Notizie dalla mailing-list “Forum MFE–GFE”

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Notizie dalla mailing-list “Forum MFE–GFE”

Messaggio Da Erasmus il Gio 13 Nov 2014, 10:45

A T T E N Z I O N E !
Chiunque passa di qua è pregato di sottoscrivere l'ICE  (Iniziativa dei Cittadini Europei):
"New Deal for Europe" (di cui parla anche un thread di questa sezione ––> QUA)
visitando l'apposito sito-web. Cliccare sul link seguente:
––> New Deal 4 Europe: un piano europeo straordinario per lo sviluppo sostenibile e l'occupazione
E' possibile (e comodo) sottoscrivere "on-line"!
GRAZIE dell'attenzione. 
============================================================
Trascrivo di seguito il testo di alcune e.mail ricevute dalla mailing-list dei federalisti europei  – MFE (Movimento Federalista Europeo) e GFE (Gioventù Federalista Europea).


«Il nuovo PE al lavoro» (Milano, 07.11.2014)
Venerdì 7 novembre l’Ufficio del PE a Milano ha organizzato l’incontro “Il nuovo PE al lavoro”, di presentazione alla cittadinanza dei parlamentari europei all’avvio dell'ottava legislatura, al quale ha partecipato anche un drappello di militanti federalisti (Marco Sartorelli da Milano, Beppe Benigni da Bergamo, Antonio Longo da Gallarate, e Giovanni Solfrizzi).
Dopo l’introduzione di benvenuto del Direttore dell’Ufficio, Bruno Marasà, sono intervenuti l’on. Marco Zanni (Movimento 5 stelle) e l’on. Patrizia Toia (PD/Gruppo S&D).
Marco Zanni è subito entrato nel merito della sua specifica attività di membro delle commissioni per i Bilanci e per i Problemi Economici e Monetari, nelle quali si occupa (anche come “relatore ombra” per il suo gruppo parlamentare) dell’unificazione del sistema bancario e della "governance" dell’Eurozona, ovvero della "democratizzazione degli strumenti istituiti negli ultimi anni per fronteggiare la crisi, dal fiscal compact al meccanismo europeo di stabilità, ecc.” (parole sue). Si è certamente notato, nelle parole dell’on. Zanni, il contrasto tra il suo personale atteggiamento critico, ma sostanzialmente pro-euro, e le posizioni ufficiali del suo Movimento e del suo gruppo parlamentare.
Patrizia Toia invece ha sottolineato, da una prospettiva europea, la novità politica del processo che ha portato alla nomina della nuova Commissione, avviato con la designazione dei candidati da parte dei diversi schieramenti in sede di campagna elettorale, concludendo che la Commissione Juncker è ora attesa al primo banco di prova, quello del piano di sviluppo da presentare entro la fine dell’anno.
Nel breve dibattito che è seguito, oltre ad alcuni “lobbisti”, sono intervenuti  i federalisti europei Antonio Longo (anche come esponente del Comitato New Deal 4 Europe), che ha ricordato come il piano di sviluppo sia intrinsecamente legato all’utilizzo di risorse proprie dell’Unione, reperibili attraverso la tassazione delle transazioni finanziarie e la c.d. “carbon tax”, e Giovanni Solfrizzi (come Presidente regionale del MFE), che ha lamentato la scarsa adesione dei parlamentari della circoscrizione Nord-Ovest alla Commissione Affari Costituzionali - salvo Mercedes Bresso - ma ha constatato positivamente che anche in altre commissioni si intende lavorare per l’unica vera grande riforma di cui l’Europa ha bisogno, cioè il governo federale - non la "governance” - che oggi è possibile solo nel quadro dell’Eurozona. Solfrizzi ha anche ricordato che il MFE non mancherà di esercitare sul PE la consueta attività di vigilanza, proposta e pressione, come sempre fatto, senza ovviamente aspettare il termine della legislatura per giudicare l’operato dei parlamentari.

Nuove adesioni al ND4E (New Deal for Europe)
Il 6-7-8-novembre a Milano siamo stati invitati dall'ANCI nazionale (in occasione dell'XXXI Assemblea annuale) a raccogliere le firme per l'Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) New Deal 4 Europe: un piano europeo straordinario per lo sviluppo sostenibile e l'occupazione .
Oltre alle firme su moduli cartacei sono state raccolte le adesioni di 85 Sindaci all'Appello "I Sindaci d'Europa per un New Deal for Europe" promosso dal Sindaco di Torino e Presidente ANCI Piero Fassino e dal Sindaco di Lione Gérard Collomb.
Piero Fassino ha rilasciato un'intervista che sarà visibile prossimamente sul sito www.newdeal4europe.eu nella quale ha sottolineato l'importanza di questa campagna europea e invitato i Sindaci ANCI ha sottoscriverla e a diffonderla. I Sindaci italiani favorevoli inviteranno i Sindaci delle città gemellate con i loro Comuni  a firmare l'Appello contribuendo a estendere a livello europeo la rete degli Enti locali per il ND4E.

Torino: Raccolta firme per ICE ND4E
Il 10-11 Novembre MFE-GFE sono stati invitati a raccogliere le firme per l'ICE - ND4E ad un convegno organizzato dalla CGIL-Piemonte al quale hanno partecipato Maurizio Landini (FIOM), Franco Garippo (IG-Metal Volkswagen), Michela Albarello (Comisiones Obreras Catalunya).
Abbiamo raccolto 102 firme e avviato un contatto sia con IG-metal-Germania che con la CCOO (Confederación Sindical de Comisiones Obreras) spagnola (con gli esponenti dei rispettivi sindacati). 
Maurizio Landini ci ha chiesto di inviare la documentazione.
La CGIL-Torino-Piemonte proseguirà la raccolta delle firme nella propria sede di Torino
[Quindi,  dopo Milano (congresso ANCI) l'azione prosegue con successo].
–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––
Ciao a tutti.
avatar
Erasmus

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 22.05.13
Località : Unione Europea

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum