne eravo accorti,ma quando succede un disastro in qualsiasi famiglia c'è sempre qualcuno che diventa punto di riferimento.Se non si fa qualcosa a brevissimo, in pochi giorni si può distruggere una storia che è nata cento anni fa.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da rikkitikkitavi il Sab 20 Apr 2013, 08:01

freg53 ha scritto:Ma cosa fanno questi dirigenti.La presidente se ne va,il segretario si dimette.E noi cosa facciamo?.Un pò di dignità per favore.Va bene che è una sconfitta storica,ma c'è modo e modo.Qualcuno si faccia sentire,si convochi un congresso straordinario e in trenta giorni,se si vuole,si possono nominare nuovi dirigenti e nuovi programmi.Non si fa così,forse vi avevamo sopravvalutato e non ce ne eravo accorti,ma quando succede un disastro in qualsiasi famiglia c'è sempre qualcuno che diventa punto di riferimento.Se non si fa qualcosa a brevissimo, in pochi giorni si può distruggere una storia che è nata cento anni fa.

no. quella di cent'anni fa la avete già distrutta. adesso c'è solo da raccogliere quei poveri elettori che hanno dato il voto al pastrocchio e cercare di riguadagnarsi la loro fiducia. ma non è come dirlo.
avatar
rikkitikkitavi

Messaggi : 463
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Ospite il Sab 20 Apr 2013, 08:22

d'accordo. quello che il pd fosse l'erede e continuatore di quei cent'anni è uno dei suoi equivoci fondanti, tutt'altro che estraneo alla sua ingloriosa fine. Prima lo si comprende meglio è

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Rom il Sab 20 Apr 2013, 10:19

Bessarione13 ha scritto:d'accordo. quello che il pd fosse l'erede e continuatore di quei cent'anni è uno dei suoi equivoci fondanti, tutt'altro che estraneo alla sua ingloriosa fine. Prima lo si comprende meglio è

Il PD non ne era l'erede nella sua genesi e come gruppo dirigente, ma lo è stato nella gran parte del suo elettorato. E un partito è fatto soprattutto della sua componente popolare e sociale, non dalla nomenklatura.
avatar
Rom

Messaggi : 996
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Ospite il Sab 20 Apr 2013, 10:31

Rom ha scritto:

Il PD non ne era l'erede nella sua genesi e come gruppo dirigente, ma lo è stato nella gran parte del suo elettorato. E un partito è fatto soprattutto della sua componente popolare e sociale, non dalla nomenklatura.
a parte che quello che dici vale solo per una porzione (non so valutare più quanto consistente) dell'elettorato pd, quando tra popolo e nomenklatura non c'è corrispondenza siamo, appunto, in pieno equivoco, destinato prima o poi a esplodere con effetti tanto più dirompenti quanto più l'equivoco persiste. Come i fatti stanno dimostrando.
E non è cambiando nomenclatura a caso o (è lo stesso ma più espressivo) a cazzo, sulla base di istanze giovanilistiche, modernistiche ecc. che l'equivoco può essere risolto.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cireno il Sab 20 Apr 2013, 10:45

Il grande equivoco sta nel fatto che il popolo che votava PCI ha creduto alla virata post caduta del Muro che il PDS il DS ha evidenziato come necessaria perchè "il comunismo aveva fallito". E così pensando ha castigato qualunque partito da Rifondazione in avanti che voleva ricordare il contrario, e cioè che finito semmai poteva essere lo stalinismo, ma questa è un'altra storia. Il popolo del PCI, che quello del PSI ha virato in gran parte verso il venditore di pignatte, ha creduto che il risultato della distillazione inziata da Occhetto fosse in qualche modo legata al vecchio PC, cosa impossibile vista la aggregazione dei vecchi DC della sinistra cristiana. E' stato un pastrocchio a scopo elettorale quella fusione di acqua e olio, e oggi si pagano le conseguenze. E purtroppo lo paga soprattutto una persona per bene come Bersani.
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 il Sab 20 Apr 2013, 11:12

la verita è che c'è un vuoto di democrazia perchè non ci sono più partiti.abbiamo mascherato tutto con le primarie che questa volta ci hanno consegnato almeno 200 deputati che dipendono più dai twitt che dai ragionamenti politici,e dal confronto nei circoli.ci siamo trovati con grillo in casa.con il prolungamento del mandato per napolitano si certificherebbe il fallimento di una classe politica e non solo.anche la società civile è corresponsabile di questo fallimento.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 il Sab 20 Apr 2013, 11:20

passiamo alla politica più spicciola.con l'elezione di Prodi si andava a nuove elezioni entro 3 mesi.con l'aria che tira almeno 200 deputati del pd non sarebbero stati confermati.moltissimi,almeno 100,avranno fatto questo ragionamento,me ne fotto del pd ma favorisco una soluzione per evitare le elezioni.significa confermare la legislatura per almeno 2 3 anni.conservo il mio stipendio e buona notte ai suonatori.noi nel forum ci confrontiamo per cose nobili mentre quelli pensano al portafoglio.onestamente con la soluzione che si sta prospettando l'unico sfavorito è berlusconi,oggi ha ilo vento in poppa ,domani con eventuali condanne non si sa.qualche garanzia l'avrà ricevuta.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cireno il Sab 20 Apr 2013, 11:33

Cioè FREG stai dicendo che anche nel PD ci sono i Razzi? Io stento a crederci, comunque....
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 il Sab 20 Apr 2013, 11:41

l'unica cosa negativa che vedo in questo momento è che due forze tendenzialmente eversive,lega e pdl,sono state riabilitate agli occhi degli italiani.un capolovoro all'incontrario.di questo dobbiamo ringraziare il sig. grillo.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Lara il Sab 20 Apr 2013, 11:45

No, Freg sta dicendo che è stato un errore far eleggere deputati che non fossero stati catapultati dall'alto e che non sapessero, quindi, fare quei "ragionamenti politici", che si traducono in trattative per bande.
Questi nuovi deputati raccolgono le indicazioni dei cittadini.
La Finocchiaro si chiede allibita: "ma cosa vogliono?"
avatar
Lara

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 il Sab 20 Apr 2013, 11:53

ma ricordiamoci che quelli che manifestano nelle piazze,quelli che scrivono twitt sono una minoranza qualificata ma sempre minoranza.per questo noi di sinistra siamo stati sempre sorpresi dal risultato delle elezioni,la maggioranza silenziosa che non partecipa,che non manifesta ma che guarda e osserva fa sempre cose diverse di quelle che noi auspichiamo.anche davanti ai cancelli della fiat nel 198o fummo sorpresi da quella marcia dei quarantamila.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 il Sab 20 Apr 2013, 11:59

abbiamo troppo enfatizzato queste primarie.nel documento di barca sono state demolite,in effetti alle primarie partecipano una minoranza di elettori.nella mia provincia hanno partecipato poco più di 30.000 elettori una minoranza delle minoranze.( oltre un milione di abitanti)
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Lara il Sab 20 Apr 2013, 12:09

Appunto, sempre sorpresi. perchè nel PD si individuano le soluzioni nel raggiungimento di equilibri interni al partito e negli equilibrismi con gli altri protagonisti del pannello politico.
E' chiaro che agli elettori non gliene frega niente di queste faccende, comprensibili ma assolutamente secondarie, da tenere possibilmente nascoste perchè rivelatorie di quanto siano interessati ad un'azione politica vera.

Invece, sento dire che la candidatura di Rodotà spacca il Paese, che non è assolutamente vero, anzi.
La verità è che è una candidatura che non consente a nessuno di dire che ha vinto la propria linea (salvo Grillo) e questo è inaccettabile per le bande organizzate.
avatar
Lara

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cireno il Sab 20 Apr 2013, 12:19

Lara ha scritto:Appunto, sempre sorpresi. perchè nel PD si individuano le soluzioni nel raggiungimento di equilibri interni al partito e negli equilibrismi con gli altri protagonisti del pannello politico.
E' chiaro che agli elettori non gliene frega niente di queste faccende, comprensibili ma assolutamente secondarie, da tenere possibilmente nascoste perchè rivelatorie di quanto siano interessati ad un'azione politica vera.

Invece, sento dire che la candidatura di Rodotà spacca il Paese, che non è assolutamente vero, anzi.
La verità è che è una candidatura che non consente a nessuno di dire che ha vinto la propria linea (salvo Grillo) e questo è inaccettabile per le bande organizzate.

Napolitano è, per il PD, la soluzione migliore. Rodotà, ripeto, è stato bruciato da Grillo che non è il massimo della coerenza e dell'affidabilità. Con Napolitano avremo un governo forse Amato, con ministri tratti magari dai dieci saggi, sicuramente senza nessun grillino che il profeta continuerà a dire no niet nein. Vedremo: un governo di un paio d'anni su temi ben precisi potrebbe calmare le acque.
Per Rodotà mi spiace, ma se avesse rifiutato l'incarico di Grillo, forse ce l'avrebbe fatta lui.
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da rikkitikkitavi il Sab 20 Apr 2013, 12:20

freg53 ha scritto:l'unica cosa negativa che vedo in questo momento è che due forze tendenzialmente eversive,lega e pdl,sono state riabilitate agli occhi degli italiani.un capolovoro all'incontrario.di questo dobbiamo ringraziare il sig. grillo.

no, freg: dobbiamo proprio ringraziare il pastrocchio. qui grillo è stato cristallino e coerente, ha candidato una degnissima persona, che ha anche l'esperienza e le qualfiche per fare il presidente della repubblica. l'errore, e grossolano, è stato non votarlo e provare prima l'inguacchio con il nano grasso e pelato e poi la prova di forza, quando già si era capito che bersani come conte il due di spade quando la briscola è a coppe.
avatar
rikkitikkitavi

Messaggi : 463
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Lara il Sab 20 Apr 2013, 12:24

freg53 ha scritto:abbiamo troppo enfatizzato queste primarie.nel documento di barca sono state demolite,in effetti alle primarie partecipano una minoranza di elettori.nella mia provincia hanno partecipato poco più di 30.000 elettori una minoranza delle minoranze.( oltre un milione di abitanti)

Come al solito, individui come un problema l'unico timido tentativo di porre un freno alla cooptazione, alla necessità di affiliazione e ai padrinati. Pensi davvero che i cittadini non si siano stancati di questo immobilismo da cosche?

Napolitano, e Amato? Ti rendi conto? Torniamo indietro a più di 20 anni fa.
Un paese occidentale di 60 milioni di abitanti incapace di rinnovare la sua classe dirigente in modo naturale, fisiologico. Politici che ci vogliono far credere di essere indispensambili, come un dottore disonesto che continui a fa sanguinare la piaga per poter continuare a smerciare bende.
avatar
Lara

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Lara il Sab 20 Apr 2013, 12:40

.[/quote]

Napolitano è, per il PD, la soluzione migliore. Rodotà, ripeto, è stato bruciato da Grillo che non è il massimo della coerenza e dell'affidabilità. Con Napolitano avremo un governo forse Amato, con ministri tratti magari dai dieci saggi, sicuramente senza nessun grillino che il profeta continuerà a dire no niet nein. Vedremo: un governo di un paio d'anni su temi ben precisi potrebbe calmare le acque.
Per Rodotà mi spiace, ma se avesse rifiutato l'incarico di Grillo, forse ce l'avrebbe fatta lui.[/quote]


No, Cireno non sono d'accordo.
Il paese è stato ancora una volta umiliato. Tutti sordi alla richiesta di una personalità veramente indipendente, tutti contenti ora per la riuscita dell'ennesima vergognosa trattativa.
Altro che cambiamento! Ti ricordi la vedova di quella guardia del corpo di Falcone che, in chiesa, durante i funerali di stato, gettò il foglietto dove era scritto l'augurio che gli aguzzini cambiassero, e pianse accoratamente..." ma non cambiano, loro non cambiano.."
Ecco, sono in quello stato d'animo, e non ricordo neanche dove ho messo le valigie.
avatar
Lara

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cireno il Sab 20 Apr 2013, 13:19

Lara ha scritto:.
No, Cireno non sono d'accordo.
Il paese è stato ancora una volta umiliato. Tutti sordi alla richiesta di una personalità veramente indipendente, tutti contenti ora per la riuscita dell'ennesima vergognosa trattativa.
Altro che cambiamento! Ti ricordi la vedova di quella guardia del corpo di Falcone che, in chiesa, durante i funerali di stato, gettò il foglietto dove era scritto l'augurio che gli aguzzini cambiassero, e pianse accoratamente..." ma non cambiano, loro non cambiano.."
Ecco, sono in quello stato d'animo, e non ricordo neanche dove ho messo le valigie.

Perchè il Paese umiliato? L'umiliazione l'hanno fatta a Prodi, l'unico uomo di caratura internazionale che abbiamo a disposizione. Rimettendo Napolitano ci sarà per forza l'accordo PD PDL, e durerà almeno fino al 2015. Grillo urlerà? e lasciamolo urlare, per ora la sua azione è solo distruttiva, a che serve?
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Ospite il Sab 20 Apr 2013, 13:40

cireno ha scritto:

Napolitano è, per il PD, la soluzione migliore. Rodotà, ripeto, è stato bruciato da Grillo che non è il massimo della coerenza e dell'affidabilità. Con Napolitano avremo un governo forse Amato, con ministri tratti magari dai dieci saggi, sicuramente senza nessun grillino che il profeta continuerà a dire no niet nein. Vedremo: un governo di un paio d'anni su temi ben precisi potrebbe calmare le acque.
Per Rodotà mi spiace, ma se avesse rifiutato l'incarico di Grillo, forse ce l'avrebbe fatta lui.
Ammesso - e non concesso (vedi appresso) - che Napolitano sia la migliore soluzione per il pd, è certamente la peggiore per il paese. Motivo:
1 - se è vero che la costituzione non vieta la rielezione è altrettanto vero che non la veda di buon occhio, anzi. Ciò è tanto vero che esiste il semestre bianco, che ha lo scopo di impedire che un presidente, alla vigilia della scadenza, sciolga le camere nella speranza che le nuove lo riconfermino: siamo, quindi, ad un ulteriore pezzo dell'impianto costituzionale che salta
2 - sento dire che, per evitare un bis di Prodi, verrebbe richiesto al pd di rendere riconoscibili i voti dei suoi grandi elettori - similmente a quanto fatto ieri da sel - con buona pace della segretezza del voto: altro tassello saltato
3 - la riconferma sarà la attestazione ufficiale della inutilità del parlamento, incapace di fare il suo mestiere
4 - con ogni probabilità la riconferma avverrà con un cospicuo numero di voti contrari - in qualunque modo la contrarietà sarà espressa - che non saranno lusinghieri per N., indebolendone la credibilità, anche a livello internazionale
5 - logica conseguenza della rielezione sarà il governissimo (comunque sarà chiamato), con ulteriore rafforzamento della vandea grilliana, tanto più che detto governo dovrà, con tutta probabilità, assumere decisioni sgraditissime, alla Monti
6 - quando fatta (come?) la riforma elettorale si andrà alle nuove elezioni politiche, il pd si ritroverà ai minimi storici e il parlamento sarà dominato dal pdl, l'unica forza politica rimasta in campo (i grillini non sono tale)
7 - stante che madre natura - se non, auspicabilmente, la scelta di Napolitano di dimettersi per non ... restaurare la monarchia - renderà presumibilmente vicina la elezione di un nuovo PdR, il suo cognome con tutta probabilità comincerà con B (ma non quella di Bersani)
Potrei continuare, ma qui mi fermo per andare a preparare la valigia

P.S. sento che Barca - tanto per cambiare, fuori tempo massimo (questa sarebbe la speranza del pd?) - dice che il pd dovrebbe votare Rodotà o Bonino

mi consigliate di espatriare nelle fredde brume di qualche ricco paese scandinavo di solita democrazia o in qualche isola tropicale dal clima accogliente ma misere condizioni materiali?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Arzak il Sab 20 Apr 2013, 13:45

Rimettendo Napolitano ci sarà per forza l'accordo PD PDL, e durerà almeno fino al 2015. Grillo urlerà? e lasciamolo urlare, per ora la sua azione è solo distruttiva, a che serve?
Serve a farlo stravincere alle prossime elezioni e a seppellire definitivamente il PD. Per perdere tre o quattro mesi per avere lo stesso presidente, un governo identico al precedente ed una maggioranza uguale a quella precedente tanto valeva nemmeno votare.
avatar
Arzak

Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Arzak il Sab 20 Apr 2013, 13:49

Bessarione13 ha scritto:mi consigliate di espatriare nelle fredde brume di qualche ricco paese scandinavo di solita democrazia o in qualche isola tropicale dal clima accogliente ma misere condizioni materiali?
Se hai soldi la seconda scelta. Se non hai soldi sconsiglio la prima. Totale, vai al caldo.

Nell'altro forum qualcuno, mi pare Guya, aveva fatto una lista dei paesi più adatti all'espatrio. Ci rivediamo lì.


Ultima modifica di Nathan il Sab 20 Apr 2013, 13:52, modificato 1 volta
avatar
Arzak

Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cireno il Sab 20 Apr 2013, 13:51

Bessarione13 ha scritto:Ammesso - e non concesso (vedi appresso) - che Napolitano sia la migliore soluzione per il pd, è certamente la peggiore per il paese. Motivo:
1 - se è vero che la costituzione non vieta la rielezione è altrettanto vero che non la veda di buon occhio, anzi. Ciò è tanto vero che esiste il semestre bianco, che ha lo scopo di impedire che un presidente, alla vigilia della scadenza, sciolga le camere nella speranza che le nuove lo riconfermino: siamo, quindi, ad un ulteriore pezzo dell'impianto costituzionale che salta
2 - sento dire che, per evitare un bis di Prodi, verrebbe richiesto al pd di rendere riconoscibili i voti dei suoi grandi elettori - similmente a quanto fatto ieri da sel - con buona pace della segretezza del voto: altro tassello saltato
3 - la riconferma sarà la attestazione ufficiale della inutilità del parlamento, incapace di fare il suo mestiere
4 - con ogni probabilità la riconferma avverrà con un cospicuo numero di voti contrari - in qualunque modo la contrarietà sarà espressa - che non saranno lusinghieri per N., indebolendone la credibilità, anche a livello internazionale
5 - logica conseguenza della rielezione sarà il governissimo (comunque sarà chiamato), con ulteriore rafforzamento della vandea grilliana, tanto più che detto governo dovrà, con tutta probabilità, assumere decisioni sgraditissime, alla Monti
6 - quando fatta (come?) la riforma elettorale si andrà alle nuove elezioni politiche, il pd si ritroverà ai minimi storici e il parlamento sarà dominato dal pdl, l'unica forza politica rimasta in campo (i grillini non sono tale)
7 - stante che madre natura - se non, auspicabilmente, la scelta di Napolitano di dimettersi per non ... restaurare la monarchia - renderà presumibilmente vicina la elezione di un nuovo PdR, il suo cognome con tutta probabilità comincerà con B (ma non quella di Bersani)
Potrei continuare, ma qui mi fermo per andare a preparare la valigia

P.S. sento che Barca - tanto per cambiare, fuori tempo massimo (questa sarebbe la speranza del pd?) - dice che il pd dovrebbe votare Rodotà o Bonino

mi consigliate di espatriare nelle fredde brume di qualche ricco paese scandinavo di solita democrazia o in qualche isola tropicale dal clima accogliente ma misere condizioni materiali?

sono d'accordo quasi su tutto, obietto sulla frase che hai scritto su Barca: perchè TANTO PER CAMBIARE FUORI TEMPO MASSIMO?-Barca non ha mai detto niente fino a ieri. Comunque...si vedrà.
Certo la situazione è bruttona, e ho proprio paura che il prossimo primo ministro si chiamerà Berlusconi.

L'India è il Paese più bello. Io parlo francese ma ho un inglese approssimativo, se sai bene l'inglese andiamo in India, tu parli e io fotografo.
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cireno il Sab 20 Apr 2013, 13:53

Nathan ha scritto:
Serve a farlo stravincere alle prossime elezioni e a seppellire definitivamente il PD. Per perdere tre o quattro mesi per avere lo stesso presidente, un governo identico al precedente ed una maggioranza uguale a quella precedente tanto valeva nemmeno votare.

Perchè vorresti il PD morto e sepolto?
Il PD si salva, alla grande, se dirime l'equivoco: Renzi e la DC da una parte, Barca o Orfini o Civati dall'altra: a ognuno il suo ruolo. E che finalmente nasca un partito serio di sinistra, con Vendola Ferrero lasciando Di Pietro alle sue origini di destraiolo
avatar
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 117
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Shaka_Zulu il Dom 05 Mag 2013, 15:06

La prima intervista di Bersani da quando non è più segretario; l'ho trovata interessante.

«Il Pd ha mancato la prova»

QUI
avatar
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 60

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 il Dom 05 Mag 2013, 15:59

ho letto l'intervista sul sito dell'unità.purtroppo il giornale non viene più distribuito in sicilia, e dopo oltre trenta anni che lo leggevo mi sento quasi orfano.bersani è stato un ottimo segretario,ha mancato la prova decisiva ed ora ne ha tratto le conseguenze.
avatar
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 69
Località : acireale

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Shaka_Zulu il Dom 05 Mag 2013, 18:26

freg53 ha scritto:ho letto l'intervista sul sito dell'unità.purtroppo il giornale non viene più distribuito in sicilia, e dopo oltre trenta anni che lo leggevo mi sento quasi orfano.bersani è stato un ottimo segretario,ha mancato la prova decisiva ed ora ne ha tratto le conseguenze.

Puoi fare un abbonamento via web.
Per quanto mi riguarda, da quando i grillotravaglisti hanno cominciato a chiamarlo Pravda, fare paragoni da dementi con Libero e a sparargli addosso lo compro più spesso di prima e non manco mai di visitarne le pagine ogni giorno anche per sostenerlo.

Il difetto di Bersani è quello di essere intelligente, non cercare la presenza mediatica e credere veramente in quello che fa e queste sono qualità imperdonabili nell'Italia degli imbonitori da baraccone come Berlusconi, Grillo e Renzi.
Ancora più grave è inviso a chi non fa un cazzo, ma quando parla fa danni come Veltroni.

Un'ultimo e gravissimo difetto è quello di essere una persona per bene e senza un solo scheletro nell'armadio, nessuno è mai riuscito a fargli un articolo, un inchiesta sopra e questo per il travaglismo grillante è così insopportabile che Grillo e i fattoquotidianisti sono costretti a sbraitare inventandosi quelle teoria da storpi mentali per cui Bersani aveva organizzato il governo PD+PdL da tempo immemore.
Solo un cretino può credere ad una simile castroneria, ma di cretini si è visto che c'è abbondanza.
avatar
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 60

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da einrix il Dom 05 Mag 2013, 19:16

Non sono così preoccupato. Che il PD abbia fatto una figuraccia, è indubbio, e non penso neppure che l'abbia fatta per l'inesperienza dei nuovi eletti, o per la presenza delle donne. Per conto mio, Bersani non ha tenuto ben forte il timone del comando. Ma a lui, per il carattere che ha, non era neppure giusto chiederglielo. Per evitare situazioni simili, occorre trovare un gran figlio di puttana, e nominarlo Segretario.

Si, si potrebbe dire così, ma per conto mio, non c'è nulla di pregiudizievole, e le cose molto più semplicemente sono andate in quel modo per l'eccessiva concitazione in un quadro politico incerto.

A Grillo è andato addirittura di culo, che si fosse ritirata la Gabanelli e Strada, potendo lanciare un Rodotà con il solo scopo di creare caos nel centro sinistra. Mica sapeva, un giorno prima, che Rodotà sarebbe venuto fuori dal cappello delle sue votazioni primarie del Presidente.

E poi, nella fiera degli equivoci in quanti si aspettavano un esito simile a quello che c'era stato in Sicilia con l'appoggio esterno al governo di Crocetta. Appena vengono le prime chiusure, ecco che Rodotà arriva come un'apertura. E visto che non c'era nient'altro sul piatto, in molti hanno (abbiamo ) pensato che eleggendo lui, poi se avesse dato a Bersani l'incarico, era probabile che il M5S non avrebbe potuto negargli l'appoggio. Ma questo è solo ciò che frullava nella testa di chi voleva una simile soluzione, non in quella di Grillo che a muso duro a Bersani manda a dire NO, anche in quelle ore!

E quel clima è favorito dall'ulteriore incertezza che il Centro Sinistra, con i suoi voti non bastava per scegliere il Presidente: ci voleva almeno Monti, per i voti che mancavano, salvo che il candidato non fosse quello proposto da Grillo: Rodotà appunto.

Tutto è avvenuto troppo rapidamente, ed anche le riunioni che il PD ha fatto per decidere chi votare, verificando maggioranze ed unanimità, avevano bisogno di maggior preparazione. Purtroppo, per non bruciare (si fa per dire) le candidature, e volendo discutere del candidato condiviso con tutti, il PD non ha fatto la sola cosa che avrebbe dovuto: discutere al suo interno la strategia con cui muoversi in quella circostanza, cercando all'interno un vasto consenso.

La la situazione politica era ormai così intricata che Bersani non ne ha avuto la forza, e quella troppo lunga attesa, associata alla frenesia della novità Rodotà, ha mandato nel pallone un partito che ha sentito pesantemente questa sconfitta.

Ma si riprenderà, ne sono sicuro. E gli altri non stanno tanto meglio e non sono meno le gatte che hanno da pelare.
avatar
einrix

Messaggi : 7535
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 74
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da einrix il Dom 05 Mag 2013, 20:35



ma ascoltiamo Bersani, cosa ha da dire al proposito:
http://www.unita.it/italia/quale-pd/bersani-il-pd-ha-mancato-la-prova-1.498581

E sul finale:

so bene che in politica si vince assieme e si perde da soli, ma so anche che la politica come qualsiasi attività umana ha una sua moralità. A questa non ho rinunciato da una vita e non intendo rinunciarci ora».

Eh! eh! su questo non sono d'accordo, caro Bersani: si vince assieme e si perde assieme. E questo lo ricorderò a chiunque dica che è stata colpa tua. Senza fare drammi, naturalmente, e proprio per quel senso di responsabilità che contraddistingue me e te.
Grazie, Bersani.
avatar
einrix

Messaggi : 7535
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 74
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Lara il Dom 05 Mag 2013, 20:57

einrix ha scritto:Non sono così preoccupato. Che il PD abbia fatto una figuraccia, è indubbio, e non penso neppure che l'abbia fatta per l'inesperienza dei nuovi eletti, o per la presenza delle donne.
.


avatar
Lara

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum