AreaForum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

La faccia come il culo

Andare in basso

La faccia come il culo Empty La faccia come il culo

Messaggio Da cireno Mar 04 Feb 2014, 06:18


  1. Dalle mie parti quando una persona non ha la dignità di essere conseguente alle sue azioni si dice che “ha la faccia come il culo”, mettendo così il culo in una posizione che non gli spetterebbe visto che questa essenziale parte del corpo ha un comportamento sempre uguale al motivo per cui esiste ed ha pure, quando è femminile, una sua attrattiva.

    Comunque il nostro bravo Pierferdinando Casini se non ha la faccia come il culo quantomeno ha spiccate tendenze alla prostituzione politica: appena ha sentito l’odore della possibilità di rimanere fuori dal parlamento, si è rimangiato tutti i giudizi su Berlusconi, uno più pesante dell’altro, ed è andato a palazzo Graziali con il cappello in mano a scodinzolare come Dudu davanti al delinquente.

    Che dire? Uno sputacchio per terra è l’espressione più educato che si può avere davanti a simili personaggi che, sia ben chiaro, non hanno nemmeno la scusa di doversi mantenere un lavoro, visto che questo signore è marito di una delle donne più ricche del Paese, quindi prostituto per il piacere di esserlo: un ninfomane dei palazzi del potere.

    Ma qui entra in ballo l’intelligenza politica di Renzi che è riuscito, con la sua iniziativa che poi è passata nelle mani sporche ma ben più furbe del duo Berlusconi-Verdini, a trovare il sistema per far riunire tutto il destrume italiano intorno al delinquente che certamente tornerà ad essere osannato da chi fino a stamane lo ha riempito di sputi. Rivedremo quindi la “Federazione del Centro Destra” dove confluiranno TUTTI, da Casini che è già sotto il portone a far pisciare Dudu, ad Alfano, a la Meloni, a Maroni, e probabilmente anche a Storace: una bella coalizione di prostitute, anche reali, pregiudicati, delinquenti conclamati, truffatori, corruttori, corrotti, noti incapaci, voltagabbana. E siccome gli italiani, notoriamente, pendono elettoralmente verso il centro destra ho la vaga impressione che l’attivismo di Renzi, nella fattispecie, sia riuscito a realizzare un grande obiettivo, per la destra: diventare la favorita delle prossime elezioni.

    Ah, dimenticavo: il colpo a sorpresa di Berlusconi si chiama Marchini. Sembra sarà il trombato alle comunali di Roma il prescelto di Berlusconi per condurre la Federazione del Centro Destra prossimo venturo. Per ora si è cambiato il disco: via le pitonesse, le tigri, i pirati e nuova formula tranquillizzante con la faccia inespressiva ma tranquillizzante di Toti. Con qualche apparizione di Dudu che abbaia soddisfatto
    .

cireno
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 120
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da einrix Mar 04 Feb 2014, 06:35

Eh! purtroppo il "faccio tutto mi", quasi sempre colpisce.
Poi uno si domanda perché ci si mette così tanto a fare la legge elettorale e finché c'è il porcellum non succede niente, ed appena se lo mangiano, ecco che c'è il via libera per il nuovo porcellinum. Queste sono le bravate di un Renzi che pur avendo i calzoni corti crede di poter fare il grande.

In queste condizioni non avrei fatto nessuna legge elettorale, lasciando il proporzionale puro, o quanto meno avrei proposto il doppio turno col premio oltre il 43%, oppure seconda giornata di elezioni. 

Le imprudenze di qualcuno le pagano tutti, se tutti sono così allocchi dal consegnargli il potere. Ero sicuro che Renzi piacesse più a Berlusconi che a me, e adesso viene fuori evidente la ragione.

E anche il più fesso dovrebbe capire la ragione di tanta buona stampa, che gliela si può sempre togliere in un istante, lasciandoci in brache di tela.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da Rom Mar 04 Feb 2014, 09:08

Questo thread andrebbe unificato con quello sulla "mala informazione".

