AreaForum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

L'8 Settembre del Pd

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cciappas Lun 06 Mag 2013, 04:33

bersani e la direnzione del pd hanno fatto una cagata pazzesca,, rodotà doveva essere votato e si sarebbe fatto il governo senza berlusconi... ora comanderà lui e il pd obbedirà come sempre.,

ma intanto nessuno lo voterà mai più... ha distrutto ciò che rimaneva della eredità del PCI,,,, ed è ciò che volevano i centri di potere della conservazione clericopadronale.

cciappas

Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 22.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da einrix Lun 06 Mag 2013, 08:41

cciappas ha scritto:bersani e la direnzione del pd hanno fatto una cagata pazzesca,, rodotà doveva essere votato e si sarebbe fatto il governo senza berlusconi... ora comanderà lui e il pd obbedirà come sempre.,

ma intanto nessuno lo voterà mai più... ha distrutto ciò che rimaneva della eredità del PCI,,,, ed è ciò che volevano i centri di potere della conservazione clericopadronale.

Rodotà non doveva essere votato, senza un dibattito interno al PD che portasse avanti quella proposta. E una volta scelto Marini, perché sostenuto (sulla carte, sulla base di accordi, su di un voto interno al PD) da ampia maggioranza, non è ammissibile che siano saltati fuori franchi tiratori che abbiano votato Rodotà. E questo per una questione di Metodo. Non si può far parte di un partito ed essere delle mosche impazzite quando quel partito sta facendo una determinata azione politica. Si discute prima e poi si fa quello che decide la maggioranza, e se non è così, si va a casa. Non ne voglio di parlamentari che prima si fanno eleggere da un partito e poi fanno quello che gli pare. Chi non rispetta le regole non fa parte delle persone a cui intenda concedere la mia delega. Se poi lo fanno anche di nascosto, peggio mi sento. Io non sono fatto così, e non mi identifico con loro, neppure se votano per Rodotà.

Tanti anni fa, da studente, un professore maltrattò un collega di classe. Su mia proposta si decise di mandare una lettera di denuncia al preside. Scrissi la lettera, la lessi: sembravano tutti d'accordo, ma quando chiesi di firmarla, nessuno la firmò. Senza battere ciglio, la firmai io e la consegnai in segreteria. Il giorno dopo venni chiamato dal preside che alla presenza di un paio di professori, mi comunicò che ero stato sospeso per un giorno (l'unica sospensione della mia vita). Vedendo nella faccia una espressione quasi comprensiva e bonaria del preside e dei professori (avevano capito la situazione, ma non potevano fare diversamente), ne approfittai subito e chiesi di poter scontare il giorno di sospensione, qualche giorno dopo, visto che arrivava in porto la nave su cui lavorava mio zio, così da poterlo incontrare senza perdere un giorno di scuola. Me lo concessero, esprimendo in quel modo una fattiva comprensione. Se sono così, è ovvio che quelli che usano il segreto dell'urna per compiere i loro atti contrari agli impegni presi, anche se restano degli sconosciuti, sono comunque persone che non possono condividere i miei ideali. Non avrei avuto nulla in contrario a votare per Rodotà, ma la disciplina e la correttezza, è una condizione essenziale anche della democrazia, senza le quali degenera in ciò che nessuno può volere.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cciappas Lun 06 Mag 2013, 09:24

einrix ha scritto:

Rodotà non doveva essere votato, senza un dibattito interno al PD che portasse avanti quella proposta. E una volta scelto Marini, perché sostenuto (sulla carte, sulla base di accordi, su di un voto interno al PD) da ampia maggioranza, non è ammissibile che siano saltati fuori franchi tiratori che abbiano votato Rodotà. E questo per una questione di Metodo. Non si può far parte di un partito ed essere delle mosche impazzite quando quel partito sta facendo una determinata azione politica. Si discute prima e poi si fa quello che decide la maggioranza, e se non è così, si va a casa. Non ne voglio di parlamentari che prima si fanno eleggere da un partito e poi fanno quello che gli pare. Chi non rispetta le regole non fa parte delle persone a cui intenda concedere la mia delega. Se poi lo fanno anche di nascosto, peggio mi sento. Io non sono fatto così, e non mi identifico con loro, neppure se votano per Rodotà.

Tanti anni fa, da studente, un professore maltrattò un collega di classe. Su mia proposta si decise di mandare una lettera di denuncia al preside. Scrissi la lettera, la lessi: sembravano tutti d'accordo, ma quando chiesi di firmarla, nessuno la firmò. Senza battere ciglio, la firmai io e la consegnai in segreteria. Il giorno dopo venni chiamato dal preside che alla presenza di un paio di professori, mi comunicò che ero stato sospeso per un giorno (l'unica sospensione della mia vita). Vedendo nella faccia una espressione quasi comprensiva e bonaria del preside e dei professori (avevano capito la situazione, ma non potevano fare diversamente), ne approfittai subito e chiesi di poter scontare il giorno di sospensione, qualche giorno dopo, visto che arrivava in porto la nave su cui lavorava mio zio, così da poterlo incontrare senza perdere un giorno di scuola. Me lo concessero, esprimendo in quel modo una fattiva comprensione. Se sono così, è ovvio che quelli che usano il segreto dell'urna per compiere i loro atti contrari agli impegni presi, anche se restano degli sconosciuti, sono comunque persone che non possono condividere i miei ideali. Non avrei avuto nulla in contrario a votare per Rodotà, ma la disciplina e la correttezza, è una condizione essenziale anche della democrazia, senza le quali degenera in ciò che nessuno può volere.

sul rispetto degli accordi presi non hai torto... ma anzichè ripiegare subito su napolitano (mossa per la quale non esisteva accordo) si sarebbe potuto aspettare e vedere se nel pd poteva esserci un chiramento..

e comunque denunciare chi non ha votato marini nonostante gli accordi e invece fare gli accordi con berlusconi quando tutta la campagna elettorale è stata fatta contro berlusconi mi sembra un fatto moooooooooooooolto più grave.

cciappas

Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 22.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 Lun 06 Mag 2013, 11:08

se il pd non ha trovato i numeri per eleggere prodi come poteva trovarli per eleggere rodotà? vorrei ricordare che già il professore,persona degnissima,era già stato bocciato nel 1992 dal pds.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cciappas Lun 06 Mag 2013, 11:47

freg53 ha scritto:se il pd non ha trovato i numeri per eleggere prodi come poteva trovarli per eleggere rodotà? vorrei ricordare che già il professore,persona degnissima,era già stato bocciato nel 1992 dal pds.

io credo che chi non voleva ne prodi, ne marini ne rodotà ma ha voluto l'aqccordo con berlusconi dovrebbe essere cacciato dal pd ,,, perchè è evidente che è una quinta colonna,

questo avrebbe dovjuto fare un segretario del pd con le palle.. anzichè allearsi col cavaliere,

cciappas

Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 22.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Adam Lun 06 Mag 2013, 16:16

Questo Governo di maggioranza spuria, non è un Governo di coalizione, se non per realizzare alcune modifiche istituzionali e, forse, costituzionali, tra le quali la legge elettorale ha la priorità assoluta, come ha confermato Letta ieri sera.
A mio parere ciò significa che il primo a non credere ad una lunga durata del governo è proprio il PdC, che ha accettato un incarico difficilissimo da portare avanti, considerando che Berlusconi e i suoi più fedeli reggicoda, quando hanno fatto il patto avevano la volpe sotto l'ascella del far passare le leggi che facevano comodo a loro. La presa di posizione sulle nomine dei Presidenti di Commissione, con la pretesa di ottenere quelle della Giustizia (per salvare le poco nobili chiappe dell'arcorese) e delle attività produttive con riguardo alle Comunicazioni (per salvare i bilanci della Fininvest e controllate) mi pare lo dimostrino in modo palmare.

