AreaForum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il VUOTO ASSOLUTO

Andare in basso

Il VUOTO ASSOLUTO Empty Il VUOTO ASSOLUTO

Messaggio Da freg53 Lun 09 Giu 2014, 04:11

I risultati delle amministrative non ci hanno sorpreso.Il PD e i suoi alleati della coalizione di CS conquistano 160 COMUNI SUPERIORI,il cd solo 37 e il movimento 5 stelle solo 2.Il dato politico più significativo è il vuoto assoluto che regna dalle parti del mov.5 stelle.Oltre Grillo non c'è nessuno.Sono solo 10 i grillini sindaci su 8.094 comuni,poca cosa.Siccome Grillo non potrà durare in eterno,in fondo ha 66 anni e un'altra campagna elettorale massacrante non sarà in grado di sopportarla,prevedo che il movimento, a meno di clamorose sorprese,presto si estinguerà,come il movimento dell'uomo qualunque di Giannini.In pratica grillo fa di tutto tranne quello che dovrebbe fare,far crescere una classe dirigente in periferia.Oggi magari continuerà a raccontare baggianate per la vittoria storica di Livorno,ma non sarà in grado ormai di dettare la linea.Quanto al risultato di Livorno è ASCRIVIBILE ALLE solite  BEGHE CITTADINE e al  tafazzismo di certa SINISTRA-SINISTRA ( UMILIANTE VEDERE UN EX MINISTRO DEL GOVERNO PRODI FERRERO TWITTARE che loro hanno vinto) CHE PUR DI ANDARE addosso al PD hanno votato,al secondo turno,un grillino dall'incerta collocazione ideologica.Insomma come certi mariti che per far dispetto alle mogli si tagliano gli attributi.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

Il VUOTO ASSOLUTO Empty Re: Il VUOTO ASSOLUTO

Messaggio Da einrix Lun 09 Giu 2014, 20:47

La DC era un partito popolare, controllato dagli USA e dalla Chiesa che fondava la sua politica sull'antagonismo con il comunismo.
Antagonismo giocato in vario modo e su diversi livelli, perché il nostro paese doveva anche superare il ritardo della crescita della democrazia e l'arretratezza di un popolo contadino che ancora non riusciva ad entrare a pieno titolo nell'era industriale.
La caduta del Muro di Berlino e la Fine della guerra fredda ha distrutto l'unico collante che teneva insieme interessi così diversi. Il PCI con la sua politica ha aiutato moltissimo a rendere più rapido quella emancipazione e quello sviluppo che altrimenti avrebbe richiesto tempi molto più lunghi.
Dal '45 al '68 si è compiuto il nostro "Grande salto", ed in quegli anni si sono messe le fondamenta per i diritti dei lavoratori, per la scuola, la sanità ed ogni aspetto dello stato sociale.

Il PD da sinistra ha ereditato la politica riformista e polare del PCI, e dalla DC ha ereditato quell'elettorato popolare cattolico che era sempre stato un riferimento di quell'incontro con i cattolici così a lungo perseguito da Togliatti. I ceti popolari del nostro paese votavano per il PCI e la DC, mentre i Repubblicani o i liberali erano il riferimento di una borghesia che vedevano nell'alleanza con la DC e nel sostegno americano, la forza con cui affermare le proprie ragioni.

Se Bersani prende solo qualche voto della DC, e Renzi arriva al 40%, è proprio perché quel voto aveva bisogno, per liberarsi e rendersi disponibile, di un forte riferimento a persona che nella DC avesse militato.

Spiego così la grande affermazione del PD, nella consapevolezza che oggi raccolga quella base sociale popolare che nello scontro ideologico, in passato aveva militato nel PCI e nella DC.
einrix
einrix

Messaggi : 10586
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.