La questione Morale...

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Ven 06 Mag 2016, 10:44

Tanto tempo fa la corruzione aveva coinvolto la politica ormai imbalsamata dalla politica dei blocchi. Quella stabilità poneva tutti al riparo da quei cambiamenti che in un modo o nell'altro non avrebbero mai dovuto avvenire. Si distinsero nella raccolta illegale dei fondi, in special modo la Democrazia Cristiana ed il Partito Socialista, ma anche gli altri piccoli partiti che facevano parte del governo del paese. I giornali parlavano poco di corruzione e concussione, dando per scontato che quella fosse la pratica corrente per velocizzare le autorizzazioni o per smussare quegli inceppi che frenavano lo sviluppo. L'Italia, specie quella meridionale è sempre stata il paese che "alla bisogna" ci si informava sempre in "famiglia" se si conosceva "quello o quell'altro" che potessero dare un mano. Ma anche nel settentrione vigeva la pratica del nepotismo quando si trattasse di assumere qualcuno che così finivano per avere la precedenza gli amici ed i parenti. Anche l'appartenenza politica precludeva strade e professioni al nord, per cui chi fosse iscritto al PCI faceva fatica a trovare un parroco che lo raccomandasse per un posto in banca. Così, in quel clima anche la corruzione perdeva i connotati dell'atto odioso, e per chi ne veniva beneficiato, ed erano in tanti, era un atto buono e dovuto.
Meravigliava quando Di Pietro, nelle prime udienze contestava il reato di concussione o corruzione ai politici o a chi cercava le risposte ed i provvedimenti facili, allungando "il contante".
Da allora, quel mondo, è cambiato negli usi e costumi di una società che si è allontanata dal mondo feudale e contadino ed è entrata nel secolo della manifattura, del terziario e del mercato, da cittadino libero e consumatore. Le stesse professioni non hanno più sbarramenti all'ingresso che non siano una fedina penale pulita e titoli che siano accessibili con la scuola dell'obbligo o con quelle superiori e l'Università.
Tutto ciò però non è bastato per mettere alla porta quelle pratiche, che in elusione della legge, quando non proprio contra legem, sono anche ai nostri tempi oggetto di provvedimenti investigativi e di giudizio, della giustizia. I giornali ne danno conto per finalità e interessi che corrispondo alla loro funzione: talvolta per comunicare notizie rilevanti ed altre per rendere un quadro della società tale quale fa comodo a chi investe nella informazione, per qualche scopo. Sta di fatto che come questi giorni in cui si da notizia di esponenti politici o amministrativi del PD in manette, si può modulare il consenso, indipendentemente dai dati della realtà, ma sull'onda dell'emozione. Lo abbiamo visto con "abbiamo una Banca", o col fallimento della Banca Etruria", e lo stiamo vedendo oggi con la condanna di Soru o l'arresto di Simone Uggetti, dopo altri casi, come sia facile ingigantire il consenso di chi stia in riva al fiume...
Il fatto che Berlusconi e Grillo siano due ex galeotti, passa in secondo piano se la stampa ripete ogni giorno che "cane morde bambino".
E non fa neppure testo che un Grillo o un Berlusconi non potrebbero avere la tessera del PD, come del resto non può averla adesso Soru o Uggetti, proprio per quel principio di pulizia e trasparenza che vuole che nel PD chi sbaglia paga e se ne va, salvo che non venga riabilitato da una sentenza di assoluzione che non sia per decorrenza dei termini. E pensare che quella è la vera innovazione nel costume politico e nelle finalità di un partito che riconosce meriti e colpe, senza guardare in faccia a nessuno, quanto meno per un principio di precauzione.

Terrò aperta questa rubrica proprio per commentare gli eventi di mano in mano che si presenteranno, e per analizzare anche le circostanze in cui accusa e difesa prospettano le proprie tesi. Non credo che in questa vigilia di elezioni mancheranno spunti per questo genere di riflessioni.