Verissimo: hanno la faccia come il culo.
Ma il culo, più della faccia, è difficile camuffarlo: se è grosso è grosso, se è calato è calato, c'è poco da addobbare. C'è poco da "male informare", almeno nel senso tecnicamente giornalistico.
Il Berlusconi da Vespa - grazie anche a Vespa - ha la stessa probabilità di essere scambiato per uno statista, quanta ne ha la Cancellieri in bikini di fare la pin-up.
Grillo che urla in suoi vaffanculo, che nuota, che stringe le mani come un santone, può essere scambiato per il salvatore della patria solo da un popolo eternamente nostalgico di un qualche fascismo.
Su Renzi non vele nemmeno la pena di infierire, lui è le sue Renzie girls, tutti che esibiscono la c-sfiatata alla fiorentina come unica promessa rivoluzionaria, rispetto al birignao lombardo del centrodestra, il romagnolo del precedente segretario e il romano curiale della prima repubblica andreottiana.

Insomma, anche in materia di facce e di culi, vale lo stesso principio di sempre: in Italia non è necessaria la dietrologia, perché gli scandali sono sotto gli occhi di tutti. Basta guardare.
Se la gggente guarda e non vede, parliamo della gente: compreso il cosiddetto "popolo delle primarie".
La televisione è un grande argomento di verità, anche quando - soprattutto quando - è falsa, bugiarda e manipolata: un Di Battista che fa le mossette e la faccette, che si accende e si spegne nella vaghezza secondo copione, di fronte alla Bignardi, che fa le faccette e le mossette per vocazione, sono sufficienti a far salire di dieci punti in un solo colpo la percentuale degli astenuti, alle prossime elezioni.
Il guaio è che si tratta dell'astensione dei migliori, di quelli cioè che "vedono" ciò che stanno guardando.
Rom
Rom

Messaggi : 996
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da einrix Mar 04 Feb 2014, 09:25

Chi si astiene non è mai migliore, ma è uno che pensa solo ai fatti suoi. Va bene quando vuole evitare di vedere Di Battista o la Bignardi, non va bene quando deve scegliere la classe politica.

Renzi purtroppo è la sola risposta che il popolo della sinistra, battuto su tutta la linea, riesce a mettere in campo in un paese dominato dalla pubblicità.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da Amiter Mar 04 Feb 2014, 12:33

Chi vota si può suddividere in 3 categorie:
1. quelli che pensano, magari illudendosi, di votare per chi possa far bene all'intera collettività (a me piacerebbe appartenere a questa categoria);
2. quelli che pensano, magari illudendosi, di votare per chi possa avvantaggiare una certa classe di individui a scapito di altre;
3. quelli che pensano, magari illudendosi, di votare per chi possa procurargli dei vantaggi personali.

Chi si astiene è certamente migliore quanto meno di quelli della categoria 3 (che non sono affatto pochi)... anche perché come può chi si astiene essere "uno che pensa solo ai fatti suoi" rimane per me un mistero... non è che uno diventa egoista perché non gli importa più di tanto delle sorti del popolo della sinistra in quanto tale...
Amiter
Amiter

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 25

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da Lara Mar 04 Feb 2014, 12:55


E’ come se, dovendo giocare una partita di calcio, si dovesse scegliere tra essere rappresentati dagli ultras o da Moggi (per chi è digiuno di calcio, Moggi è il corruttore condannato del sistema calcio).

 Una vera alternativa del diavolo.

Coi primi, si rischia di non far svolgere la partita; col secondo, si sa già chi vince.

Anche decidere di non giocare la partita è una esclusione forzata, che farebbe contente entrambe le parti sopra descritte.

Sono graditi suggerimenti…
Lara
Lara

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da Arzak Mar 04 Feb 2014, 13:58

Una vera alternativa del diavolo.

cerchiobottismo?   La faccia come il culo 2237596903
Arzak
Arzak

Messaggi : 363
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da cireno Mar 04 Feb 2014, 14:16

C'è sempre la speranza che questa legge elettorale del cazzo si areni in parlamento. Anzi che lo stesso Renzi ordini ai suoi di non votarla in parlamento. Anche se dubito che lui, Renzi, riesca a capire il danno che sta facendo con quella legge...oppure, ma vuoi vedere che lo sa benissimo?
cireno
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 120
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da einrix Mar 04 Feb 2014, 14:42

Cazzo Lara, sei proprio una grillina quando parli di politica. Il disprezzo che metti dentro appartiene più a te che alla politica.
Tra te e Berlusconi in fatto di cinismo vinci tu.
Ho un'altra concezione della politica che è l'arte del governo e che diventa un'arte gladiatoria solo quando tu e Grillo entrate in scena. Non è mai buon cittadino chi impreca contro la politica, non avendo una bussola ideologica legata al proprio stato, alla propria classe sociale e relegandosi solo nel suo ipsismo, come prigione volontaria, uscendone solo per sortite contro il mondo.
 
Ognuno ha diritto di imprecare contro questo o contro quello, ma quando impreca contro tutti, tranne contro se stesso, è preda di un egoismo che ormai gli ha trascinato la coscienza nel suo lato oscuro, per dirla con Guerre Stellari.
 
Troppi anni di televisione hanno slegato l'essere dal corpo sociale e lo hanno legato attraverso il telecomando all'antenna di un nuovo padrone.
 
Una volta per regnare si usava il terrore, oggi per regnare si usa portare alla disperazione la gente con l'informazione e l'intrattenimento. Era sempre il potere economico che un tempo si traduceva nel numero di soldati necessari a reprimere una rivolta o a conquistare nuovi territori, oggi con il potere economico si comprano anchor men, si costruiscono notorietà da spendere come persuasori, col compito di infragilire le difese sociali e ricondurre le anime, tutte in fila all'ovile.
 
Sono di sinistra, in questo contesto, proprio per reagire, ma vedo che la presa del potere è forte e l'avvelenamento delle coscienze è in uno stadio troppo avanzato.
 
Che Kafka, quasi un secolo fa rappresentasse questo disastro psicologico, non è servito a nulla, non ha messo in allarme nessuno, e ormai mi trovo sotto accusa per essere alla ricerca della normalità, per amare la democrazia, per volere dei partiti che ne siano la migliore espressione, e invece sono accusato proprio di questo da grossi scarafaggi che rappresentano gli abitatori e i giustizieri di questo nuovo mondo.
 
Spero di risvegliarmi, un giorno, da questo brutto incubo.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da Rom Mar 04 Feb 2014, 16:52

einrix ha scritto:Ho un'altra concezione della politica che è l'arte del governo e che diventa un'arte gladiatoria solo quando tu e Grillo entrate in scena. Non è mai buon cittadino chi impreca contro la politica, non avendo una bussola ideologica legata al proprio stato, alla propria classe sociale e relegandosi solo nel suo ipsismo, come prigione volontaria, uscendone solo per sortite contro il mondo.
Ognuno ha diritto di imprecare contro questo o contro quello, ma quando impreca contro tutti, tranne contro se stesso, è preda di un egoismo che ormai gli ha trascinato la coscienza nel suo lato oscuro, per dirla con Guerre Stellari.
... Troppi anni di televisione hanno slegato l'essere dal corpo sociale

Lara mi ha preceduto col suo post: stavo per dire la stessa cosa che ha detto lei, sia pure con immagini e parole diverse.
Quindi mi sento autorizzato a riponderti, perché è come se tu, ora, ti fossi rivolto anche a me.

Io non "impreco", ma faccio delle valutazioni che hanno lo stesso senso delle imprecazioni: non contro "la politica", ma contro semmai i diversi attori che si muovono sulla scena della politica. Non quelli che astrattamente, teoricamnte, sperabilmente dovrebbero esserci, ma quelli che ci sono: Berlusconi, Grillo, Renzi, Vendola, Casini, etc.
E lo faccio proprio perché ho una bussola ideologica.
La gente, i personaggi, i partiti sopra elencati non sono "la politica" e non sono "il mondo".
E non sono "tutti": qui varrebbe la pena di aprire il discorso sulla rappresentanza, soprattutto a sinistra.