Se tali richieste avranno un rigido rifiuto, se l'IMU seguirà la strada che Letta ha tratteggiato e non la follia di Brunetta, se Berlusconi non diventerà mai presidente della Convenzione per le riforme (che come Commissione è un carrozzone del tutto inutile, visto che il Parlamento basta e avanza per riformare qualsiasi regola) allora coloro che sostengono la premeditazione degli accordi saranno smentiti.

In ogni caso l'estrema urgenza di convocare un Congresso da parte di ciò che resta del PD, è assoluta, perché il pensare di affrontare una campagna elettorale in queste condizioni, significa consegnare il Paese, per sempre nelle mani di chi per vent'anni lo ha affossato.
Adam
Adam

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 89
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da einrix Lun 06 Mag 2013, 21:59

Adam ha scritto:Questo Governo di maggioranza spuria, non è un Governo di coalizione, se non per realizzare alcune modifiche istituzionali e, forse, costituzionali, tra le quali la legge elettorale ha la priorità assoluta, come ha confermato Letta ieri sera.
A mio parere ciò significa che il primo a non credere ad una lunga durata del governo è proprio il PdC, che ha accettato un incarico difficilissimo da portare avanti, considerando che Berlusconi e i suoi più fedeli reggicoda, quando hanno fatto il patto avevano la volpe sotto l'ascella del far passare le leggi che facevano comodo a loro. La presa di posizione sulle nomine dei Presidenti di Commissione, con la pretesa di ottenere quelle della Giustizia (per salvare le poco nobili chiappe dell'arcorese) e delle attività produttive con riguardo alle Comunicazioni (per salvare i bilanci della Fininvest e controllate) mi pare lo dimostrino in modo palmare.

Se tali richieste avranno un rigido rifiuto, se l'IMU seguirà la strada che Letta ha tratteggiato e non la follia di Brunetta, se Berlusconi non diventerà mai presidente della Convenzione per le riforme (che come Commissione è un carrozzone del tutto inutile, visto che il Parlamento basta e avanza per riformare qualsiasi regola) allora coloro che sostengono la premeditazione degli accordi saranno smentiti.

In ogni caso l'estrema urgenza di convocare un Congresso da parte di ciò che resta del PD, è assoluta, perché il pensare di affrontare una campagna elettorale in queste condizioni, significa consegnare il Paese, per sempre nelle mani di chi per vent'anni lo ha affossato.

Qualche potere di ricatto ce lo ha anche Enrico Letta, se vuole. Basta che bussi all'altro forno, o finga di bussare. Questo triangolo politico, se ha permesso un governo PD PdL, può permettere anche un governo diverso con il M5S. E' vero che dipende dal M5S e non dal PD, ma è sempre possibile, specie se questo gruppo parlamentare del M5S volesse durare più a lungo e non disfarsi in pochi altri mesi. Chi lo avrebbe mai detto che si sarebbero ribellati al dictat dei 3000 euro netti.

Senza contare che c'è anche la possibilità di cacciare Berlusconi dal Senato, se si uniscono i voti del PD, di SEL e del M5S. E poi, altra variabile: oggi il tribunale ha deciso che i processi di Berlusconi restano a Milano. Quindi non ripartono daccapo e si possono concludere con la richiesta di interdizione dai pubblici uffici di Berlusconi, risolvendo ex Parlamento il problema del conflitto di interesse.

E poi c'è bisogno di cambiare legge elettorale, anche se ancora un Berlusconi a piede libero chiede un presenzialismo con voto diretto del Presidente della Repubblica, che non è detto che il PD accetti. Insomma tanti problemi avvitati in un senso e nell'altro, confusamente. Non deve essere semplice neppure per Alfano decidere il che fare, senza ferirsi.

E poi ancora c'è l'interclassismo ormai diffuso in tutti i principali partiti: operai ed industriali nel PD, nel M5S ed anche nel PdL. I poteri forti questa volta sono senza maggioranza propria, ed il massimo che possono ottenere è questo governo di coalizione. Ma anche gli elettori del PdL vogliono lavoro, una riduzione del cuneo fiscale, una politica meno costosa, e non vogliono rinunciare al welfare. Con il PD nel governo, quelle cose possono anche ottenerle. Staremo a vedere, come questo gioco complesso svilupperà tutte le sue manovre ed azioni, sino a quando non avrà perso quella energia che per ora riesce a tenere assieme questa improbabile maggioranza.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Arzak Sab 11 Mag 2013, 19:43

z
Arzak
Arzak

Messaggi : 363
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Guya Sab 11 Mag 2013, 19:46

Nathan ha scritto:z

emblematica risposta L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Occhiolino
Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 Sab 11 Mag 2013, 20:11

finalmente si riparte.è il paese che richiede un pd forte ed autorevole.ora diamoci da fare guardando al futuro,ci sono le amministrative alle porte e potrebbero esserci belle sorprese.ad es. a Catania dopo 12 anni di governi di destra probabilmente ritornerà a governare il centro sinistra.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Guya Sab 11 Mag 2013, 20:24




non cambia proprio Gnente, a parte i nomi, eh ? L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 292285641


...ma, forse, nemmeno i nomi riescono a cambiare..
:readpaper:
Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da afam Sab 11 Mag 2013, 20:28

freg53 ha scritto:finalmente si riparte.è il paese che richiede un pd forte ed autorevole.ora diamoci da fare guardando al futuro,ci sono le amministrative alle porte e potrebbero esserci belle sorprese.ad es. a Catania dopo 12 anni di governi di destra probabilmente ritornerà a governare il centro sinistra.

Davvero? Magari!L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 780668378
afam
afam

Messaggi : 262
Data d'iscrizione : 17.04.13
Età : 87
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cciappas Sab 11 Mag 2013, 20:41

afam ha scritto:

Davvero? Magari!L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 780668378

mi domando di quante altre prove hanno bisogno per capire che la politica italiana ha un regista occulto che preferisce privilegiare i ricchi e tratta la plebe come pezze da piedi ,,,

mi domando come può la televisione di stato dichiarare un paio di volte al giorno che la magistratura si è posta l'obiettivo di perseguitare berlusconi,se non ci fosse un minculpop che lancia le veline... ???

come si possono ascoltare e votare ministri che confermano questa diceria e cercano la sua alleanza mentre pretendono di voler fare gli interessi del paese..????

sembra davvero di essere in un paese di rincoglioniti...

cciappas

Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 22.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cciappas Sab 11 Mag 2013, 20:44

Guya ha scritto:
video postato

non cambia proprio Gnente, a parte i nomi, eh ? L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 292285641


...ma, forse, nemmeno i nomi riescono a cambiare..
L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 2533824379

e intanto gli iscritti sono tutti pronti a ricominciare con lo stesso entusiasmo nel pretendere di difendere il partito da ogni accusa di tradimento della classe lavoratrice, e di collusione col padronato.

cciappas

Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 22.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Guya Sab 11 Mag 2013, 20:47

cciappas ha scritto:

e intanto gli iscritti sono tutti pronti a ricominciare con lo stesso entusiasmo nel pretendere di difendere il partito da ogni accusa di tradimento della classe lavoratrice, e di collusione col padronato.

purtroppo sì... anche se all'orizzonte non vedo affatto nulla di nuovo o di diverso
Insomma siamo nella cacca, ma almeno rendercene conto e non raccontare a noi stessi quella dell'uva. Far finta di crederci non ci esenta dall'annegamento...
Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Ospite Sab 11 Mag 2013, 20:49

"Finalmente si riparte"
resta solo da appurare
senz'aver arte nè parte
dove mai si potrà andare? :lol!:

