Quale compromesso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quale compromesso

Messaggio Da Tarzan il Dom 13 Lug 2014, 17:04

Forse è ora di porsi qualche domanda sulla politica di Israele. Non giudico qui il passato e neanche il presente. Mi interrogo sul futuro, sempre che ce sia uno, e mi chiedo: quale soluzione immagina il governo d'Israele per i Palestinesi? che confini auspica per sé e per i suoi vicini? come pensa di arrivare a una pace non dirò equa ma almeno sostenibile? Che l'esercito israeliano sia tra i più potenti del pianeta è certo, ma il governo di Israele, oltre a martellare il nemico (e a dirci che lo fa con garbo), che progetto complessivo ha? La forza militare non basta, non solo non è "giusta" ma soprattutto, come tutte le cose umane, prima o poi si esaurisce. Non sarò vivo per vederlo: ma, se non elabora un compromesso accettabile anche per i Palestinesi, dubito che Israele esisterà fra cent'anni.
avatar
Tarzan

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 17.04.13
Età : 75
Località : Pesaro - Aosta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quale compromesso

Messaggio Da einrix il Dom 13 Lug 2014, 20:51

Se ci sono dei fanatici tra gli arabi, ce ne sono altrettanti tra gli ebrei. Gli arabi cercano in tutti i modi di fare un califfato mondiale, così come gli ebrei cercano di farsi uno stato che per quanto millanti democrazia, resta fondamentalmente teocratico e legato alla razza.
Non c'è niente di più vergognoso, che finire il secondo ed iniziare il terzo millennio con certe idee che fanno venire la pelle d'oca, come se non bastassero le intemperanze clerico-naziste che hanno portato al massacro di popolazioni per principi fondati sulla razza. In fondo, le religioni sono solo un pretesto per Hamas, come per i partiti di destra israeliani, e per quanti in Europa e nel Mondo perseguano idee simili, ed ognuno di loro fa il gioco dell'altro, perché di fatto ciascuno ha bisogno del proprio avversario per poter continuare ad esistere.

Poche settimane fa, Perez e Abu Mazen hanno piantato un albero d'Ulivo insieme a Papa Francesco. Poteva essere l'inizio di un processo di pace, ma i jiadisti palestinesi hanno dato l'occasione agli jiadisti israeliani, di troncare quell'albero che ora sta allagando di sangue la Palestina. Posso solo maledirli, ed a questo punto, per gli jadisti di Hamas non vale neppure più il principio che loro siano le vittime. Vittima è il popolo palestinese che viene tenuto in catene dagli jiadisti israeliani, e portato allo sbaraglio dai fanatici di hamas, sotto gli occhi girati dall'altra parte di europei e americani, che stanno perdendo quegli ultimi residui di dignità che a fatica cercavano di riconquistare, dopo le vergognose guerre contro una nazione araba che negli anni cinquanta e sessanta lottava contro il colonialismo e l'imperialismo occidentale, in maniera laica.

Per i palestinesi è diverso, dato che loro vivranno sempre su quella terra, ma per gli israeliani, se non cambieranno politica e se non estrometteranno dal potere i loro quaedisti, perderanno il diritto di vivere in Palestina insieme ai palestinesi, essendo quello il solo modo possibile in una prospettiva di lungo periodo.

Sia bandito l'uso violento della religione, e vengano ritenuti empi quei preti e quei sacerdoti che fondano la loro dottrina, sulla razza e sulla guerra, millantando un Dio che esistendo, può solo disperderli con ignominia, e mandarli nell'inferno.
avatar
einrix

Messaggi : 7932
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quale compromesso

Messaggio Da einrix il Mar 15 Lug 2014, 08:17

15/07/2014 08:09
M.O:Israele e Anp dicono sì alla tregua
   8.09                                
 M.O:Israele e Anp dicono sì alla tregua
 Al termine della riunione del Consiglio
 di sicurezza, da Israele arriva il sì 
 alla proposta di tregua fatta ieri dal-
 l'Egitto e che prevede il cessate il  
 fuoco dalle 8.                        
 Lo ha comunicato lo stesso Consiglio, 
 riunito stamane per esaminare la propo-
 sta egiziana, già respinta da Hamas e 
 dal suo braccio armato, le Brigate Ez-
 zedine al-Qassam. Il presidente Anp Abu
 Mazen, per parte sua, sostiene la pro-
 posta e ha lanciato un appello "a tutte
 le parti", "nel supremo interesse na- 
 zionale" palestinese.  
 
Peccato che ci siano gli Jiadisti di Hamas da una parte e gli jiadisti sionisti dall'altra, e che l'ANP non sia in grado di controllare la striscia di Gaza grazie ai blocchi che Israele fa e per la mancanza di collegamenti diretti tra la Cisgiordania e Gaza. Così la situazione sarà sempre in mano loro e non di chi in Palestina voglia una politica diversa e di buon vicinato tra due comunità oggi mortalmente ostili. Senza contare che Netanyau è uno jiadista delle istituzioni che garantisce proprio le politiche estreme di colonizzazione della Palestina.
Una soluzione potrebbe essere l'Egitto, se mandasse sue truppe nella striscia di Gaza per smilitarizzare Hamas e riportare il potere dell'Anp in quel campo di prigionia a cielo aperto fonte di disperazione e alimento di una guerra infinita, sino allo sterminio di quei palestinesi, che di fatto è già in atto, sotto gli occhi di un mondo che guarda, se non fa di peggio, come gli USA di Obama, che in questo non sono diversi dagli USA di Bush.
 
Un altro aiuto all'Anp verrebbe da un corridoio - una super strada - che dovrebbe collegare la Cisgiordania a Gaza, come lo era l'autostrada che collegava Berlino alla Repubblica Federale Tedesca. Aiuterebbe l'Anp a tenere sotto controllo militare la Striscia.
Ma di queste cose nessuno ne parla, mentre occorrerebbe iniziare a mettere avanti queste proposte, necessarie a sbloccare una situazione cancerosa.
avatar
einrix

Messaggi : 7932
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quale compromesso

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum