AreaForum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Negra vai a lavare i cessi: contro la Kyenge vomiti razzisti

Messaggio Da Guya Mar 30 Apr 2013, 14:50

fonte: http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=43529&typeb=0

Complice la Rete il primo ministro di colore è sommersa da insulti e minacce spesso irripetibili. Ferma condanna della Boldrini.
martedì 30 aprile 2013

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli NEWS_83490

Questa è l'Italia che odio, l'Italia che emargina e che denigra. L'Italia che non accoglie e si chiude. L'Italia che non si compiace del nuovo che avanza, che insulta una persona, prima che ministro, solo per il colore della sua pelle, per la sua provenienza. Sono questi i casi in cui il nostro non si dimostra un Paese civile, quando una serie di insulti sgradevoli e inconcludenti vengono rovesciati sulla neoministra per l'Integrazione Cécile Kyenge solo perché in Rete si ha il pieno diritto di parola.

"Scimmia congolese", "Governante puzzolente", "Negra vai a lavare i cessi", "Negra anti-italiana", "Vile essere", "Faccetta nera": sono solo alcuni dei moltissimi insulti razzisti rivolti alla Kyenge sulla sua pagina Facebook. Ma non vi sembra un film già visto e ri-visto? Gli stessi insulti da stadio, da piazza. Alla mercé dei soliti razzisti dal dito veloce e dalla tastiera bollente non ci sono le capacità e le competenze della Kyenge, ma il suo colore di pelle, cosa (è inutile dirlo) irrilevante dal punto di vista istituzionale e politico, anzi da ogni punti di vista.

E poi c'è chi scrive: "Il giorno Nero della Repubblica", con sotto la sua foto; "ministro bonga bonga" (dalla mente geniale del leghista Mario Borghezio che l'ha già ribattezzata "la ministra casalinga"). E ancora su Facebook: "La Boldrini dà del razzista a chi dissente. Non è per il colore della pelle che questa deve andarsene, bensì per le idee !!!", "L'italia se more de fame e tu pensi agli immigrati....2/3 del mondo si muore di fame, accogliamoli tutti no?", "pensiamo a tutti gli italiani che non arrivano a fine mese ...i clandestini a casa grazie".

Oppure: "Noi italiani siamo i migliori...abbiamo dato l'ennesima prova di quanto siamo evoluti...talmente evoluti da poterci permettere le sci***e in parlamento. Mi raccomando miss congo fai entrare ancora più extracomunitari,dagli alloggio,assegni e lavoro perchè loro sono disagiati e hanno una vita difficile...tanto noi italiani siamo ricchi e possiamo permetterci di mantenerli. Abbi il buon senso di andare fuori dalle palle".

Invece di scrivere volgari e denigranti insulti, non potremmo pensare, una buona volta, che, con la nomina di Cécile Kyenge, l'Italia ha vissuto un momento storico di integrazione?

Boldrini, indegni gli insulti a Kyenge - Sulla vicenda è prontamente intervenuta Laura Boldrini, presidente della Camera: «È indegna di un Paese civile la serie di insulti che, soprattutto da alcuni siti in Rete, ma non solo, si sta rovesciando sulla neoministra Cécile Kyenge. Come molti e molte, nel vederla giurare al Quirinale, ho avvertito anche io che l'Italia stava facendo un passo avanti importante non solo per i "nuovi italiani" ma per tutti noi, perché capiamo finalmente quanto ricco, contemporaneo e antico al tempo stesso, sia l'incontro tra le culture».

Questo percorso di integrazione «può non piacere a tutti. Però non è in alcun modo tollerabile - rimarca Boldrini - la volgarità razzista mirata contro una persona per il colore della pelle. La libertà di espressione non c'entra: in alcuni siti si pratica un sistematico incitamento all'odio razziale, che resta un reato anche se espresso via web. E molto gravi sono anche le parole usate da qualche esponente politico, che vanno ben oltre il legittimo dissenso sulle iniziative che Ce'cile Kyenge intende promuovere».

«Ritengo inaccettabile che queste bassezze possano - prosegue il presidente della Camera - anche grazie alla compiacenza di una parte dell'informazione, entrare nel circuito della discussione politica senza suscitare l'esecrazione che meritano. Ci tengo peraltro a ricordare che la riforma della legge sulla cittadinanza e' cara non solo alla neoministra. Con molti di noi, da tempo e in prima fila, la sollecita il Presidente della Repubblica Napolitano. Buon lavoro, Cécile», conclude Boldrini.
Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Tarzan Mar 30 Apr 2013, 16:58

I più razzisti di tutti hanno fatto i ministri della repubblica per anni e governano nelle regioni più importanti.
E con quelli che adesso sono quasi nostri alleati, io proprio non ci vorrei avere niente a che fare.
Mi auguro solo che i diritti in Parlamento siano sempre e comunque all'ordine del giorno e la neoministra per l'Integrazione Cécile Kyenge
abbia sempre pieno sostegno e non venga mai lasciata in balia di idioti leghisti, fascisti, e merdisti. Deve essere salvaguardata.

Tarzan
Tarzan

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 17.04.13
Età : 78
Località : Pesaro - Aosta

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da SaggiaSelvaggia Mar 30 Apr 2013, 17:25

Tutto questo è vergognoso ma quello che mi rammarica ancor di più è vedere gente come l'eurodeputato Borghezio, haime, alimentare questo clima razzista che nella società di oggi, totalmente e splendidamente multietnica, è assolutamente controproducente.
Ho letto le reazioni di questo individuo alla nomina della Kienge come ministro delle integrazioni e francamente penso che la figura da cavernicolo ottuso la faccia solo lui.

QUI
SaggiaSelvaggia
SaggiaSelvaggia

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 10.04.13
Località : All'ombra del Vulcano

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da einrix Mar 30 Apr 2013, 18:47

Kyenge, non è nata ieri, e deve aver lottato duramente per l'affermazione dei suoi diritti.

A lei, non va solo la mia solidarietà, ma anche l'ammirazione per tutto ciò che ha saputo fare nella sua vita.

Brava Kyenge, continua così, non sei sola.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Guya Mar 30 Apr 2013, 19:24

Grande dimostrazione di tolleranza ed intelligenza da parte della Kyenge, la quale ha tutta la mia solidarietà in quanto Donna e in quanto persona che si vede prendere di mira da chi è paralizzato dalla paura del diverso

Twitter 1

Twitter 2

Cécile Kyenge ‏@ckyenge 3h
Ringrazio per la partecipata attenzione e vicinanza che mi esprimete. Credo che anche le critiche insegnino se ci si confronta con rispetto

Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da cireno Mer 01 Mag 2013, 12:09

Borghezio è un pover'uomo, mi meraviglio che vi meravigliate di quello che fa e dice. Non è che sia di intelligenza ridotta, è proprio malato, povero cristo. Non sa ancora che gli esseri umani non si guardano per come sono fuori, perchè il cuore e il cervello sono dentro, all'interno, e dentro siamo tutti uguali, degli stessi colori.
cireno
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 120
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Vargas Mer 01 Mag 2013, 18:42

Solidarietà a Cécile Kyenge. Se posso fare solo un appunto, lo rivolgo agli organi di informazione, che pur con le migliori intenzioni calcano troppo l'accento sul primo ministro di colore. Bastava forse dire una volta che Kyenge era nata in Congo e poi basta, ché poi troppe volte diventa superfluo e fastidioso. Essere di colore secondo me non vuol dire nulla: siamo tutti uguali e tutti diversi, sette miliardi quanti siamo, non ci sono i bianchi senza colore e gli altri colorati. La pelle di Kyenge è diversa dalla mia, ma come si è visto il giorno dell'incontro romano anche la mia pelle ha un colore diverso da quella di Cireno o Adam, per esempio.
Vargas
Vargas

Messaggi : 526
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 55

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Guya Mer 01 Mag 2013, 18:53

Vargas ha scritto:Solidarietà a Cécile Kyenge. Se posso fare solo un appunto, lo rivolgo agli organi di informazione, che pur con le migliori intenzioni calcano troppo l'accento sul primo ministro di colore. Bastava forse dire una volta che Kyenge era nata in Congo e poi basta, ché poi troppe volte diventa superfluo e fastidioso. Essere di colore secondo me non vuol dire nulla: siamo tutti uguali e tutti diversi, sette miliardi quanti siamo, non ci sono i bianchi senza colore e gli altri colorati. La pelle di Kyenge è diversa dalla mia, ma come si è visto il giorno dell'incontro romano anche la mia pelle ha un colore diverso da quella di Cireno o Adam, per esempio.

vero ! ed è ciò che non comprendo di chi ha così "paura" di chi è diverso. Ma diverso da cosa ?
Come direbbe Silvestri: abbiamo due gambe, due braccia, due occhi ed un solo cervello...


Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Shaka_Zulu Mer 01 Mag 2013, 19:11

Il ministro Kyenge è un medico oculista, i suoi denigratori prendono le lauree in Albania.

.... e poi non devo prendere per cretino chi dà il voto a questi storpi mentali?
Shaka_Zulu
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 64

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Vanni Sandro Mer 01 Mag 2013, 19:23

Guya ha scritto:
vero ! ed è ciò che non comprendo di chi ha così "paura" di chi è diverso. Ma diverso da cosa ?
Come direbbe Silvestri: abbiamo due gambe, due braccia, due occhi ed un solo cervello...

Vero, anche Borghezio e simili hanno due gambe, due braccia e due occhi.....
Vanni Sandro
Vanni Sandro

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 15.04.13
Età : 65
Località : Montopoli in Val d'Arno

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da einrix Ven 03 Mag 2013, 13:47

«Mi definiscono di colore. Io sono nera e lo ribadisco con fierezza». Così il ministro per l'Integrazione, Cécile Kyenge, si è presentata alla stampa questa mattina nella sala Polifunzionale di palazzo Chigi. Kyenge sceglie parole forti dopo gli attacchi ricevuti anche dal mondo della politica, a poche ore dal giuramento al Quirinale. «Sono italo-congolese - ha detto ancora la ministra - ho due identità sono due paesi che mi porto nel cuore. Non posso appartenere solo a uno o all'altro».

Che bello.
L'espressione di un mondo che ho sempre sognato, con tutti i problemi che ci sono, ma senza confini razziali.

E poi, il suo impegno a far approvare dal parlamento lo ius soli per i bambini, figli di migranti nati in Italia. Se anche solo passasse questa legge, per me Letta si sarebbe guadagnato i Galloni da Presidente del Consiglio.

Avere mandato all'opposizione la Lega, senza costringerla, ma da sola, è stata la forza della democrazia che c'è nel Partito Democratico, in primo luogo, e poi anche nelle forze di Centro che appoggiano il Governo. Di SEL a tal proposito sono sicuro che darà anche lui il suo voto. Spero solo che non crei troppi mal di pancia alla destra berlusconiana, che depurata dai fascisti della simpatica Meloni, non dovrebbe avere problemi a firmare quella legge. Mentre incerto sarà il voto del M5S, e considerando le dichiarazioni fatte a suo tempo da Grillo, dovrebbero votare contro. Ma speriamo che i parlamentari del M5S si ribellino a quei comandi da Principe del Pero, e trovino la dignità di essere uomini liberi.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Ospite Ven 03 Mag 2013, 14:08

e se quella legge - come è del tutto probabile - non arrivasse mai nemmeno in votazione?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da freg53 Ven 03 Mag 2013, 14:16

doveva essere la prima legge varata da bersani,ora diventa tutto più difficile ma non dobbiamo disperare.la lega sta all'opposizione e il pdl prima o poi dovrà diventare maggiorenne.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da einrix Ven 03 Mag 2013, 14:34

Bessarione13 ha scritto:e se quella legge - come è del tutto probabile - non arrivasse mai nemmeno in votazione?

Sarebbe un vero peccato non avere votato il Centro sinistra. Non solo quella bella legge si sarebbe fatta, ma anche molte altre, come quelle sui diritti civili non avrebbero corso rischi.

Chi troppo vuole, nulla stringe. E pensare che lo si dice da sempre, ma alla gente troppo egoista, entra da un orecchio e esce dall'altro
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Ospite Ven 03 Mag 2013, 14:59

mi era sembrato si parlasse della legge che dovrebbe farsi per impulso di questo ministro, non di quella che avrebbe potuto farsi se il cs avesse avuto il 70% dei voti.
Recriminare sul passato e attribuire all'egoismo o altro difetto dell'elettorato il non aver preso voti mi pare la migliore maniere per continuare a non prenderne

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da einrix Ven 03 Mag 2013, 21:20

Bessarione13 ha scritto:mi era sembrato si parlasse della legge che dovrebbe farsi per impulso di questo ministro, non di quella che avrebbe potuto farsi se il cs avesse avuto il 70% dei voti.
Recriminare sul passato e attribuire all'egoismo o altro difetto dell'elettorato il non aver preso voti mi pare la migliore maniere per continuare a non prenderne

Bessarione, a me non non crea nessun problema dire che chi è contro la legge che da la cittadinanza ad un bambino nato in Italia, seppure figlio di genitori stranieri, e che deve avere il diritto alla nazionalità italiana, è una persona cattiva d'animo, per quante messe ascolti e per quante comunioni faccia, e peggio ancora se dice di essere socialista o comunista. Per chi sente le messe, il giudizio del suo parroco non può essere diverso dal mio, e per chi dice di essere socialista, voglio proprio vedere cosa gli risponde Ferrero o Diliberto. Per gli elettori, non ho tabù. So che in democrazia i voti si contano, e sto al gioco, ma se uno mi dice di aver votato per un altro partito, che so, il PdL, o il M5S, non mi fa proprio una bella impressione. Quella gente la conosco anche di persona, e se la valuto anche rispetto a molti altri comportamenti, si capisce poi perché fanno quella scelta. Si, questi giudizi trancianti si prestano a presunzione esibita, beh! a settantanni e per la vita che ho fatto, posso anche permettermelo, senza necessariamente bluffare.

Domani parto e vado a Rimini, a trovare mia madre, del '19 e che tra due mesi compie un fumo d'anni. Ha una mente favolosa, e quando non ci sarà più perderemo la memoria della nostra stessa vita.

Oggi ho fotografato due tipi di fungo, trovati nelle aiuole, durante la passeggiata, e già classificati, come Agrocybe praecox e Calocybe gambosa. E questa sera ho fatto e infornato due ciambelle da lasciare a mia moglie che resta a Bergamo.
Con questo sono duecento messaggi. Non male come giornata.
Buona notte.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Adam Ven 03 Mag 2013, 22:03

La proposta di legge può essere presentata da qualunque parlamentare, poi sta alla Conferenza dei capi gruppo inserirla negli ordini del giorno e, dalla capacità diplomatica della Presidenza di portarla al giudizio del Parlamento.

Il Governo può non entrare per niente in questa iniziativa che è specifica tra le facoltà del Parlamento in quanto potere legislativo. Quindi Letta, come massimo rappresentante del potere esecutivo, è fuori dal discorso. Mentre non lo sarà il Reggente ch esarà nominato o il futuro Segretario del PD.
Adam
Adam

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 89
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da il Monitore Sab 04 Mag 2013, 15:12

I bianchi della Caritas e di Medici Senza Frontiere sono in Congo GRATIS. Altri coloriti di là vengono a fare loro le pulci. Pagati dai bianchi.

Lettera da Shamwana
Febbraio 2013
Susanna Ericsson, medico, lavora per Medici Senza Frontiere nella Repubblica Democratica del Congo. I continui scontri tra le forze governative e le milizie Mai-Mai nella provincia del Katanga hanno causato la fuga di migliaia di persone che si sono rifugiate nella foresta circostante, temendo per le loro vite.
Le conseguenze mediche di questo sfollamento sono gravi, molti pazienti non riescono a raggiungere le strutture sanitarie per i trattamenti medici essenziali. Le donne incinte che hanno complicazioni durante il parto sono particolarmente a rischio.
"La paziente è arrivata il mattino del giorno seguente alla partenza di tutto il personale non essenziale. Era la prima persona a ricevere assistenza dalla nostra équipe d’emergenza, ridotta per motivi di sicurezza.
Aveva 23 anni, veniva da un piccolo villaggio chiamato Kilenge, dove non ci sono strutture sanitarie. Il villaggio è a 25 chilometri dalla piccola clinica di Kafumbe. Nessuno lavora in quella struttura da molto tempo sia a causa degli scontri, sia per la mancanza di personale sanitario e di medicine nella regione.
Ha iniziato ad avere dolori addominali a casa e si è spaventata perché la sua gravidanza era già in uno stadio avanzato. È andata a casa di sua madre dove sono stati chiamati un’ostetrica e un guaritore tradizionali. Per tre giorni, la ragazza ha bevuto delle misture di diverse erbe e il guaritore le aveva dato alcuni esercizi fisici da fare per facilitare la nascita del bambino.
Al quarto giorno, il bambino non era ancora nato e la sua famiglia era molto preoccupata perché iniziava ad avere febbre, a emanare cattivo odore e avere dolori fortissimi. Alle 3 del mattino, la famiglia è partita per Shamwana, dove MSF gestisce un ospedale fornendo cure mediche gratuite per tutti.
La famiglia ha impiegato 48 ore per raggiungere a piedi l’ospedale di MSF. La paziente è stata trasportata in bicicletta, mentre 10 uomini e 4 donne la scortavano, poiché le strade non sono considerate sicure e temevano un’imboscata.
Appena arrivata in ospedale, la paziente è stata operata d’urgenza. Una grave infezione si era già diffusa nel suo corpo e il bambino era morto. Senza dubbio, senza le cure chirurgiche fornite da MSF la donna non sarebbe sopravvissuta".
il Monitore
il Monitore

Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 11.04.13

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Adam Sab 04 Mag 2013, 22:02

E' una bella e tragica storia, il Monitore, anche se con il thread c'entra poco, ma non importa.
Piuttosto tu, elettore della Lega, sei favorevole o contrario allo ius soli? E se sei contrario, come immagino, perché?
Adam
Adam

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 89
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da einrix Dom 05 Mag 2013, 10:02

riporto questo commento del ministro, tratto da una intervista fatta da La Repubblica

"A Modena per consegnare con il sindaco Giorgio Pighi l'attestato di cittadinanza a sei stranieri residenti da 10 anni in Italia, Kyenge ha premesso che il suo obiettivo è cercare il dialogo con il Pdl per la nuova legge sulla cittadinanza. "Un governo - ha detto - è come una squadra, e quindi bisogna lavorare insieme. Mi piacerebbe, però, che partisse un percorso di dialogo fra le diverse parti politiche sul punto dello ius soli. Il mio compito è dare a chi ha scelto questo Paese la possibilità di fare fino in fondo il suo percorso migratorio""

http://www.repubblica.it/politica/2013/05/04/news/kyenge_cittadinanza-ius_soli-58061123/?ref=HREC1-2

Ho sentito altre dichiarazioni di politici del PdL convinti della giustezza di questo provvedimento.
Quindi, quella discussione ci può essere in Parlamento, e nonostante che vi siano forze politiche e parlamentari contrari, vi è una certa trasversalità dell'animo buono che può essere messo in grado di fare scelte giuste.

Sono tanti i provvedimenti che per la natura interclassista delle forze politiche, possono prevalere sulla ideologia. In questo momento l'ideologia liberista, in rapporto alle scelte di politica economica, sta abbandonano il popolo delle destre. Tanto, che chi vuole cavalcare delle folle, deve mandare messaggi equivoci, non potendo altrimenti sostenere lo scontro.

L'IMU è uno di quelli. Si finge una grande liberalità verso tutti, quasi una elargizione verso i più deboli, ma i più deboli non la pagano l'IMU. Allo stesso modo si fingono strategie dure contro l'immigrazione, per tacitare quelle componenti deboli della società, che vedono nell'emigrato un competitore nella ricerca del lavoro, ma nel contempo si accetta una immigrazione che consente alle imprese di assumere mano d'opera a basso costo.

Come può una destra economica trattenere a se, poveri, operai, impiegati che ricchi non sono se non blandendoli in tutti i modi. Perché lo scopo è quello di salvare quelle scelte liberiste che passano nei Parlamenti solo a patto che non se ne capiscano bene le conseguenze, sulla pelle della gente e dei popoli.

Uno degli effetti positivi di questo governo di coalizione, è che possono essere smontati i falsi tabù, e che possano venire avanti provvedimenti, non solo riguardanti l'etica, ma anche di politica economica, perché in quei provvedimenti c'è ciò che serve a superare una crisi provocata da scelte liberiste.

Ad esempio, sta emergendo che una pura politica di investimenti fondata su di un debito eccessivo, può valere per stati come gli USA ed il Giappone, che riescono a sopportare, nel confronto interno ed internazionale, anche le crisi. Poiché hanno enormi capacità economiche, tecnologiche, e gli USA, anche militari. L'Europa che si trova in una fase di costruzione, non ha ancora quelle capacità interne, e quindi internazionali, di operare stampando euro, perché prima vuole raggiungere un minimo di omogeneità istituzionale, economica, infrastrutturale, che minimizzi, il rischio di trovarsi ad essere spaccata internamente in aree SUD-NORD. Ovviamente più grande sarà la crisi, è più basso sarà il punto di non ritorno, ed è per questo che già si inizia a parlare di crescita, mentre Draghi abbassa il costo del denaro ai minimi storici. Dopo il prossimo passo che l'Europa comunitaria dovrà fare verso l'Europa federale, si vedrà che si incominceranno a stampare anche Euro, proprio per proteggere la crescita dell'area Euro.

E tutte queste cose, che mettono in pericolo l'egemonia di un liberismo che dagli anni ottanta ha portato al disastro l'Africa, l'America Latina, L'Asia, e che oggi ha portato la grande crisi anche nel nostro mondo, può passare, anche inconsapevolmente nella testa della gente, proprio per quella debolezza che hanno gli ideologi della destra a trattenere a se questo elettorato.

Ormai, la loro ultima frontiera sono le tasse, la riduzione delle tasse, per legare a se larghi strati della popolazione in difficoltà, ma il lavoro, il bisogno del lavoro, prende a sua volta il sopravvento nel sentimento dell'opinione pubblica, ed allora, proprio sfruttando questi falsi obiettivi ideologici (vi sarà certamente deindustrializzazione anche in futuro, per effetto dell'aumento della produttività), si riuscirà a ri-equilibrare la nostra bilancia dei pagamenti, che ci scopre il fianco alla speculazione internazionale.

E abbiamo visto come altri temi ideologici cuneo siano ormai spuntati, come l'articolo 18. Irrilevante sul piano dei numeri sui flussi di occupazione-disoccupazione.

Ripeto, se un governo del PD con il PdL riuscisse (anche inconsapevolmente) a smontare tutti quei falsi problemi che vengono coltivati apposta dai poteri forti, per separare la popolazione e assoggettala ai propri interessi, beh! penso che quella sarebbe in primo luogo una vittoria della gente, che riacquistando la propria libertà nei confronti delle ideologie, supererebbe d'un balzo il fosso che si è trovato d'avanti, con questa crisi provocata dal liberalismo che si trova ad operare in un mondo, che cercando più stabilità, può incominciare a vederlo, ormai, come il principale nemico.


Nota per il lettore.
Non ho ancora messo a fuoco bene quello che ho scritto. Poiché girava, e veniva fuori abbastanza facilmente, e con semplicità, ho lasciato che uscisse fuori. Che se tutto ciò fosse vero, ci sarebbero una bella serie di implicazioni che andrebbero analizzate. Come ad esempio un elenco dei temi ideologici che vengono posti sul campo, dai poteri forti, per dividere le masse, e quindi, come saper analizzare quei concetti in modo da porli sotto la luce della verità.

Insomma, un bel campo di indagine in cui la Kyenge ci sta facendo entrare, non so quanto consapevolmente.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da il Monitore Dom 05 Mag 2013, 14:09

Adam ha scritto:E' una bella e tragica storia, il Monitore, anche se con il thread c'entra poco, ma non importa.
Piuttosto tu, elettore della Lega, sei favorevole o contrario allo ius soli? E se sei contrario, come immagino, perché?
Vedi Adam, la lettera di una bianchissima dottoressa svedese che laggiù aiuta la gente del Congo invece c'entra eccome, perchè ben altri congolesi fieramente neri devono spiegarmi come mai preferiscano occuparsi delle pagliuzze e non delle travi nell'occhio. Tornando alle cose serie (ed il Pd sbaglia a parlare di cose troppo serie in questo momento mettendole in bocca ad icone dell'ideologismo e del vuoto cosmico al tempo stesso), sono fermamente contrario allo jus soli. In Italia manca da sempre una coscienza di Nazione tale da consentircelo. Non siamo gli Usa, dove TUTTI crescono col rispetto dei valori della Nazione. E mi pare strano che la sinistra da sempre affetta da orticaria al solo accostare le parole "Patria e Nazione" (ad eccezione della sua ridicola retorica patriottarda ai tempi del secessionismo leghista) non comprenda questa sostanziale differenza, essendo stata l'artefice dello svilimento di ogni sentimento nazionale da tempi non sospetti, il tutto in chiave antifascista. Ma l'affermarsi di una coscienza nazionale non necessariamente deve fare la rima con fascismo, questa è la malattia mentale della sinistra italiana, il suo peccato originale. E detto da un leghista dovrebbe farti un certo effetto. Ora, in un panorama devastato come il nostro, puoi tu introdurre NUOVI ITALIANI nati da immigrati che forse nemmeno chiederanno la nostra cittadinanza per non averne l'interesse o il diritto? Che cosa condivideranno con noi due? Ci sono famiglie ghanesi che risiedono dagli anni '90 nella mia zona, ricordo ancora le Messe speciali in inglese che si tenevano per loro, tanto numerosa era la comunità: ora sono tutti italiani, i loro figli lo sono altrettanto, LA COMUNITA' LI SENTE ITALIANI. E questa è la cosa più importante per garantire l'effettiva integrazione ai migranti. Lo capiamo noi che contiamo per 2, non lo capisce un Ministro ... Io non ci credo, lo capisce benissimo. Alzare steccati ideologici non la porterà da nessuna parte.
il Monitore
il Monitore

Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 11.04.13

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Vanni Sandro Dom 05 Mag 2013, 17:49

Caro Monitore.
Io fin da piccolo festeggio il 25 Aprile, il 2 Giugno e il 4 Novembre.
Non ho mai pensato di pulirmi il culo con la bandiera italiana come invitava a fare qualcuno.
Ho amici che vivono in America da diversi anni. I loro figli, nati laggiù, sono cittadini americani.
Sogno un futuro in cui gli uomini siano cittadini del mondo. Proprio non riesco a capire chi pensa di tracciare confini sempre più ristretti, proprio perchè vuole tornare al Medioevo.
Non si rendono neppure conto che così facendo si suicidano, perchè più stretti sono i recinti più ristrette sono le risorse disponibili.
Una bella frase del poeta John Trudell sintetizza bene quello che voglio dire:

"Chiudendo le vostre porte non riuscirete a chiuderci fuori. Chiudendo le vostre porte riuscirete solo a chiudervi dentro"
Vanni Sandro
Vanni Sandro

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 15.04.13
Età : 65
Località : Montopoli in Val d'Arno

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da il Monitore Dom 05 Mag 2013, 18:22

Vanni Sandro ha scritto:"Chiudendo le vostre porte non riuscirete a chiuderci fuori. Chiudendo le vostre porte riuscirete solo a chiudervi dentro"
Bravissimo, condivido parola per parola. Chiudendo le nostre porte abbiamo fatto in modo che le guerre tribali rimanessero fuori e che la pace tra i nostri popoli rimanesse dentro. Che la legge del taglione rimanesse fuori e che la giustizia che sanziona e redime rimanesse dentro. Che la servitù e la riduzione in schiavitù del sesso debole (e dei deboli) rimanesse fuori ed una inarrestabile cancellazione di ogni forma di sua discriminazione rimanesse dentro. Che l'imposizione di una religione o di una fede politica (pena la vita) rimanessero fuori e la libera partecipazione alla vita comunitaria attraverso le religioni o la politica rimanesse dentro. Che belle parole hai postato, amico mio!
Te lo dico con la voce di Bassolino (perchè io non dimentico):" Patria! Patria! Patria!"

:italian_flag: :italian_flag: :italian_flag:
il Monitore
il Monitore

Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 11.04.13

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Osservatore Dom 05 Mag 2013, 19:00

Lo ius soli è spesso contestato poichè, a sentire alcuni, è solo il sangue, ovvero la discendenza diretta da cittadini italiani, che può legittimare la cittadinanza, non la nascita pura e semplice nel nostro Paese.

Eppure, la stessa cittadinanza viene acquisita anche per adozione di un bimbo straniero, o se i genitori sono apolidi o, ancora, per aver contratto matrimonio con un cittadino italiano. Situazioni che, con lo ius sanguinis, nulla hanno a che fare.

Di fatto, allo stato attuale, un bambino nato in Italia, non può acquisire la cittadinanza prima del compimento del 18° anno d'età, con una trafila tutt'altro che semplice ed immediata. La mancata cittadinanza ha consentito, a diversi comuni leghisti, di compiere forti discriminazioni fra i figli di studenti extracomunitari e studenti "cittadini" italiani. Tanto sui bonus bebè, quanto sulla partecipazione a concorsi per borse di studio et similia.

L'integrazione tanto decantata, in questi casi è andata letteralmente a farsi friggere. Altri comuni, invece, hanno preferito seguire percorsi diversi e più civili. Discriminare un bambino fin dalla nascita o uno studente in quanto non cittadino, non è un buon modo di porsi di fronte all'immigrazione. Quella utile, onesta, di gente che lavora e paga le tasse, naturalmente.
Osservatore
Osservatore

Messaggi : 155
Data d'iscrizione : 01.05.13

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da einrix Dom 05 Mag 2013, 19:40

il Monitore ha scritto:
Vedi Adam, la lettera di una bianchissima dottoressa svedese che laggiù aiuta la gente del Congo invece c'entra eccome, perchè ben altri congolesi fieramente neri devono spiegarmi come mai preferiscano occuparsi delle pagliuzze e non delle travi nell'occhio. Tornando alle cose serie (ed il Pd sbaglia a parlare di cose troppo serie in questo momento mettendole in bocca ad icone dell'ideologismo e del vuoto cosmico al tempo stesso), sono fermamente contrario allo jus soli. In Italia manca da sempre una coscienza di Nazione tale da consentircelo. Non siamo gli Usa, dove TUTTI crescono col rispetto dei valori della Nazione. E mi pare strano che la sinistra da sempre affetta da orticaria al solo accostare le parole "Patria e Nazione" (ad eccezione della sua ridicola retorica patriottarda ai tempi del secessionismo leghista) non comprenda questa sostanziale differenza, essendo stata l'artefice dello svilimento di ogni sentimento nazionale da tempi non sospetti, il tutto in chiave antifascista. Ma l'affermarsi di una coscienza nazionale non necessariamente deve fare la rima con fascismo, questa è la malattia mentale della sinistra italiana, il suo peccato originale. E detto da un leghista dovrebbe farti un certo effetto. Ora, in un panorama devastato come il nostro, puoi tu introdurre NUOVI ITALIANI nati da immigrati che forse nemmeno chiederanno la nostra cittadinanza per non averne l'interesse o il diritto? Che cosa condivideranno con noi due? Ci sono famiglie ghanesi che risiedono dagli anni '90 nella mia zona, ricordo ancora le Messe speciali in inglese che si tenevano per loro, tanto numerosa era la comunità: ora sono tutti italiani, i loro figli lo sono altrettanto, LA COMUNITA' LI SENTE ITALIANI. E questa è la cosa più importante per garantire l'effettiva integrazione ai migranti. Lo capiamo noi che contiamo per 2, non lo capisce un Ministro ... Io non ci credo, lo capisce benissimo. Alzare steccati ideologici non la porterà da nessuna parte.

A me viene l'orticaria a sentire parlare di Patria, se mi mettono un fucile in mano per conquistare l'Abissinia, ma se c'è da difendere il paese da una aggressione, allora, altro che orticaria: divento subito un patriota.

Io sono bianco, e non andrei in Congo a salvare vite umane, come non sono tagliato a fare il volontariato o nel dare l'elemosina. Certo, tutte le volte che ci penso ho sempre un rimorso di coscienza, ma è più forte di me: ritengo che non sia quello il modo giusto di aiutare il prossimo. Sono convinto che ognuno debba fare il proprio dovere ed all'interno di quel dovere ci siano anche interventi di quel tipo, e allora se tra i miei compiti ci fosse quello di cucinare alla Caritas per i poveri, o di curare i neri ammalati del Congo, lo farei senz'altro, come ho fatto tutti gli altri mestieri. Non sopporto una società che abbia bisogno della carità e del volontariato per sopperire alle necessità dei poveri e dei malati. Credo che quella società, non certo per colpa di chi fa la carità, o cura gratuitamente i malati, sia una brutta società, perciò preferisco lavorare per migliorarla, in modo che non ci siano così tanti poveri agli angoli delle strade, o tanti ammalati in Congo.

A Bergamo, città retta in questo momento da fascisti e leghisti, nelle strade del centro c'è una banda di neri giovani che, sempre negli stessi punti chiedono l'elemosina col cappello in mano, e lo fanno con tale insistenza, che la gente che li scansa, lo fa con una brutta faccia. Uno di quelli, chiede l'elemosina dieci metri prima dell'ingresso del Palazzo del Comune, con tanto di guardiola e servizio di sorveglianza. Mi sono sempre chiesto perché tollerassero quel tipo di accattonaggio organizzato e aggressivo. Ho pensato che ci fosse tolleranza proprio perché il sindaco vuole mostrare quanto gli immigrati disturbino la cittadinanza, e che ogni volta che uno di quei neri quasi ti spinge per chiederti una moneta, ti faccia venire un moto di rabbia, verso i neri e gli immigrati. A pensar male si fa peccato, ma come dice Andreotti, spesso ci si prende.

Quella che ho dato è una risposta a Monitore, ma che cavolo centra con lo ius soli? Niente. Assolutamente niente, ma occorre aggirare l'ostacolo che non si può superare, e così salta fuori la bionda svedese e il nero congolese che sono sempre il prodotto di uno sfrenato colonialismo, mitigato in tracce dalla bontà di una giovane eroina. Come ho spiegato, di questo film mi importa meno che niente: voglio lo ius soli, senza tante chiacchiere e divagazioni.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Vanni Sandro Mar 07 Mag 2013, 06:40

il Monitore ha scritto:
Bravissimo, condivido parola per parola. Chiudendo le nostre porte abbiamo fatto in modo che le guerre tribali rimanessero fuori e che la pace tra i nostri popoli rimanesse dentro. Che la legge del taglione rimanesse fuori e che la giustizia che sanziona e redime rimanesse dentro. Che la servitù e la riduzione in schiavitù del sesso debole (e dei deboli) rimanesse fuori ed una inarrestabile cancellazione di ogni forma di sua discriminazione rimanesse dentro. Che l'imposizione di una religione o di una fede politica (pena la vita) rimanessero fuori e la libera partecipazione alla vita comunitaria attraverso le religioni o la politica rimanesse dentro. Che belle parole hai postato, amico mio!
Te lo dico con la voce di Bassolino (perchè io non dimentico):" Patria! Patria! Patria!"

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli 1004615285 Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli 1004615285 Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli 1004615285
Mamma mia quanta retorica!
Io abito in un comprensorio ad alta densità di stranieri, attirati dall'industria conciaria, un lavoro che i nostri giovani non vogliono più fare.
A S.Croce sull'Arno, comune confinante con il mio, gli stranieri residenti (risultanti all'anagrafe) sono più del 25%.
Mia nipote fa la terza media. Nella sua classe i tre quarti di alunni sono figli di stranieri.
Sono bambini nati in Italia, conoscono solo la nostra lingua, studiano le stesse cose, giocano assieme.

Le amministrazioni locali, per cultura politica, hanno sempre lavorato per l'integrazione e la forte presenza del sindacato ha garantito l'applicazione dei contratti e dei diritti per tutti i lavoratori.
Due anni fa abbiamo cacciato a calci nel culo un consorzio di logistica (ALMA GROUP) che sfruttava la manodopera clandestina in un grande magazzino della CONAD. Quel consorzio è in mano alla mafia palermitana (figlie di Vittorio Mangano, Provenzano & C.) ma ha sede al nord dove gestisce appalti pubblici (mense scolastiche, ortomercati, ecc...) della gran parte dei comuni leghisti.

In Toscana non abbiamo i CIE ma per primi ci siamo fatti carico delle emergenze profughi create dalla gestione Maroni. Due anni fa abbiamo accolto il primo nucleo di tunisini provenienti da Lampedusa (dopo aver impedito con presidi giorno/notte che venissero internati nel lager di Coltano). Subito dopo abbiamo accolto i profughi provenienti dalla Libia.

Quando passi dalla Toscana fermati dalle mie parti. Non troverai italiani incazzati, impauriti, con i sacchi di sabbia davanti alle finestre, ma cittadini di diverse etnie e culture che convivono pacificamente e che si rispettano.
A settembre inizierò un corso di lingua araba.

Tu sei libero di chiudere la tua porta ma rifletti su una cosa: se anche loro facessero altrettanto in casa loro nelle loro terre, noi faremmo la fame.

PS: Mi fa piacere che tu sventoli la bandiera italiana e non quella verde di Topolinia. Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli 3819238523
Vanni Sandro
Vanni Sandro

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 15.04.13
Età : 65
Località : Montopoli in Val d'Arno

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Vanni Sandro Mar 07 Mag 2013, 07:05

Lo ius soli è una norma di civiltà che, finalmente, farà uscire l'Italia dal medioevo culturale.

Credo anche che l'abolizione del reato di clandestinità debba essere messo all'ordine del giorno. Trascorrere mesi e mesi in carcere per l'unica colpa di cercare un futuro migliore per sè e per i propri figli è qualcosa di abominevole. A proposito, un prigioniero costa alle casse dello stato circa 700 euro al giorno; provate a pensare a quante cose si potrebbero fare per l'integrazione o l'aiuto in patria) con quei soldi. Ma la stupidità razzista supera anche il buon senso.

Altra cosa vergognosa (e per la quale oltre ai costi paghiamo milioni di euro di multa alla Comunità Europea) sono i CIE- Centri Identificazione ed Espulsione. Oltre ad essere vergognosa è stupida, dal momento che dopo aver tenuto per 18 mesi in carcere questi cittadini, solo per identificarli, con tutte le spese che ne derivano, vengono rilasciati con il foglio di via, ovvero l'obbligo di tornare nel proprio Paese. In pratica vengono costretti alla clandestinità dal momento che anche se volessero tornare a casa non hanno i soldi per farlo.

E' la stupidità razzista, cavalcata per un ventennio dalla Lega, che non solo non risolve i problemi, ma li aggrava.
Vanni Sandro
Vanni Sandro

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 15.04.13
Età : 65
Località : Montopoli in Val d'Arno

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Vanni Sandro Mar 07 Mag 2013, 07:27

La mamma degli imbecilli è sempre incinta.

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2013/05/06/news/consigliere_lega_nero_di_seppia-58195298/?ref=HREC1-6
Vanni Sandro
Vanni Sandro

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 15.04.13
Età : 65
Località : Montopoli in Val d'Arno

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da einrix Mar 07 Mag 2013, 12:15

Come mi fai sentir bene caro Vanni, a leggerti. Mi torna quell'amore di Patria che sono i tipo come Monitore a farmela odiare, nella versione autarchica del fascismo leghista.

Non me ne volere monitore, se parlo di fascismo leghista, ma quando penso a Borghezio o a Salvini, mi dovresti spiegare perché non dovrei.

Io quasi mi metto ad organizzare una raccolta firme per far cacciare i leghisti dalla Lombardia. Poi non so chi se li prende.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Vanni Sandro Ven 10 Mag 2013, 09:51

Temo che anche in questa legislatura non riusciremo ad approvare questa norma di civiltà.
Il centrosinistra ha i numeri alla Camera, ma non al Senato.

Difficilmente Lega, PDL daranno il loro consenso e anche il padre padrone del M5S è contrario. A proposito di chi considera questo movimento di sinistra....

http://www.repubblica.it/politica/2013/05/10/news/grillo_contro_lo_ius_soli-58470182/?ref=HREA-1
Vanni Sandro
Vanni Sandro

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 15.04.13
Età : 65
Località : Montopoli in Val d'Arno

Torna in alto Andare in basso

Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli Empty Re: Sono nera e fiera di esserlo - ora lo ius soli

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.