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Guya Sab 11 Mag 2013, 20:52

Bessarione13 ha scritto:"Finalmente si riparte"
resta solo da appurare
senz'aver arte nè parte
dove mai si potrà andare? :lol!:

potrei anche rispondere al quesito
ma, credo, che pure il tuo neuroncino
in questo caso sia a tal risposta ammorbidito
afc.. e se non sai la strada, prova il lumicino !
Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cciappas Sab 11 Mag 2013, 21:01

Bessarione13 ha scritto:"Finalmente si riparte"
resta solo da appurare
senz'aver arte nè parte
dove mai si potrà andare? :lol!:

non stiamo andando da nessuna parte... siamo sempre sotto una dittatura clericopadronale mascherata da democrazia..

ovvero governati da una banda di ladri e di magnaccia che di giorno fingono di bisticciare ma di notte gozzovigliano insieme e si riempiono le tasche a spese nostre,

cciappas

Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 22.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Ospite Sab 11 Mag 2013, 21:37

questa mi fa pensare al militante di sinistra, pd in particolare.
basta sostituire "allegria" con "la via" (e, ad essere pignoli, dove dice "bambino" mettere "partito") Rolling Eyes

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Adam Sab 11 Mag 2013, 22:04

Sul fatto che il PD sia stato sino a stamane allo sbando, non ci possono essere dubbi. Sbando provocato da personalismi inaccettabili, ma sopratutto da contraddizioni interne difficilmente sanabili. Ma è altresi un fatto che con la nomina di segretario pro tempore di un mite come Epifani, un uomo di sinistra non comunista, che per anni ha retto il maggiore sindacato italiano si prende atto della situazione, si garantisce al Governo retto da un Democratico, quell'appoggio coeso che deve fare da contrappeso alla prepotenza del PDL, che sullo sfascio del PD basa la sua strategia, come i sondaggi dimostrano. Governo, per inciso, che vorrei, da un lato,teso a risolvere le emergenze del lavoro (inclusi i provvedimenti in favore dei cassa-integrati e degli esodati) e della legge elettorale portando avanti la soluzione più semplice che è l'abrogazione della legge attuale e, dall'altro, capace di ribaltare a vantaggio del centrosinistra i ricatti che Berlusconi opera come sistema.

Ora si organizzeranno le correnti per portare ciascuna le proprie mozioni al congresso di Autunno, e là i delegati sceglieranno quale sarà le prescelta con tutte le conseguenze relative. Nel senso che se venissero alla luce differenze incompatibili, quello che è oggi un partito unito si dividerà on due partiti, non necessariamente nemici, ma autonomi nei propri principi e nei programmi che ne conseguono con la prospettiva di portare la compatibilità a livello di coalizione, nella speranza che alle due formazioni aderiscano altri partiti prossimi per i valori che portano.

Contrariamente alla opinione più diffusa, io questo evento lo considero positivamente, per il motivo che ritengo sia molto meglio contrattare soluzioni concordate e condivise da posizioni diverse tra partiti diversi, che tra correnti nello stesso partito. Non fosse altro che per la chiarezza che traspare e dunque dall'attrattiva che tale chiarezza offre agli elettori.
Adam
Adam

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 89
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Montalbano Dom 12 Mag 2013, 00:03

freg53 ha scritto:Se non si fa qualcosa a brevissimo, in pochi giorni si può distruggere una storia che è nata cento anni fa.
Perchè cento anni fa? La DC mica è nata nel 1913...

Montalbano

Messaggi : 1137
Data d'iscrizione : 30.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 Dom 12 Mag 2013, 06:32

c'è il tentativo di accostare il pd alla vecchia dc,ricordo che la storia della dc non è stata cosi negativa,accanto agli impresentabili c'erano uomini che si chiamavano zaccagnini,moro,la pira,tina anselmi e tanti altri.dc e pci erano partiti autenticamente popolari che hanno contribuito a trasformare e a migliorare il nostro paese.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Montalbano Dom 12 Mag 2013, 07:43

Certo, la Dc è stata anche qualcosa di buono, a volte. Il problema è che il pd ricorda la parte marcia della Dc, non quella positiva...