Anche oggi sicuramente qualche bambino sarà stato morso da un cane e qualcuno sarà rimasto chiuso nell'ascensore, e così pure avverrà domani e tutti i giorni dell'anno, come ogni giorno è fato di indagini della magistratura verso tante persone sospettate di violare la legge o sulla base di denunce. Solo se ne ne riparlerà a ripetizione, quei fatti, non importa se piccoli o grandi, diventeranno importanti.

Allora è necessario andare oltre l'emotività e ragionare rispettando i principi della legge e quelli che regolano le istituzioni, per evitare che si mettano in pericolo le basi stesse della convivenza democratica e civile che è cosa ben importante e vitale.

Un saluto
Enrico.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Ven 06 Mag 2016, 16:07

06/05/2016 14:44
                              
 Corruzione,Boldrini: partiti agiscano 
 "I partiti devono fare pulizia al loro
 interno prima che arrivi la magistratu-
 ra, perchè quando arriva la magistratu-
 ra ormai il danno è fatto". Così la   
 presidente della Camera Laura Boldrini,
 all'incontro "Lezioni di Resistenza,  
 dalla Liberazione alla democrazia il  
 valore della cittadinanza attiva" nella
 Sala della Regina a Montecitorio.     

 "Dobbiamo combattere e sradicare la   
 corruzione -ha aggiunto- è anche questo
 un modo per tenere vivi i valori della
 Resistenza e difenderne le conquiste".

Ma non dire stupidaggini, Laura Boldrini. Se so che nel partito per cui voto c'è uno che viola la legge, lo denuncio senza bisogno neppure di mandarlo via prima. Puoi pregare i politici di essere onesti, e ciò è giusto, ma non puoi a priore dire: tu non mi piaci perché forse ruberai. Lo puoi pensare, per qualcuno che ti stia antipatico, o per il quale nutri sospetti, ma non lo puoi dire perché quello può anche querelarti.

I partiti devono mettere nei posti di responsabilità persone che abbiano mostrato, almeno fino a quel momento, salda moralità, e poi che ci pensi la magistratura a fare il suoi dovere, anche su richiesta di chi denunci malaffare, o per proprie investigazioni: li paghiamo proprio per quello.

La corruzione non la si sradica, perché non sempre l'etica è più forte della carne. Ci sono apposta le leggi che reprimono la corruzione, perché altrimenti esse non sarebbero necessarie.
Bene ha fatto il governo, ad inseverire le leggi sulla corruzione, in un paese come questo in cui, nepotismo, bande armate e intrallazzi la fanno da sempre da padrone.

E' importante anche il buon esempio, che la politica può dare, e non sono costruttive le posizioni di un sindaco che pur nell'interesse per la città (a suo dire), non rispetta le leggi dello stato, per le gare d'appalto, che vogliono essere una garanzia per gli imprenditori capaci e onesti, oltre che per risparmiare sulle spese della commessa. Come non è moralmente accettabile che il segretario del partito di una regione (la Sardegna), non paghi le tasse. Almeno stante allo stato dei processi. Per loro posso solo sperare che vengano riconosciuti innocenti nelle sedi proprie del giudizio, e fino ad allora restino nel limbo della politica, senza poter rivendicare una appartenenza che fino ad allora gli sarà negata.

Chiedere ai partiti ed alla politica, qualcosa di più è lecito, ma fuori dal buon senso. E poi non viviamo in un paese in cui il partito più savanaroliano è di proprietà di un condannato (per un turpe delitto, tra l'altro. Molto peggio della frode o della corruzione), mentre l'altro è retto da un filibustiere che ha scampato un sacco di sentenze pagando avvocati e cambiando le leggi? Il PD, quando trova le mele marce le toglie dal cesto. Nel PDL o nel M5S è marcio lo stesso cesto.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Dom 08 Mag 2016, 21:37



http://www.repubblica.it/politica/2016/05/08/news/m5s_nogarin-139328376/?ref=HREC1-4

Il problema non è se Nogarin è colpevole o innocente (non sappiamo nemmeno di cosa), ma se sollevando il caso degli amministratori del 5Stelle inquisiti, si riesce a riequilibrare il discredito che si va formando, non su certi amministratori del PD, ma sul PD.

Non è quindi un problema di giustizia, quello a cui stiamo di fronte, ma di propaganda elettorale da fronteggiare, in un clima da caccia alle streghe, favorito dall'antipolitica.
Ha proprio ragione Casaleggio Jr. che così si mettono a rischio le elezioni politiche. 
Ma vien da chiedersi, perché junior lui e nipote di Grillo l'altro? Il nepotismo non è forse generato dal conflitto di interessi, almeno in democrazia? Diverso è con le monarchie!
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Lun 09 Mag 2016, 16:32

09/05/2016 17:22
                                
 Renzi: non chiediamo dimissioni Nogarin
 "Chi è garantista con i suoi e giusti- 
 zialista con gli altri è insopportabi- 
 le. Noi siamo genuinamente garantisti, 
 non chiediamo le dimissioni di Nogarin,
 lui farà le sue valutazioni con il suo 
 consiglio comunale". Lo sottolinea Ren-
 zi durante la direzione del Pd riferen-
 si al sindaco M5S di Livorno, indagato.

...

Credo proprio che debba essere il consiglio comunale, per un suo componente o il sindaco che debba decidere cosa si debba fare. Oppure debba essere una struttura periferica di partito a valutare la situazione di ogni singolo indagato. Da una parte chiedendo alla magistratura di compiere il suo lavoro e dall'altra, chiedendo a chi viene indagato, di assumere quegli atteggiamenti che siano i più consoni per quelle circostanze. Per eccezioni si può persino credere all'onestà di chi viene indagato, ma quella deve essere una scommessa sulla fiducia, non una azione di schieramento.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mer 11 Mag 2016, 19:01

Il presidente dell'Anm a Taranto per un seminario: "Vanno comprese le cause e studiati i possibili rimedi. Lo stipendio non può concorrere con le mazzette, ma è fondamentale liberare i dipendenti della P.A. dal bisogno. Premiare il merito e creare l'orgoglio dell'appartenenza"

a leggere certe frasi mi va il sangue alla testa. Come se fosse l'entità di uno stipendio a determinare la propensione all'onestà ed al rispetto della legge. 
Berlusconi era ed è ricchissimo e ciò nonostante è stato più volte accusato di truffe ed evasione, quando non di concussione. Per non dire delle escort che gli venivano portate a Palazzo, in cambio di promesse che alla fine erano corruttele. 
Non è quanto guadagna un uomo la molla della disonestà,ma l'etica di cui è permeata la sua coscienza, ancor prima delle leggi. E Davigo ci dice di dare un aumento agli statali perché non si facciano corrompere... ma mi faccia il piacere.

E poi, quest'orgoglio di appartenenza, mi da persino fastidio. Lo sento come una trappola da cui uno se entra, non può più uscire. Non c'è un altro modo per professare l'onestà che un falso senso di appartenenza?

Dopo le sue ultime uscite mi era parso che Davigo fosse una persona modesta, assurta alla notorietà per merito di altri e del caso, e da queste sue parole ne viene una nuova conferma.

http://www.repubblica.it/politica/2016/05/11/news/davigo_corruzione-139569638/?ref=HREC1-1

Se Vogliamo, trovo molto più concreto lo scopo di Cantone che con l'AntiCorruzione si propone:


la prevenzione della corruzione nell'ambito delle pubblica amministrazione italiana, nelle società partecipate e controllate[5] dalla pubblica amministrazione, anche mediante l'attuazione della trasparenza in tutti gli aspetti gestionali, nonché mediante l'attività di vigilanza nell'ambito dei contratti pubblici, degli incarichi e comunque in ogni settore della pubblica amministrazione che potenzialmente possa sviluppare fenomeni corruttivi, evitando nel contempo di aggravare i procedimenti con ricadute negative sui cittadini e sulle imprese, orientando i comportamenti e le attività degli impiegati pubblici, con interventi in sede consultiva e di regolazione.