A me piacerebbe poter salvare dalle mie valutazioni negative una parte - la "mia" parte, come al tempo del PCI e, per certi versi, dei vecchi socialisti ante-Craxi. Ma questo centro-sinistra, il PD e Renzi non me lo consentono, in buona coscienza.
Tuttavia non sono le critiche in se stesse a valere, ma il loro contenuto: le valutazioni che faccio (e che fa Lara) non sono le stesse per tutti. Esattamente l'opposto del "fare di ogni erba un fascio", insomma, in modo indiscriminato - cosa che invece rischi di fare tu, quando ammassi quelunque critica nello stesso calderone.

E trovo piuttosto pretestuoso l'accenno alla televisione, visto che tutti i personaggi che costituiscono l'attuale scenario politico godono in un modo o nell'altro di una buona stampa, scritta e parlata, o almeno una massiccia rappresentanza: compreso il PD.
E poi, ricordiamoci del buon Pannella d'antan - quello che faceva le buone e belle battaglie sui diritti civili - che polemizzava ferocemente con la nomenklatura del PCI: "per i comunisti, ogni critica che gli viene fatta è una calunnia".
E gli elettori, i militanti del PCI, il "popolo intelligente" della sinistra appoggiavano masicciamnte i referendum radicali, senza lasciarsi influenzare dalle invettive di Pannella, rimanendo ben fedeli al partito: perché il partito era una cosa seria, con tutti suoi errori e i suoi limiti, i suoi compromessi e i suoi calcoli.

Sul piano della comunicazione e, perché no?, della propaganda elettorale, dare del "grillino", sprezzantemente, a chiunque critichi il PD (o "anche" il PD) è un errore madornale, un autogoal: c'è bisogno che io spieghi il perché?
Hanno voluto le primarie - che io da sempre considero una coglionata. Ecco il risultato: due milioni di gente scontenta e disperata ha mandato al vertice un tizio che ha liquidato quel poco che rimaneva di "sinistra" nel PD. E' questo che voleva l'elettorato del partito? Sono tutti contenti, gli altri otto, dieci milioni di elettori - e una parte di quegli stessi che l'hanno votato due mesi fa?
E, se non sono contenti, che devono fare, sorridere e battere le mani, solo per non assomigliare ai grillini?
Rom
Rom

Messaggi : 996
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da einrix Mar 04 Feb 2014, 17:23

Do del grillino a chiunque critichi la politica come categoria, e Lara lo fa come Grillo, e tu un po meno di Lara, anche se poi cerchi di sostenerla. Io critico Renzi, ma non critico il PD, o tutta la politica. Quando critico Berlusconi pongo un problema alla destra, non alla politica. Per criticare la destra porto argomenti, non critico la politica. Ormai siete usciti dalla normalità senza neppure accorgervene e siete fuori dal recinto della discussione politica riguardo ai contenuti.
 
Pongo la questione della stampa, dei media, e di voi che ne fate il verso nella speranza che un dubbio, o un barlume vi riveli dove siete arrivati. Siete al più bieco conformismo perché oggi è conformista chi critica la politica come fate voi, non chi cerca di ridarle il significato che deve avere.
 
Per stare alle vostre discussioni, dovrei davvero rispondervi come vi risponderebbe Kafka.
 
Comunque grazie per questo dibattito che spero serva a qualcuno.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da Lara Mar 04 Feb 2014, 21:59

Io critico la politica come categoria? Stai scherzando, vero? E’ proprio perché ho un’altissima considerazione della politica, che mi rifiuto di considerare tale la semplice coabitazione nei palazzi che ha contraddistinto la politica del PD degli ultimi anni.
E’ che io, caro Einrix, detesto i sepolcri imbiancati. Continuando la metafora calcistica, certo, Moggi si presenta meglio, sembra quasi un vero manager, doppio petto e toni soft, peccato che i campionati risultino taroccati. E si trova un sacco di gente, come te, che grida al vittimismo e allo sfascismo, pronta a spalleggiare il potente in odor di corruzione. Cosi, pensano di garantire l’equilibrio del sistema e, soprattutto, di non rompere il giocattolo.
Dimenticandosi che il giocattolo è lì per tutti, non solo per alcuni.
Io non ho nessun altarino da difendere, perciò posso prendermi la libertà di dire quello che penso, in modi garbati, credo. Che basta già a distinguermi dai grillini, che ho paragonato agli ultras.
Quelli che gridano oggi ai fascisti eversori non sono credibili perché in venti anni di mattane berlusconiane contro i magistrati, si sono sempre limitati a dire “abbassiamo i toni”.
Sono venti anni che sussultiamo sulla sedia dopo qualche affermazione eversiva della lega e del pregiudicato, aspettando una reazione adeguata, e il solito piddino vescovile ci ricordava che il signor B. era stato eletto da qualche milione di italiani, che è poi la stessa cosa capitata ai grillini, i cui elettori hanno evidentemente un diverso peso specifico.
Ma la mia battuta era rivolta soprattutto alla tragedia di non poter  scegliere, appunto, nessuna “vera” politica.
Anche la Commissione europea si è accorta di quello che tutti gli italiani sanno inutilmente, cioè che siamo il paese più corrotto d’Europa.  E, a questa evidenza, si risponde con un “dagli al grillino”  che, seppur politicamente inadeguato o esagitato, certo non può essere responsabile di tale situazione.
La politica è anche, forse soprattutto, una questione di priorità ed il PD ci ha abbondantemente dimostrato che tante riforme necessarie, molte a costo zero, non rientrano tra le sue priorità.
Il decreto sulla Banca d’Italia è stato varato rapidamente e nel solito modo disomogeneo, sottolineando una volta di più una certa sollecitudine a mettere in sicurezza il sistema finanziario, mentre siamo ancora in attesa di qualche riforma di buon senso sulla burocrazia, sulla giustizia civile, sulle liberalizzazioni di mercato, e interventi sulle tariffe, che pesano sulle nostre imprese come un macigno.
Il sospetto che questa inazione serva proprio a tutelare certi meccanismi corruttivi, salvaguardando anche la competitività truccata di certe aziende, a costo di degradare l’intero sistema, sta ormai divenendo quasi una certezza. 
Mi  concederai  di essere assalita da una certa perplessità, quando devo valutare come spendere il mio voto, che mi sembra un regalo troppo grande sia per la pavida e sospetta politica del PD, che per  l’esaltato settarismo grillino.
Credo, comunque, di rivestire, per te, i panni di un soggetto non organico agli interessi del tuo partito, quindi da liquidare alternativamente, come conformista, grillina, teledipendente e tutto il resto del repertorio destinato alla critica tout court.
Lara
Lara

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da einrix Mer 05 Feb 2014, 22:34

Ma lo dici tu stesso Lara:
"Ma la mia battuta era rivolta soprattutto alla tragedia di non poter scegliere, appunto, nessuna “vera” politica".

Se non esiste nessuna vera politica, non esiste politica, punto. Le altre sono chiacchiere o buone intenzioni.

Lo si desume da tutti i tuoi ragionamenti che sono in chiave di antipolitica, proprio come fanno i grillini. Loro lo fanno perché è la moda del momento e sono spronati dalla stampa. Tu lo fai per la stessa ragione, su quell'onda lunga che ormai non ti distingue dai commenti di Travaglio, che ti piaccia o meno.

Neanche io ho altarini da difendere (mai avuti) e difendo la politica, quella di tutti i partiti. Poi critico loro, la loro politica, un po più questo un po meno quello, discernendo tra i fatti e le persone. Non riesco ad omologare tutti come fai tu.

K. l'Agrimensore.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da Shaka_Zulu Gio 06 Feb 2014, 17:51

Casini conferma che la sua professione è il partecipare alla politica. Non dico la politica perchè è altra cosa.
Pur di non restare fuoridalla politica rischia di fare vincere B. e di consegnarci alla rovina definitiva.
Per altra via lo stesso lavoro che fanno i grillini e noi subiremo sempre come negli ultimi venti anni.
Shaka_Zulu
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 64

Torna in alto Andare in basso

La faccia come il culo Empty Re: La faccia come il culo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.