AreaForum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Un silenzio eloquente

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rom Lun 20 Gen 2014, 11:43

Qui, tra noi, in questa stanza, nessuno ne parla.
La Profonda Sintonia.
Giustamente, cosa c'è da dire che non sia stato già detto?
Rom
Rom

Messaggi : 996
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Lun 20 Gen 2014, 13:41

Pensavo anche io la stessa cosa, Rom, e puntualmente, quello che si temeva, sta proprio accadendo. Speriamo si faccia presto.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rossoverde Lun 20 Gen 2014, 14:38

einrix ha scritto:Pensavo anche io la stessa cosa, Rom, e puntualmente, quello che si temeva, sta proprio accadendo. Speriamo si faccia presto.
 e che almeno serva a qualcuno a ricredersi.
Rossoverde
Rossoverde

Messaggi : 1008
Data d'iscrizione : 05.06.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Arzak Lun 20 Gen 2014, 15:35

Per quanto mi riguarda non mi scandalizza tanto la profanazione del sacro suolo nè l'emergere esplicito di un'intesa che dura ormai da parecchio tempo, quanto il fatto che per passare dal porcellum al puerco al porcellinum si perda di vista il fatto che ci siano delle persone che per mangiare ricorrono al cassonetto della spazzatura.
Ci sono delle priorità, e non vederle è miope e autolesionista.
Arzak
Arzak

Messaggi : 363
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Lun 20 Gen 2014, 18:35

Rossoverde ha scritto:
 e che almeno serva a qualcuno a ricredersi.

Se c'è qualcuno che si deve ricredere sei tu per un verso e Renzi per l'altro. Il vostro modo di fare politica non mi piace, ancora prima della politica che promuovete.
Anche se Renzi ha vinto le primarie, il PD è più il mio partito che non il suo. Da me non avrà nessun aiuto, ma con molta probabilità critiche, giuste critiche, sino a quando non sarà definitivamente rottamato. Non posso dire di essere contento che ci faccia fare certe brutte figure, ma avendole messe nel conto sarà tutto più facile e scontato.
Ho già aperto un file excell per i suoi primi cento giorni da segretario, così come l'ho fatto per gli ultimi cento di Berlusconi. Non resta che contare i giorni e le ore della sua permanenza alla segreteria. Per Berlusconi è previsto una seduta del processo di Bari per il 6 febbraio, c'è l'ipotesi della falsa testimonianza per il processo Ruby II, è in attesa che il tribunale di Milano accetti la domanda per la pena alternativa, e poi c'è qualche cosa anche a Napoli. Per Renzi il primo scoglio saranno le elezioni Europee, se non si vince io chiedo le sue dimissioni.

Ovviamente sono per le riforme costituzionali limitate al monocameralismo e alla correzione del titolo V, e asseconderò in Parlamento chi lo vorrà fare, ma sono contro una legge elettorale senza che i cittadini possano scegliere chi eleggere, perché alcune segreterie preferiscono nominare persone di loro fiducia e delle loro correnti. A questo punto non mi basta neppure il: "tanto noi facciamo le primarie". Voglio gente più libera e meno ricattabile da partiti senza democrazia interna, perché ciò migliora anche la politica nel suo complesso.
Un problema di questa scorsa legislatura è stato anche l'esercito dei pasdaran che vi erano nel PdL.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rossoverde Lun 20 Gen 2014, 19:04

einrix ha scritto:

Se c'è qualcuno che si deve ricredere sei tu per un verso e Renzi per l'altro. Il vostro modo di fare politica non mi piace, ancora prima della politica che promuovete.
Anche se Renzi ha vinto le primarie, il PD è più il mio partito che non il suo. Da me non avrà nessun aiuto, ma con molta probabilità critiche, giuste critiche, sino a quando non sarà definitivamente rottamato. Non posso dire di essere contento che ci faccia fare certe brutte figure, ma avendole messe nel conto sarà tutto più facile e scontato.
Ho già aperto un file excell per i suoi primi cento giorni da segretario, così come l'ho fatto per gli ultimi cento di Berlusconi. Non resta che contare i giorni e le ore della sua permanenza alla segreteria. Per Berlusconi è previsto una seduta del processo di Bari per il 6 febbraio, c'è l'ipotesi della falsa testimonianza per il processo Ruby II, è in attesa che il tribunale di Milano accetti la domanda per la pena alternativa, e poi c'è qualche cosa anche a Napoli. Per Renzi il primo scoglio saranno le elezioni Europee, se non si vince io chiedo le sue dimissioni.

Ovviamente sono per le riforme costituzionali limitate al monocameralismo e alla correzione del titolo V, e asseconderò in Parlamento chi lo vorrà fare, ma sono contro una legge elettorale senza che i cittadini possano scegliere chi eleggere, perché alcune segreterie preferiscono nominare persone di loro fiducia e delle loro correnti. A questo punto non mi basta neppure il: "tanto noi facciamo le primarie". Voglio gente più libera e meno ricattabile da partiti senza democrazia interna, perché ciò migliora anche la politica nel suo complesso.
Un problema di questa scorsa legislatura è stato anche l'esercito dei pasdaran che vi erano nel PdL.
Caro Enrico, io mi sono ricreduto da tempo, sei tu che nonostante le stangate nei denti, sei ancora lì imperterrito a prenderle come un pugile suonato che, nonostante i ko, tutte le volte che si rialza parte a testa bassa per prenderne un altro. Auguri , ne hai bisogno. Mi dispiace per te , per le tue illusioni nel credere in qualcosa che non c'è, non esiste, se non nella tua fantasia.
Rossoverde
Rossoverde

Messaggi : 1008
Data d'iscrizione : 05.06.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rossoverde Lun 20 Gen 2014, 19:10

Del resto non poteva che finire così, era già scritto nel suo dna, era la sua natura , contaminato dalla nascita, se mai era nato.
Rossoverde
Rossoverde

Messaggi : 1008
Data d'iscrizione : 05.06.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rossoverde Lun 20 Gen 2014, 19:26

einrix ha scritto:Pensavo anche io la stessa cosa, Rom, e puntualmente, quello che si temeva, sta proprio accadendo. Speriamo si faccia presto.
Stava accadendo , lo si vedeva più  che temeva, anch'io spero si faccia alla svelta.
Rossoverde
Rossoverde

Messaggi : 1008
Data d'iscrizione : 05.06.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Lun 20 Gen 2014, 19:56

Rossoverde ha scritto:
Stava accadendo , lo si vedeva più  che temeva, anch'io spero si faccia alla svelta.

Bravo, vedi che se vuoi capisci anche tu?
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Bastiano.B.Bucci Mar 21 Gen 2014, 01:54

Sinceramente più che il fatto in sé, sul quale c'è poco diritto di critica, specie da parte di quelli ci hanno governato assieme fino ad un mese fa e se ne sono distaccati solo quando lo ha deciso lui, quello che mi preoccupa è l'oggetto dell'accordo, la solita legge pasticciata fatta al solo scopo di garantire la "governabilità", quella magica parola che nessuno considera contrapposta a democrazia o rappresentatività.
Possibile, mi chiedo, che nessuno si preoccupi dell'asservimento del potere legislativo a quello esecutivo. E non è una questione meramente teorica, in realtà è il modo col quale si tende ad allontanare la politica dai cittadini perché si faccia, nella massima efficienza quello che "si deve", cioè quelle scelte, che non sono neanche tali, non di destra né di sinistra, benedette dall'Europa, dalla logica dominante, dalle esigenze del capitalismo nella sua forma guasta che conosce solo il potere finanziario. 
Si costruisce un Parlamento ad hoc per sostenere la durata del governo quindi la partecipazione consisterebbe solo nella scelta di questo, una specie di dittatura quinquennale, come già avviene per i Podestà dei comuni, di cui tutti si riempiono la bocca preconizzando quella enorme scempiaggine che sarebbe il "sindaco d'Italia".
Allora mi chiedo perché, se questa è la tendenza condivisa, a quanto pare, dai più, non si passi direttamente ad un sistema presidenziale.
Almeno il Parlamento perderà la sua caratteristica di rappresentante e quindi depositario delle sovranità popolare, ma manterrà almeno quella di indicazione e di controllo dell'esecutivo, senza nascere monco e praticamente inutile: si voti il Presidente, si voti il Parlamento a parte e nasca così l'"istituto" di ogni democrazia presidenziale, quell'anatra zoppa che ricorda che un sistema presidenziale non è una dittatura pro tempore.
Bastiano.B.Bucci
Bastiano.B.Bucci

Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Mar 21 Gen 2014, 09:18

Non è un problema di legge elettorale. Vanno tutte bene, in linea di principio. Il problema nasce quando in un paese ci sono forze politiche pericolose per le istituzioni e la democrazia. Tali sono certi estremismi di destra e di sinistra senza speranza, ma da noi il vero pericolo è costituito da un partito come Forza Italia, che per essere capeggiato da un criminale, è di per se stesso eversivo. E come se non bastasse c'è anche il partito dei comici, che se vincesse, come può vincere, ci sarebbe da ridere per tutti.
 
Renzi è la risposta del PD a questo tipo di andazzo, per mostrare che anche noi abbiamo lo scemo che sa promettere con la faccia seria, e non è certo colpa mia se questo è un paese instupidito dalla pubblicità di tutti i generi, e di chi ha pure votato un referendum perché restasse - la pubblicità - tra un pezzo di film e l'altro, probabilmente, temendone, come tutti i drogati, l'astinenza.
 
Caro Bastiano quando scrivi "Possibile, mi chiedo, che nessuno si preoccupi dell'asservimento del potere legislativo a quello esecutivo", sei sfasato dai tempi della realtà. Proprio nel momento in cui il governo - che è il potere esecutivo - viene soverchiato, neppure dal potere legislativo, ma addirittura da chi sta a monte, dai partiti, tu mi tiri fuori una cosa così? E poi, il Parlamento può togliere la fiducia al governo in qualsiasi momento proprio sulla base della legge costituzionale.  Non so dove tu abbia preso questo genere di ragionamenti, ma se fossi in te rivedrei le mie letture.
 
A Bergamo c'è il sole un po velato, e pare una discreta giornata. Un saluto a tutti.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Arzak Mar 21 Gen 2014, 12:21

Bentornato a BBB!  Un silenzio eloquente 2007200199 
Arzak
Arzak

Messaggi : 363
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rossoverde Mar 21 Gen 2014, 15:43

einrix ha scritto:Non è un problema di legge elettorale. Vanno tutte bene, in linea di principio. Il problema nasce quando in un paese ci sono forze politiche pericolose per le istituzioni e la democrazia. Tali sono certi estremismi di destra e di sinistra senza speranza, ma da noi il vero pericolo è costituito da un partito come Forza Italia, che per essere capeggiato da un criminale, è di per se stesso eversivo. E come se non bastasse c'è anche il partito dei comici, che se vincesse, come può vincere, ci sarebbe da ridere per tutti.
 
Renzi è la risposta del PD a questo tipo di andazzo, per mostrare che anche noi abbiamo lo scemo che sa promettere con la faccia seria, e non è certo colpa mia se questo è un paese instupidito dalla pubblicità di tutti i generi, e di chi ha pure votato un referendum perché restasse - la pubblicità - tra un pezzo di film e l'altro, probabilmente, temendone, come tutti i drogati, l'astinenza.
 
Caro Bastiano quando scrivi "Possibile, mi chiedo, che nessuno si preoccupi dell'asservimento del potere legislativo a quello esecutivo", sei sfasato dai tempi della realtà. Proprio nel momento in cui il governo - che è il potere esecutivo - viene soverchiato, neppure dal potere legislativo, ma addirittura da chi sta a monte, dai partiti, tu mi tiri fuori una cosa così? E poi, il Parlamento può togliere la fiducia al governo in qualsiasi momento proprio sulla base della legge costituzionale.  Non so dove tu abbia preso questo genere di ragionamenti, ma se fossi in te rivedrei le mie letture.
 
A Bergamo c'è il sole un po velato, e pare una discreta giornata. Un saluto a tutti.
Bella risposta. Vi vede ben allineati e coperti a destra, non c'è che l'imbarazzo della scelta, fra un delinquente un comico ed il nulla di fatto o il peggio di fatto, perchè anche quello siete riusciti ad essere nei fatti.
Rossoverde
Rossoverde

Messaggi : 1008
Data d'iscrizione : 05.06.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rossoverde Mar 21 Gen 2014, 15:44

einrix ha scritto:Non è un problema di legge elettorale. Vanno tutte bene, in linea di principio. Il problema nasce quando in un paese ci sono forze politiche pericolose per le istituzioni e la democrazia. Tali sono certi estremismi di destra e di sinistra senza speranza, ma da noi il vero pericolo è costituito da un partito come Forza Italia, che per essere capeggiato da un criminale, è di per se stesso eversivo. E come se non bastasse c'è anche il partito dei comici, che se vincesse, come può vincere, ci sarebbe da ridere per tutti.
 
Renzi è la risposta del PD a questo tipo di andazzo, per mostrare che anche noi abbiamo lo scemo che sa promettere con la faccia seria, e non è certo colpa mia se questo è un paese instupidito dalla pubblicità di tutti i generi, e di chi ha pure votato un referendum perché restasse - la pubblicità - tra un pezzo di film e l'altro, probabilmente, temendone, come tutti i drogati, l'astinenza.
 
Caro Bastiano quando scrivi "Possibile, mi chiedo, che nessuno si preoccupi dell'asservimento del potere legislativo a quello esecutivo", sei sfasato dai tempi della realtà. Proprio nel momento in cui il governo - che è il potere esecutivo - viene soverchiato, neppure dal potere legislativo, ma addirittura da chi sta a monte, dai partiti, tu mi tiri fuori una cosa così? E poi, il Parlamento può togliere la fiducia al governo in qualsiasi momento proprio sulla base della legge costituzionale.  Non so dove tu abbia preso questo genere di ragionamenti, ma se fossi in te rivedrei le mie letture.
 
A Bergamo c'è il sole un po velato, e pare una discreta giornata. Un saluto a tutti.
Bella risposta. Vi vede ben allineati e coperti a destra, non c'è che l'imbarazzo della scelta, fra un delinquente un comico ed il nulla di fatto o il peggio di fatto, perchè anche quello siete riusciti ad essere nei fatti.
Rossoverde
Rossoverde

Messaggi : 1008
Data d'iscrizione : 05.06.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rossoverde Mar 21 Gen 2014, 15:45

Bastiano.B.Bucci ha scritto:Sinceramente più che il fatto in sé, sul quale c'è poco diritto di critica, specie da parte di quelli ci hanno governato assieme fino ad un mese fa e se ne sono distaccati solo quando lo ha deciso lui, quello che mi preoccupa è l'oggetto dell'accordo, la solita legge pasticciata fatta al solo scopo di garantire la "governabilità", quella magica parola che nessuno considera contrapposta a democrazia o rappresentatività.
Possibile, mi chiedo, che nessuno si preoccupi dell'asservimento del potere legislativo a quello esecutivo. E non è una questione meramente teorica, in realtà è il modo col quale si tende ad allontanare la politica dai cittadini perché si faccia, nella massima efficienza quello che "si deve", cioè quelle scelte, che non sono neanche tali, non di destra né di sinistra, benedette dall'Europa, dalla logica dominante, dalle esigenze del capitalismo nella sua forma guasta che conosce solo il potere finanziario. 
Si costruisce un Parlamento ad hoc per sostenere la durata del governo quindi la partecipazione consisterebbe solo nella scelta di questo, una specie di dittatura quinquennale, come già avviene per i Podestà dei comuni, di cui tutti si riempiono la bocca preconizzando quella enorme scempiaggine che sarebbe il "sindaco d'Italia".
Allora mi chiedo perché, se questa è la tendenza condivisa, a quanto pare, dai più, non si passi direttamente ad un sistema presidenziale.
Almeno il Parlamento perderà la sua caratteristica di rappresentante e quindi depositario delle sovranità popolare, ma manterrà almeno quella di indicazione e di controllo dell'esecutivo, senza nascere monco e praticamente inutile: si voti il Presidente, si voti il Parlamento a parte e nasca così l'"istituto" di ogni democrazia presidenziale, quell'anatra zoppa che ricorda che un sistema presidenziale non è una dittatura pro tempore.
Sottoscrivo in toto.
Rossoverde
Rossoverde

Messaggi : 1008
Data d'iscrizione : 05.06.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Mar 21 Gen 2014, 15:52

Ho letto adesso delle dimissioni di Cuperlo, motivate dal fatto che un partito non lo si guida come vuole fare Renzi. Adesso Renzi ha una maggioranza interna gonfiata da chi nel partito spera di far carriera, ma appena prenderà le prime bastonate, e di occasioni ce ne saranno tante, finirà per trovare un rottamatore più rottamatore di lui. Il PD dovrebbe farcela a superare questo passaggio difficile; credo che sia sufficentemente attrezzato, ed un sacco di gente capace e per bene che adesso se ne sta momentaneamente fuori, alla finestra, al momento giusto tornerà in scena, per rimediare ai suoi danni.  Già Civati suo compagno rottamatore, segna la sua distanza, e mi aspetto che anche altri giovani facciano altrettanto. Non penso che la Serracchiani sia così stolta da mettersi nelle mani di un avventuriero come lui, di sicuro avrà già fatto un sacco di distinguo.
 
In qualunque paese del mondo un criminale ricco e potente come Berlusconi, costituirebbe un problema, perché non ha il senso del rispetto degli altri e fa forza solo sul suo potere economico e di intrallazzo, per fare il palazzinaro in nero che riesce a far affari anche con la mafia, per fare l'editore truffando anche con l'aiuto della magistratura, per fare il padrone di reti televisive grazie alla corruzione di Craxi che gli fa il decreto su misura, per non parlare del caravan serraglio delle olgettine che lo gratificava sessualmente, come a pochi verrebbe in mente, in occidente e nel terzo millennio. E quest'uomo, pensare un po, viene votato da un quarto degli italiani. Poi ci si domanda perché in un paese come questo un Renzi prende due milioni di voti da simpatizzanti politici.
 
Quella legge che ha voluto Renzi, poteva andare bene solo se il 35 diventava minimo 43%, e se si obbligavano i partiti a fare le primarie per la scelta dei candidati da mettere in gara nei collegi. E invece questo scemo, ha messo quel 35% che è una stupidata, e non dice una paroila sull'obbligo di fare primare per i partiti. Questa legge, così, alla camera non passa. Sono io che non voglio, e invito i deputati che la pensano come me a fargli marameo, dicendoglielo anche chiaro e tondo e spiegandogli il perché.
 
Non basta fare purchesia, chi fa purchesia è uno stupido. Occorre fare, quando è necessario, ciò che è giusto, non purchesia. Credo che se si chiedesse a Bersani che legge avrebbe voluto fare se avesse vinto, di sicuro non ci sarebbero state quelle corbellerie che solo con Berlusconi avrebbe potuto mettere a punto.
 
