AreaForum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

CAPITALISMO e COMUNISMO

Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da freg53 Mar 04 Nov 2014, 16:11

Quelli della mia età,che hanno militato nel Partito Comunista Italiano,in realtà un grande partito socialdemocratico che avuto il solo torto di non cambiare nome venti anni prima, Luciano Lama perché non ti hanno ascoltato?, ricorderanno che i nostri avversari politici della destra in ogni occasione ci dicevano: se prenderete il potere perderemo la nostra casa,i nostri risparmi,saremmo stati costretti a lavorare per salari da fame,non avremmo avuto nessuna voce in capitolo all'interno del sistema, tutte cose annunziate per il Comunismo e purtroppo realizzate con il Capitalismo come ha recentemente ricordato l'intelletuale di sinistra australiano Jeff Sparrow.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da einrix Mar 04 Nov 2014, 18:23

Devo dire che del comunismo ho condiviso tutto, fino allo scontro tra soldati cinesi e russi, al confine, sull'Ussuri, nel '69. Li, crollava il principio dell'internazionalismo proletario che sino ad allora era stato tenuto in piedi dalla politica dei blocchi oltre che da un capitalismo, anche di casa nostra, ancora feroce, in quegli anni che correvano incontro alle rivolte giovanili del '68. Dopo l'invasione della Cecoslovacchia, tutto era diventato più difficile nei rapporti tra il comunismo italiano e quello sovietico (il Memoriale di Yalta - Togliatti - è del '64, ma le critiche di Berlinguer arrivano subito dopo, alla conferenza mondiale dei partiti comunisti), ma era ancora la guerra americana nel Vietnam che doveva finire nel '75 con la caduta di Saigon, a legare assieme chi era favorevole alla decolonizzazione, anche se non bastava a rinsaldare i legami ideologici con Mosca e Pechino.

E' la rivoluzione culturale cinese, che finisce nel '76, e il crollo del muro di Berlino del novembre dell'89 a segnare definitivamente la fine del comunismo reale.

Se pure questa è la scaletta delle date, e non certo una analisi politica, tratteggia bene gli eventi che hanno trasformato il pensiero delle generazioni che hanno vissuto il dopo guerra.

Oggi considero il comunismo come una dittatura di sinistra, mentre il socialismo, pur improntato agli stessi principi, lo si può intendere coniugato con le libertà e la democrazia. Perché di fatto, così si è sviluppato in Europa, ed i partiti comunisti europei, alla fine della guerra fredda, e con la crisi delle dittature comuniste, hanno avuto facile gioco ad abbandonare i simboli di una ideologia invecchiata precipitosamente.

Sul piano ideologico si può essere perfettamente d'accordo con le teorie marxiste, ed anche con la rivoluzione leninista in Russia o la lunga marcia in Cina, allo stesso modo di come si possano condividere gli ideali che hanno portato alla rivoluzione francese. Molte di quelle teorie marxiste che avevano valore nel breve e medio periodo, oggi devono essere rivisitate, perché la storia ha superato molte di quelle condizioni che allora parevano prioritarie.

Mi chiamano a cena. Continuiamo dopo. Un saluto, Freg, e ben tornato.
Enrico.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da freg53 Mar 04 Nov 2014, 18:58

un caro saluto anche a te,CAPITALISMO COMUNISMO SOCIALISMO, siamo nella cacca, ma ancora il bello deve venire, appena la nostra  generazione si estinguerà, tutto sommato con pensioni dignitose,no so come andrà a finire.Io la vedo brutta.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da einrix Mar 04 Nov 2014, 19:20

Sono ottimista per natura, ottimista e combattente, quindi non mi spaventa nulla e trovo sempre una qualche soluzione. E come me ce ne sono moltissimi in questo paese, per cui le soluzioni prima o poi si troveranno. Già con il PD abbiamo messo in campo il meglio, in fatto di democrazia, libertà, solidarietà. Lo stesso Renzi che non ho votato come segretario, è persona che mostra buone qualità, meglio di quelle che ci si aspettava. Ha ribaltato molti problemi rendendo difficoltose le vecchie ideologie, ma anche solleticandone di nuove, quando si voglia uscire dal botta e risposta. Il socialismo è un bell'alveo in cui può scorrere tranquilla tutta una operosa umanità, senza la paura di colpi di mano, anche se la vigilanza è sempre d'obbligo.

Vedo che anche Tessa ci sta leggendo in questo momento. Un bel saluto a Tessa.

Enrico
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da freg53 Mar 04 Nov 2014, 20:21

sono stato io ad invitarla a ritornare, sconosco i problemi che l'hanno tenuta lontana,su molte tematiche è bravissima e soprattutto è battagliera, difficilmente uno la può mettere sotto, una donna capace e da apprezzare, io la stimo molto. Quando a Renzi la penso come te, se non ci fosse lui avremmo quelli della troika, è l'ultima nostra speranza.Certo dal punto di vista economico non è che siamo messi bene, c'è il rischio fondato che nel 2015 il rapporto deficit pil possa  schizzare fino al 150 per cento. Per  questo dobbiamo assolutamente intercettare un po' di crescita. Io sono diventato renziano convinto quando in sede di dichiarazioni programmatiche a Senato della Repubblica  MATTEO ha fatto uscire dall'indifferenza generale il problema dell'omicidio  stradale,una cosa per cui da oltre 15 anni mi batto con AIFVS, Associazione familiari vittime della strada.Recentemente ho rappresentato l'associazione in una audizione in commissione giustizia del SeNATO, LA STRADA è LUNGA  ma forse riusciremo ad avere una legge giusta e rigorosa che tenga anche conto della posizione delle vittime.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da einrix Mar 04 Nov 2014, 21:02

Sono un convinto sostenitore del PD, meno di Renzi o di Letta. La figura che più si avvicina al mio modo di vedere le cose è Bersani, ma mi rendo conto che Renzi ha un potere di penetrazione superiore in quel campo del centro "Popolare" che fa elettoralmente la differenza. E rispetto a Letta, pare abbia anche più forza fisica. Letta si era seduto appena sono arrivati i primi nodi. Renzi invece, quando dice non mi sposto di un millimetro, per me quello è un valore se lo confronto ad un sistema che di millimetro in millimetro si sposta prima di qualche metro e poi di quei chilometri che fanno sparire i problemi. Renzi sembra che faccia sul serio, e poiché è più importante che le riforme siano fatte al 90%, ma in fretta, piuttosto che al 100%, ma mai, ecco che se ci riesce avrà il mio applauso.


Nel merito: la riforma costituzionale, la legge elettorale, gli atti sul lavoro, la legge di stabilità...sono legislazione importante per tenere in piedi il paese, che però deve fare la sua parte con gli investimenti privati ed il lavoro.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da freg53 Mar 04 Nov 2014, 21:36

ho fatto parte del consiglio nazionale del pd  e non ho una grande stima di Bersani, mi ha fatto vergognare quando negli ultimi giorni di campagna elettorale è andato nel fortino di Vespa  a parlare davanti ad un giaguaro. doveva smacchiare il giaguaro, invece ha sbagliato un calcio di rigore calciato da tre metri con la porta da 15.Però non tutti i mali vengono per nuocere, se avesse vinto, a quest'ora saremmo nel pantano assoluto, con 60 deputati, espressione della CGIL, non avremmo fatto un passo in avanti ma cento all'indietro.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da einrix Mar 04 Nov 2014, 21:49

Bersani ha vinto perché ha preso 120 mila voti più voti di Berlusconi e di Grillo. Un culo mai visto. E non saprei neppure dire se le primarie le avesse vinte Renzi, cosa sarebbe successo a quelle stesse elezioni. Non tutti i momenti politici sono gli stessi e mutano con gli umori della gente, e se Berlusconi stava molto male, il M5S era atteso come una vera novità.

Con quella vittoria di Bersani, ha governato prima Letta, ed ora, dopo la nomina a segretario del PD, governa Renzi. I voti delle europee non sono ancora in Parlamento e chissà pure se vi entreranno, altrettanto abbondanti, visto il clima di litigiosità che viene patrocinato da chi ha interesse ad indebolire il PD.

In tutto ciò, ancora prima di Renzi e Bersani, vedo il progetto di un partito che ha saputo darsi una fisionomia adatta per questi tempi difficili, e che usa le sue risorse umane per fronteggiare le diverse situazioni.

Non è detto che Renzi riesca a fare tutto quello che dice di voler fare, non sarebbe neppure la prima volta per chi vive e lavora in una coalizione. La gente che sta male è molto più impaziente di quella che sta bene. E il vento della popolarità talvolta cambia direzione molto rapidamente.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da freg53 Mar 04 Nov 2014, 22:00

se oggi si andasse a votare Renzi  stravincerebbe, ho l'abitudine di parlare con la gente, fino a qualche mese fa le persone quando sentivano parlare di politica ti sputavano addosso,da un paio di mesi non né più cosi anche se le difficolta sono tante.Renzi viene percepito come un innovatore mentre il gruppo dei Bersaniani se oggi formassero un loro partito non supererebbero il 2 3 per cento. L'ultima indagine fatta da Diamanti dimostra che il popolo del PD   ha anche abbandonato la CGIL, personalmente dopo 41 anni di tessera sindacale sto pensando di ritirare la delega.I 150  euro che ogni anno mi costa li utilizzerò per incrementare il sostegno mensile in favore dei rifugiati.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da einrix Mar 04 Nov 2014, 23:03

Ripeto, non sono né bersaniano né renziano, sono del PD con Renzi, con Bersani, senza Renzi, senza Bersani. Anche senza Prodi il PD ha il suo ruolo politico, perché è un progetto che ha una vita molto più estesa nello spazio e nel tempo, di ogni singolo partecipante. Ed alla base c'è quel popolo di elettori e di iscritti che la sua scelta l'ha già fatta.  Ciò che di più mi piace del PD è quel suo Statuto così aderente alla nostra Costituzione, e quella sua visione della società che è di sinistra. Di una sinistra democratica e libertaria che riesce ad adattarsi alle esigenze di una società in rapido mutamento. I nuovi Bersani ed i nuovi Renzi, irriconoscibili per provenienza ideologica, usciranno da li, ed è in loro che pongo la mia fiducia.
Che Renzi faccia bene quello che promette, senza tanti giri, ed avrà la mia solidarietà ed il mio appoggio, altrimenti si cambia, senza tanti culti della personalità che almeno nel mio caso, mai sono stati apprezzati. Il partito di Bersani non è un partito del 23%, come non è il partito di Renzi quello del 40%. Di entrambi è il PD che prenderà tanti voti solo se riuscirà, unito, a convincere e a far sognare il paese con le  proposte e la politica.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da freg53 Mer 05 Nov 2014, 08:03

i bersaniani parlano di Ditta, i Renziani di Nazione, ma entrambi stanno nel Pd,   a patto   che si rispettino i ruoli,la minoranza non saboti le riforme e la maggioranza non dia l'impressione di arroganza.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da einrix Mer 05 Nov 2014, 08:33

I bersaniani parlano di ditta quando ci si riferisca al PD e di nazione quando ci riferisca al paese. 
Sia il comunismo che il capitalismo sono invarianti, se si prescinde dal loro significato storico. Vi sono tante cose comuni in una società capitalistica, che gli spazi privati finiscono per essere una piccola parte. E ci furono tanti processi industriali prodotti con il capitale che fu proprio Marcuse a parlare del capitalismo come di un invariante legato alle imprese industriali.
Poi, vi è la democrazia è la dittatura che si sommano agli spazi dell'economia, per caratterizzare i connotati di una società. Ecco, se volessimo discutere oggi di capitalismo e comunismo, potremmo farlo come analisi storica, ma riguardo al presente, essendo ormai categorie del passato, provocherebbero distorsioni, attraendo i nostri ragionamenti versi il mondo che fu, e non ci aiuterebbero ad indagare il presente. Mentre i concetti di libertà e dittatura sono ancora attuali e talvolta devono essere analizzati a fondo per tutte quelle condizioni in cui la realtà apparente è diversa da quella reale.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da einrix Mer 05 Nov 2014, 09:44

Mai come oggi, gli Stati Uniti sono stati così bene stante gli indicatori della Produzione e della Disoccupazione, eppure l'artefice di questo balzo, Obama, viene punito dal suo elettorato che quasi sicuramente neppure è andato a votarlo. Perché?
Rampini ci spiega che seppure la disoccupazione si sia ridotta e la produzione sia aumentata, quello resta intollerabilmente il Paese delle Disuguaglianze, in cui i ricchi diventano sempre più ricchi ed i poveri restano poveri, ancorché non fossero disoccupati.
Il PD e Renzi devono riflettere su quei risultati, perché se la sinistra non accompagnerà le riforme con la giusta redistribuzione della ricchezza e la salvaguardia delle tutele per i più deboli, perderà le prossime elezioni perché la gente che ci vota, si asterrà dal votarci. Cosa che del resto hanno fatto anche a destra tutti i delusi che hanno permesso a Renzi di prendere il 40% pur con meno voti di quelli presi da Bersani.
Il decisionismo va molto bene, ma è solo una buona pratica, una tecnica, la politica è un'arte più complessa che se comprende il decisionismo tra i suoi strumenti, è pure l'arte del governo per un bene comune che è tutto da stabilire a vantaggio di chi debba andare. La sinistra non può alienarsi i fattori dell'accumulazione del capitale, gli investimenti privati, ma può decidere che questi siano indirizzati al bene comune, come del resto è scritto nella Costituzione. Ed in un equilibrio dei poteri, può essere conveniente anche alle classi abbienti condividere un paese in cui si possa operare e vivere in tutta tranquillità, purché si rassegnino a pagare quelle tasse che sostengano la civiltà del paese in cui hanno scelto di vivere.

Credo che il Partito Democratico possa imparare anche dalla sconfitta di Obama a non coltivare delle illusioni e che comprenda una volta di più che il core business della sinistra è una società armonica in cui tutti possano costruirsi lo spazio della propria esistenza e della propria felicità, ad iniziare dai più poveri e bisognosi, per finire con i più ricchi e fortunati, cercando di mantenere tra loro il massimo di collegamento, e senza provocare quegli strappi che attraverso il risentimento provocano le catastrofi che già abbiamo conosciuto.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da freg53 Mer 05 Nov 2014, 16:07

statisticamente, a parte  Clinton, tutti i presidenti , anche quelli più popolari, hanno sempre perso le elezioni di mezzo termine nel secondo mandato.Vedendo questi risultati sembrerebbe che per i Repubblicani la via della Casa Bianca sia a portata di mano, invece non è così, dipenderà molto dai  candidati che si affronterenno e dipenderà molto dai sogni che sapranno spargere.E per i sogni che oggi Obama è nel pantano, grandi erano le aspettive ma più modesti i risultati.In Italia per Renzi non ci saranno problemi,se per ipotesi dovesse nascere una vera candidatura alternativa  a Matteo, quelli che la affosseranno saranno per primi i berluscones doc.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da einrix Mer 05 Nov 2014, 17:23

Per me la fai troppo facile Freg. Se da una parte le riforme sono necessarie, dall'altra con l'art. 18 si fa imbestialire una parte del nostro elettorato (voti già finiti nell'astensione). Per non parlare delle ultime boutade: cene da mille euro per sostenere il Partito: Li vedo già in fila, i pensionati ed i lavoratori per prenotare la cena. E se invece andassero, come alle prime della Scala, a fischiare chi ha l'equivalente di un mese e mezzo della loro pensione, da sbattere per un po di cibo sponsorizzato?

http://www.corriere.it/politica/14_novembre_05/pd-punta-2-cene-mille-euro-persona-finanziare-partito-7509c060-64ca-11e4-8b92-e761213fe6b8.shtml

Nulla da dire sulla cosa in se: se qualcuno deve pagare un contributo che lo si faccia pure a tavola (anche io una tessera fa l'ho ritirata in pizzeria), ma a che titolo ci vengono quei soldi? Molti dei nostri elettori non lo capiranno mai, e la Leopolda, di questo passo, diverrà il simbolo di una corrente, non di quell'allargamento della politica alla società civile che si dice avrebbe voluto essere.

Pecunia non olet? 
Sinceramente, sono convinto che Bersani mai e poi mai si sarebbe azzardato a tanto, ma potrei anche dire: abbassato a tanto. Bersani è uomo cauto, ed ha fatto bene a non sollevare polemiche, ma questo è un nodo che prima o poi arriverà al pettine.

Non escludo che di questo passo, il numero delle cavolate superi quello delle riforme, e che una buona parte dei voti, il PD li perda per strada proprio per quella sicumera, che ad un certo punto aveva preso anche l'ingazzolito Berlusconi, sicuro di essere ormai oltre Dio.

Speriamo bene. Con sommo dispiacere, vedo che la situazione sta prendendo una brutta piega. Spero che tu almeno sia sia un po più tranquillo e fiducioso, ma questi sono brutti, anzi, bruttissimi segnali.

Tiro un respiro profondo!
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da freg53 Mer 05 Nov 2014, 18:15

in politica bisogna sempre stare all'erta, ma quello che mi fa restare ottimista è che nell'altro campo non c'è nessuno, praticamente il deserto.Berlusconi finche mette i soldi non farà mai nascere nessuna alternativa a se stesso, solo dopo il suo abbandono materiale,forse ci sarà un altro leader, ma al momento non vedo nessuno.Naturalmente questo è un male perché Matteo, sentendosi sicuro del fatto suo,m può commettere molti errori. In pratica vinciamo per abbandono del campo, non è una bella prospettiva, ma accontentiamoci, prima perdevamo sempre e dicevamo di aver vinto, e la gente, credulona ,ci credeva.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da einrix Sab 08 Nov 2014, 09:23

Dopo le aspre critiche sulla cena che mi sono venute spontanee, val la pena di ascoltare il "Comizio" che ha fatto Renzi quella sera. E' un po lungo, ma è un bel riassunto della politica che il governo sta facendo e che vuole fare. Da quel filmato, il PD e Renzi, escono meglio che da quella semplice notizia.

http://www.youdem.tv/doc/273345/renzi-non-buttiamo-via-la-cosa-pi-grande-lopportunit-di-cambiare-litalia.htm
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

CAPITALISMO e COMUNISMO Empty Re: CAPITALISMO e COMUNISMO

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.