Montalbano

Messaggi : 1137
Data d'iscrizione : 30.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Adam Dom 12 Mag 2013, 08:26

Ad integrazione del mio intervento di ieri, e in particolare agli esiti del prossimo congresso, quando ho dato per scontato che la nomina del nuovo segretario dipenderà dai delegato presenti, vorrei porre una questione.

Si è sperimentato in vari modi il voto popolare delle primarie, voto che ha dato esiti accettabili in alcuni casi e discutibili in altri, come la scelta dei candidati al Parlamento. Perciò mi chiedo, è preferibile fare scegliere il Segretario ai mille delegati del Congresso, ho fare uscire dal congresso una lista di candidati da sottoporre al giudizio delle primarie?

Apprezzerò risposte argomentate da chi ha interesse al tema e non battute ripetitive dei missionari rompiballe (che se per una volta dimostrassero la loro intelligenza in modo costruttivo, favorirebbero il dialogo, invece di interromperlo)
Adam
Adam

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 89
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da cciappas Dom 12 Mag 2013, 10:21

Adam ha scritto:Ad integrazione del mio intervento di ieri, e in particolare agli esiti del prossimo congresso, quando ho dato per scontato che la nomina del nuovo segretario dipenderà dai delegato presenti, vorrei porre una questione.

Si è sperimentato in vari modi il voto popolare delle primarie, voto che ha dato esiti accettabili in alcuni casi e discutibili in altri, come la scelta dei candidati al Parlamento. Perciò mi chiedo, è preferibile fare scegliere il Segretario ai mille delegati del Congresso, ho fare uscire dal congresso una lista di candidati da sottoporre al giudizio delle primarie?

Apprezzerò risposte argomentate da chi ha interesse al tema e non battute ripetitive dei missionari rompiballe (che se per una volta dimostrassero la loro intelligenza in modo costruttivo, favorirebbero il dialogo, invece di interromperlo)

non so se sono uno dei tuoi missionari .. ma ritengo che come al solito rimangono due metodi fittizi per annebbiare i boccaloni.... alla fine vinceranno quelli scelti dai padroni delle tessere,,, come sempre,

per avere un briciolo di speranza che i nuovi eletti operino in piena autonomia bisognerebbe prima mandare in galera i padroni delle tessere, e costringere i partiti a vivere solo con il contribuito delle tessere degli iscritti, il cui voto neli congressi del partito dovrebbero essere autenticati da un notaio,

altrimenti i partiti e i sindacati saranno sempre quinte colonne del potere clericopadronale e faranno sempre e solo gli interessi dei soliti centri di potere


Ultima modifica di Guya il Dom 12 Mag 2013, 11:02 - modificato 1 volta. (Motivo della modifica : post doppio)

cciappas

Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 22.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Montalbano Dom 12 Mag 2013, 11:30

A dire il vero, il tema accennato involontariamente da freg era più interessante. Perchè il tema della formazione del personale politico è secondario rispetto agli ancoraggi di un partito. Se si sceglie la tradizione Dc si punta all'interclassismo, se si privilegia la provenienza Pci, si punta su determinati referenti sociali e si fanno scelte nette. Quando dicevo che il pd ha preso il peggio della Dc non era una battuta acida, ma una semplice constatazione, che spiega perchè sia il caso di augurarsi la debacle completa di questo simulacro di partito. Poi chi vuole tenerselo, faccia pure, ma la storia già sta facendo il suo corso e chiedendo il conto...

Montalbano

Messaggi : 1137
Data d'iscrizione : 30.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da freg53 Dom 12 Mag 2013, 15:35

il pd è in crisi, ma dovremmo essere coerenti ed affermare che è tutto il progressismo europeo ad essere in difficoltà.sono in difficoltà i socialdemocratici tedeschi per non parlare di quelli spagnoli e dei francesi.i progressisti quando sono all'opposizione non sanno cosa offrire agli elettori e quando sono al governo non sanno proporre politiche alternative efficaci a quelle della destra.spesso il confine è così labile che non si riesce ad individuare delle vere differenze.la democrazia rappresentativa è in piena crisi.torniamo a votare,i partiti si contendono il potere e si alternano al potere.però le decisioni vere si prendono altrove.se avesse vinto bersani cosa avrebbe potuto fare per soddisfare la base di consenso tradizionale? l'unica soluzione era andare in Europa a chiedere qualche allargamento dei vincoli di bilancio.poche briciole per esigenze così grandi.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Montalbano Dom 12 Mag 2013, 16:10

Scusa freg, ma se secondo te, e io sono d'accordo, l'Europa si sta rivelando una gabbia, con le sue politiche di bilancio (sulla cui convenienza ormai sono in molti a dissentire, anche tra autorevoli economisti), non pensi che è arrivato il momento di mettere in discussione un dogma? O andando a ridiscutere tutto, nell'ambito del progressismo europeo e con il suo apporto nei confronti delle istanze decisionali, o decidendo che non si può più rimanere? Altrimenti vuol dire essere affetti da Sindrome di Stoccolma. E se permetti, io (e molti altri) non voglio morire per l'Europa, idea di cui sinceramente me ne fotte poco se deve ridursi ad una moneta che ci sta strangolando...

Montalbano

Messaggi : 1137
Data d'iscrizione : 30.04.13

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Adam Dom 12 Mag 2013, 17:26

L'utilità e la convenienza di un'Unione federalista europea, non dovrebbe messa in discussione, specie da un paese debole come il nostro, che per esempio dall'euro ha tratto stabilità finanziaria, bassa inflazione tutte cose che per chi ha la memoria degli anni 80 e inizio 90 sono state fondamentali per i percettori di reddito fisso.
Poi c'è l'altro vantaggio, che fu alla base della dichiarazione di Schuman del '50, la pace internazionale che nel precedente mezzo secolo polverizzò risorse ed esseri umani a tutto vantaggio dei ricchi capitalisti che sulla guerra ci marciano alla grande.

D'altro lato, è anche fuori discussione che così com'è, l'Europa è un 'opera incompiuta il cui difetto è la mancanza di coerenza e di logica nella gestione della cosa comune, che è affidata ad istituti fondamentali come la BCE, privi tuttavia di quella autonomia che permetterebbe in caso di bisogno quelle politiche anticicliche che oggi mancano. Quindi è necessario attuare progetti ormai approvati, quali l'integrazione e il coordinamento delle banche, un'unica politica finanziaria ed economica e. alla fine una costituzione per l'unità vera su base federale.

Quindi l'obiettivo di un governo come il nostro è promuovere l'accelerazione del programma, ma mai e poi mai, perorare la disgregazione di quel poco, ma fondamentale che sin qui è stato fatto, e ciò non in nome di un principio, ma dei nostri esclusivi interessi.
Adam
Adam

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 89
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da einrix Dom 12 Mag 2013, 18:24

- Adam scrive: "Perciò mi chiedo, è preferibile fare scegliere il Segretario ai mille delegati del Congresso, o fare uscire dal congresso una lista di candidati da sottoporre al giudizio delle primarie"?



Il mio punto di vista
- un segretario che deve guidare un Partito deve essere eletto in un Congresso a cui partecipino delegati che abbiano vinto la delega nelle loro rispettive federazioni.
- le primarie estese agli elettori vanno bene per decidere chi debba essere il capo di una coalizione.

Le ragioni di questa proposta:
- governare un partito è diverso che governare uno stato
- per tenere lontano un partito, dal governo.

In estrema sintesi: il circuito dei congressi di partito e quello delle primarie devono essere separati.

Ci sono molte ragioni per queste conclusioni, dopo quattro anni di sperimentazione.


einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

L'8 Settembre del Pd - Pagina 2 Empty Re: L'8 Settembre del Pd

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.