Caro Rossoverde, supereremo anche questa follia, ma che fatica.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rom Mar 21 Gen 2014, 17:19

Faccio fatica ad uscire dal silenzio eloquente: troppo evidente che la legge prospettata è un insulto alla decenza e la logica suggerisce che è suscettibile di immediata (e incazzata) contestazione da parte della Corte Costituzionale.
La "profonda sintonia" sembra una presa per il culo di Corrado Guzzanti.

L'unica cosa che mi sento di dire è che nessuno può essere davvero così scemo come sembra scemo il Compagno Renzi. Dunque, perchè?
La risposta è che questa roba non obbedisce ad alcun idea di partito, cioè ad alcuna politica pensata nell'ottica di partito.
Tutto il percorso renziano è una sua personale "presa di potere". Il partito, PD, è stato usato soltanto come trenino per arrivare allo scopo.
A Renzi interessa, a questo punto, solo vincere e per farlo è disposto a qualunque cosa: poco importa quello che ritiene di dover dire, fare, proporre e quali siano le conseguenze per il partito.

Se così non fosse, Renzi avrebbe avuto altre strade da percorrere, altre possibilità.
Ragionando in forma non personalistica, un leader avrebbe perseguito la vittoria/governabilità tamite il partito che rappresenta.
Il primo ostacolo per una vittoria è dato dagli avversari.
L'avversario più debole, in questa fase, è Berlusconi, per la sua posizione personale e per una FI che è attraversata da grossi problemi: quindi avrebbe colto l'occasione per infliggere un colpo decisivo a questo avversario.
Il governo Letta, nel frattempo, avrebbe potuto essere sollecitato, costretto a operare con più incisività.
La riforma elettorale sarebbe stata studiata senza l'ipoteca incmbente di Berlusconi e la sua approvazione demandata a una maggioranza parlamentare ampia, da verificare.
Essendo ineludubile, questa riforma, alle brutte, poteva essere fatta con la stessa maggioranza che sostiene il governo.
Questo avrebe fatto un leader che rispetta il suo partito, senza rinunciare alla "vittoria" in prospettiva elettorale: ma sarebbe stata una vittoria del partito, e questo a Renzi non interessa.
Detto questo, non se se ci sarà, e quando, la vittoria di Renzi.
Ma certamnte, se vittoria non ci fosse, sarebbe una sconfitta del partito: non solo perché questa sarà la sua tesi, lementevole, ma perché sarebbe completamente da rifondare un partito che si è così totalmente affidato a un opportunista di tale calibro, e sfacciataggine.
Oltre tutto, fino al momento del redde rationem, il PD è comunque ormai chiamato a far viaggiare il trenino, spalando carbone e sudando alla caldaia: quanti vagoni arriveranno a destinazione? Le bielle della locomorìtiva resisteranno?

Temo che tre milioni di persone di buon volontà, di militanti, hanno qualche buon motivo, già al momento, di chiedersi se hanno fatto bene i loro calcoli: pensavano che votando Renzi, il probabile vincitore, avrebbero finalmente eliminato dalla politica italiana un impiastro durato vent'anni. E adesso, appena un mese dopo, si ritrovano l'Impiastro resuscitato e, oltre tutto, in profonda sintonia.
Rom
Rom

Messaggi : 996
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Arzak Mar 21 Gen 2014, 17:47

Sulla questione rilancio di B, Le Monde stamattina faceva un'ipotesi intrigante: rafforzando l'avversario si polarizza la situazione politica, ed anche la minoranza interna dovrà compattarsi per reagire.
Se è così, pare che per ora il risultato sia piuttosto quello di uno scompattamento...
Arzak
Arzak

Messaggi : 363
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Mar 21 Gen 2014, 19:23

Renzi: volevo preferenze,ma no secco FI
 19.13                                
Renzi: volevo preferenze,ma no secco FI
"Uno dei temi più contestati è la man-
cata espressione delle preferenze. Lo  
confesso: sono un sostenitore delle    
preferenze. Purtroppo sul punto si è  
registrata una netta ostilità di Forza
Italia".Lo scrive il segretario del Pd,
Matteo Renzi, nelle E-News.            

Poi:"Mi è dispiaciuto che Gianni Cuper-
lo si sia dimesso.Mi ha attaccato dura-
mente sulle liste bloccate.Gli ho chie-
sto perchè non ha usato lo stesso tono
quando è stato inserito nel listino    
senza passare dalla primarie. Se questo
significa le dimissioni, mi dispiace".
E' un discorso da bambini, questo non è mai cresciuto.
La situazione non è che anche senza di lui fosse tutto a posto, ma anziché contribuire a portare chiarezza, sta portando casino. Sono venti e passa anni che non si fa una legge elettorale condivisa, e forse, non la si fa neppure adesso, nonostante la nuova politica muscolare. Letta si trovava ormai da qualche mese nella difficile condizione di andare avanti o lanciare la spugna, e a mio avviso, avrebbe dovuto gettare la spugna, perché con Berlusconi o Alfano è impossibile fare riforme di sinistra. Anziché tentare di stringere, si sta rilanciando con Renzi. Letta lo ha capito, e non gli pare neppure vero che Renzi lo tolga da ogni responsabilità, e quindi sta zitto in attesa di vedere cosa succede, ma nessuno sa cosa deve succedere da qui a due settimane, perché la situazione di stallo è ormai conclamata.
 
Insomma, sono proprio curioso di vedere cosa succederà, e quale sarà la trovata di Renzi per uscire da questa situazione. Questa mossa a mio avviso è andata buca, adesso vediamo la prossima.
 
Ho sentito l'intervento di Fassino, tutto a favore di Renzi, ma ha precisato che adesso si deve andare fino in fondo, che è come dire: se non ci riusciamo (Noi), ti dimetti (Tu).
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da tessa Mer 22 Gen 2014, 17:20

Arzak, Berlusconi non verrà rilanciato, in tutti i modi a me non me ne importa piu' niente, se operai e impiegati hanno votato Berlusconi ora si arrangino, mangiassero nei cassonetti, noi non votiamo destra, ora operai e impiegati non si lamentino...

tessa

Messaggi : 315
Data d'iscrizione : 01.06.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Arzak Mer 22 Gen 2014, 17:44

tessa ha scritto:Arzak, Berlusconi non verrà rilanciato, in tutti i modi a me non me ne importa piu' niente, se operai e impiegati hanno votato Berlusconi ora si arrangino, mangiassero nei cassonetti, noi non votiamo destra, ora operai e impiegati non si lamentino...
L'unico soggetto capace di far sparire B dalla circolazione a questo punto è l'elemento anagrafico. Per la stessa ragione però non ci libereremo troppo presto di Renzi. 
Gli elettori di B si adattano persino a mangiare dai cassonetti, se qualcuno li convince che sono ridotti così per colpa della sinistra. Lo insegna la storia dei regimi demagogici di destra ad es. del sudamerica, che avevano appunto una forte base popolare pur vivendo nelle baracche. L'origine dell'attuale situazione consiste soprattutto nello sciagurato tradimento della legge che impediva ai possessori di tv di entrare in politica. 
E qui mi taccio...
Arzak
Arzak

Messaggi : 363
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Mer 22 Gen 2014, 18:29

Per Berlusconi vedo difficile che il Tribunale gli possa dare qualche cosa di diverso dai domiciliari. Ha bisogno lui della badante, a quell'età, figuriamoci se può andare a fare la badante. Quindi dovrà trattarsi di domiciliari e se fossi io glieli darei in Sardegna, vicino all'Asinara. Poi ci sono gli altri processi. Ma è ovvio che in questo momento tutto il suo sistema corruttivo e blanditivo starà marciando a pieno ritmo per ubriacare tutti. Senza contare che con la Lega e qualche partito di destra va oltre il trentacinque per cento, assicurandosi tutto, grazie al nostro imbecille che vuole la governabilità e sdogana il serpente più pericoloso che si possa avere a mente.

Renzi dice di essere calmo, ma lo vedo nervoso e preoccupato e credo che abbia più di una ragione. Di questo passo non gli leggo un grande futuro di statista.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rossoverde Mer 22 Gen 2014, 20:06



L'unico soggetto capace di far sparire B dalla circolazione a questo punto è l'elemento anagrafico. Per la stessa ragione però non ci libereremo troppo presto di Renzi. 
Gli elettori di B si adattano persino a mangiare dai cassonetti, se qualcuno li convince che sono ridotti così per colpa della sinistra. Lo insegna la storia dei regimi demagogici di destra ad es. del sudamerica, che avevano appunto una forte base popolare pur vivendo nelle baracche. L'origine dell'attuale situazione consiste soprattutto nello sciagurato tradimento della legge che impediva ai possessori di tv di entrare in politica. 
E qui mi taccio...
....e quindi, bisogna sperare in madre natura anche per Renzi ? e poi? troppo facile, non è così , abbiamo già visto all'opera e quel che ha fatto la minoranza , almeno attuale , del Pd. In sintesi , se avessimo ancora avuto Bersani al posto di Renzi , la situazione sarebbe stata diversa? io penso di no, assolutamente no.
Per fortuna che ci sono i cassonetti altrimenti ci sarebbero molti morti di fame in più.
Rossoverde
Rossoverde

Messaggi : 1008
Data d'iscrizione : 05.06.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Mer 22 Gen 2014, 22:59

Renzi dice: o si votano le riforme o si va alle elezioni.

E' proprio senza testa. Fare delle riforme pur che sia, non è fare delle riforme, ma fare casino. Se poi andiamo sulla legge elettorale con un premio del 18% per cento a chi prende il 35 con una coalizione, non con un partito, è un disastro.
Tutti saranno costretti a raschiare il barile, e se col doppio turno si frega la Corte Costituzionale, poi, non avremo alcuna governabilità, perché Berlusconi ammucchia di sicuro tutta la destra e si riporta a casa Alfano, pur di vincere, mentre noi restiamo con Renzi, che è pur sempre una bella consolazione, per i poveri di spirito.

Una cazzata al giorno toglie Renzi di torno.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rossoverde Gio 23 Gen 2014, 16:11

einrix ha scritto:Renzi dice: o si votano le riforme o si va alle elezioni.

E' proprio senza testa. Fare delle riforme pur che sia, non è fare delle riforme, ma fare casino. Se poi andiamo sulla legge elettorale con un premio del 18% per cento a chi prende il 35 con una coalizione, non con un partito, è un disastro.
Tutti saranno costretti a raschiare il barile, e se col doppio turno si frega la Corte Costituzionale, poi, non avremo alcuna governabilità, perché Berlusconi ammucchia di sicuro tutta la destra e si riporta a casa Alfano, pur di vincere, mentre noi restiamo con Renzi, che è pur sempre una bella consolazione, per i poveri di spirito.

Una cazzata al giorno toglie Renzi di torno.
Hai perfettamente ragione sulla legge elettorale , anch'io sono per un bel proporzionale puro senza nessun premio di maggioranza e con uno sbarramento minimo , se proprio vogliamo. In quanto al segretario Renzi ci sta pensando D'alema, fra un po' si sentiranno gli anatemi , le scomuniche e via dicendo. Ti saluto
Rossoverde
Rossoverde

Messaggi : 1008
Data d'iscrizione : 05.06.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Gio 23 Gen 2014, 17:34

Rossoverde ha scritto:
Hai perfettamente ragione sulla legge elettorale , anch'io sono per un bel proporzionale puro senza nessun premio di maggioranza e con uno sbarramento minimo , se proprio vogliamo. In quanto al segretario Renzi ci sta pensando D'alema, fra un po' si sentiranno gli anatemi , le scomuniche e via dicendo. Ti saluto
Se non ci fosse Berlusconi, e non ci fosse Grillo, ma ci fosse una destra normale ed una fronda di scontenti non fanatici, insomma, se non fossimo in Italia che è tutta piena di italiani, troppi in tutti i sensi, a me andrebbe bene qualsiasi legge, ma qui conviene essere prudenti, visto che già ci hanno fregato una volta negli anni venti con i premi di maggioranza. Quindi, non mi sbraccio per un maggioritario, e o orrore per un super maggioritario che non è adatto a questo paese.
 
Basta superare di poco il 40% per avere il premio di coalizione. Se vogliono il 35% allora, niente coalizione, ma una legge sui partiti che impedisca partiti personali, a cominciare dai soldi che uno può metterci dentro e dai giornali e le Tivvù che può possedere per ricoprire cariche in un partito. E poi. primarie obbligatorie, cosa che taglia la testa al toro e riporta aria fresca nei partiti.
 
Vedi, anche se con le primarie finisce per comandare un pirla come Renzi, non ti comanda però un criminale come Berlusconi, e un pirla lo puoi sempre cambiare o cacciare, ma un criminale ti cambia e ti caccia lui.
 
Infine, piuttosto che una brutta legge che sia pure pericolosa, è meglio più tosto. Spero che Cuperlo tenga duro, anche se lui è un mollaccione troppo educato, per un cafone infilibito come Renzi.

------------
a Renzi non faccio sconti. Che se la sudi la mia stima. Per ora siamo ancora alle comiche.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Gio 23 Gen 2014, 23:44

Adesso si mette anche Enrico Letta a dire: no a Liste Bloccate.
 
Renzi ha appena detto che  se non passa l'accusativo dell'Italicus, l'Italicum, cade il governo e si va alle elezioni, e tutti questi vogliono lo stesso le modifiche all'accordo che il Renzi ha fatto con Berlusconi.
 
Non sarà che Letta sia lui a voler andare alle elezioni, con un Renzi lesso?
 
Epifani glielo aveva anche detto: Renzi, se ti presenti con tre proposte e poi tre interlocutori vogliono tre cose diverse, come fai a metterli daccordo? Lui ha sentito tutti senza ascoltarli e poi è andato sul sicuro, ad abboccare all'amo di Berlusconi.
 
Bastava così poco, una soglia per il premio di coalizione oltre il 43%, e una legge che prevedesse primarie per tutti.
 
Questa idea del fare, pur che sia, è davvero una scemenza. Si fa solo se ci sono le condizioni, e se no, non si fa.
 
E poi, non è il governo che non gira nel paese, ma è l'industria manifatturiera che non ha imprenditori, e contadini che hanno preferito altre occupazioni. Se non si ritorna all'industria e all'agricoltura, non c'è governo che tenga, il paese sociale si fa sempre più piccolo e proporzionato al paese economico.
 
Incominciamo a parlare di industrie di stato nei settori innovativi e investiamo con i soldi che si prendono vendendo le poste che sono ormai un servizio ultra stabilizzato, ed anche qualche altra azienda matura ma non strategica. Altro che parlare della legge elettorale.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Rom Ven 24 Gen 2014, 10:59

Non ho la forza di trarre conclusioni, faccio solo due conti, a palmi.

Col partito padronale abbiamo avuto Papi Caimano.
Col partito liquido abbiamo i dilettanti allo sbaraglio.
Con le primarie abbiamo avuto una brava persona che poi perde le elezioni, e dopo un piripicchio arrivista che forse le vince, ma per fare quello che farebbe il Papi Caimano.
Con il proporzionale puro abbiamo avuto il consociativismo, le preferenze comprate, un governo ogni sei mesi e tangentopoli.
Con il maggioritario bipolare con iperpremio di coalizione abbiamo avuto l'inciucio sottobanco e poi le larghe intese, e una tangentopoli permanente.
Comunque sia, non abbiamo mai avuto una destra seria, liberale e democratica, e nemmeno una sinistra al governo, e finalmente non abbiamo nemmeno più una sinistra.
Rom
Rom

Messaggi : 996
Data d'iscrizione : 10.04.13

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da einrix Ven 24 Gen 2014, 11:24

Rom ha scritto:Non ho la forza di trarre conclusioni, faccio solo due conti, a palmi.

Col partito padronale abbiamo avuto Papi Caimano.
Col partito liquido abbiamo i dilettanti allo sbaraglio.
Con le primarie abbiamo avuto una brava persona che poi perde le elezioni, e dopo un piripicchio arrivista che forse le vince, ma per fare quello che farebbe il Papi Caimano.
Con il proporzionale puro abbiamo avuto il consociativismo, le preferenze comprate, un governo ogni sei mesi e tangentopoli.
Con il maggioritario bipolare con iperpremio di coalizione abbiamo avuto l'inciucio sottobanco e poi le larghe intese, e una tangentopoli permanente.
Comunque sia, non abbiamo mai avuto una destra seria, liberale e democratica, e nemmeno una sinistra al governo, e finalmente non abbiamo nemmeno più una sinistra.
 
E' proprio questo il punto. Qualunque cosa fai in Svezia è una roba svedese, se la fai in turchia, è turca e se la fai qui da noi è "Italicum".
 
Per fortuna, grazie alla opposizione della gente di buon senso, si allarga il partito che vuole in doppio turno senza liste bloccate, che a dirlo è facile, ma a capirlo è cosa molto più complicata. Vedremo, adesso che anche Alfano non le vuole - le liste bloccate.
 
Credo che a Renzi stia venendo il mal di capo. C'è da divertirsi a vedere uno che fa tutto facile e che adesso si trova invischiato in una melassa costituita dai problemi della politica, per i quali ci vogliono persone più riflessive, in una democrazia come la nostra. Che i dittatori, vanno bene solo nelle dittature.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da cireno Ven 24 Gen 2014, 12:57

Anche a me piacerebbe il proporzionale puro, senza nessuna soglia di sbarramento, altrimenti non sarebbe un proporzionale puro, ma modificato. Però dopo ci vorrebbe un ballottaggio tra i primi due partiti del proporzionale puro, chi dei due vince ha diritto ad un premio XXX per poter avere il 55% dei deputati, e cinque anni di governo. 
Questo sarebbe il doppio turno simil francese, perchè non lo adottano? Perchè abbiamo tre elementi extra parlamentari che non ci dovrebbero essere, a condizionare la politica italiana. 
Oddio Renzi per ora cerca di smuovere il sasso, ma sotto ci troverà, come sempre, una marea di vermi, buoni per andare a pescare. 
Gli altri due andrebbero internati: Grillo nel suo blog e che non rompa più le palle con le sue mattane, Berlusconi in una casa di cura per pregiudicati naturali.
Ieri sera ho visto Servizio Pubblico e mi stupisce che il PD aderisca agli inviti del duo Santoro-Travaglio. La trasmissione di ieri sera poi è stata un omaggio al M5S. Sono arrivati all'assurdo che un deputato pentastellare, un certo Di Battista, se non ricordo male, ha fatto un intero comizio colmo di fandonie e calunnie, senza che nessuno in sala potesse intervenire per ordine di Santoro. Una trasmissione scandalosa, tanto è stata di parte. Ho deciso che Santoro può anche andare a letto con Travaglio ma a me non mi vedrà più fra i suoi ascoltatori.
cireno
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 120
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Un silenzio eloquente Empty Re: Un silenzio eloquente

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.