Ad ogni modo, c'è adesso anche l'ANAC: Autorità nazionale anti corruzione, che ha voluto questo governo proprio per combattere efficacemente delinquenza economica e corruzione.
 http://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/

Credo che qui si possa essere su un altro piano, se Cantone tiene alta la guardia, con buona pace di Fanfulla Da Vigo.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mer 11 Mag 2016, 20:09

La questione morale non vale solo per i politici, ma anche per i giornalisti:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/05/11/pinotti-ha-ricevuto-gioielli-e-un-rolex-dagli-arabi-dopo-laccordo-kuwait-finmeccanica/2718138/

Vorrei che andassero a fondo in queste denunce, che per ora sono soltanto delle illazioni. Trattandosi di orologi, si sono tenuti la notizia ad orologeria (vecchia di sei mesi fa), proprio per oggi, giorno in cui sono stati battuti da questo governo, su tutta la linea.  Aspettiamo il proseguimento di queste notizie ad orologeria, per la prossima occasione.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Gio 12 Mag 2016, 07:53

12/05/2016 09:36
                             
 Parma.Pizzarotti indagato,abuso ufficio
 Il sindaco di Parma,Federico Pizzarot- 
 ti, e l'assessora alla Cultura, Laura  
 Ferraris,sono indagati per abuso di uf-
 ficio nell'inchiesta sulle nomine al   
 Teatro Regio.Lo riferisce la Gazzetta  
 di Parma,secondo cui altri 3 membri del
 CdA della Fondazione del Regio,all'epo-
 ca delle nomine,sono indagati per lo   
 stesso reato.                          

 "Sono tranquillo perchè è un atto dovu-
 to, che rispetto",era già emerso che ci
 fossero indagini dopo un esposto di un 
 senatore Pd,spiega il sindaco M5S."Sarà
 utile per chiarire la vicenda", dice.  

Abuso in atti di ufficio, si prefigurano come corruzione, se ciò si riferisse a nomine. Oltrechè, naturalmente anche in elusione di norme e procedure che avrebbero dovuto essere rispettate. Basta una denuncia di una parte interessata che si senta defraudata di un diritto ed ecco che scattano le indagini. Basta pure che la denuncia parta da una parte politica avversa, per mettere in crisi politicamente la giunta.
In casi come questi la questione morale può riguardare i mezzi con cui si amministra, ma pure i metodi inquisitori con cui si vuole fare la politica contro qualcuno.

L'ultima lettura che si può fare è che solo chi amministra può correre il rischio di incappare per quelle finalità, nelle maglie giuste o ingiuste della giustizia. E questo dovrebbe far riflettere. Non tutti in politica sono dei Berlusconi, che ci entrano proprio per sfuggire alle condanne ed alla legge!
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Gio 12 Mag 2016, 21:06

avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Sab 14 Mag 2016, 20:02

14/05/2016 16:21
                               
 Pizzarotti: "Bene città prima di tutto"
 "Di questi tempi a fare il sindaco ci 
 vuole un pazzo. Ma ci vuole anche uno 
 che ami la sua città, e che metta al di
 sopra di tutto il bene della propria  
 città". Così il sindaco di Parma, Piz-
 zarotti, sulle sue pagine web, dopo la
 sospensione dal M5S in seguito all'av-
 viso di garanzia per abuso di ufficio e
 le polemiche che ne sono seguite.     

 "Grazie -scrive- ai messaggi di affetto
 e di stima che mi sono arrivati dagli 
 attivisti.Grazie anche a tutte le isti-
 tuzioni di differente colore politico 
 che mi hanno espresso solidarietà". 

Spesso si è dei birbanti, altre volte si è semplicemente incauti, altre ancora si incappa nella interpretazione delle leggi quando non corrispondano alla propria percezione etica. E' difficile giudicare a priori i fatti che sono oggetto di indagine e talvolta di processo. Eppure, dopo Berlusconi sembra che tutti i politici siano come lui, ma non è vero!
Qualche volta sono solo i colpi bassi della politica che mettono in crisi le persone quasi per bene, come potrebbe essere Pizzarotti, ma anche il sindaco di Lodi che è agli arresti domiciliari.
Nulla da dire sul fatto che si debba sempre e comunque rispettare la legge, ma le circostanze e le finalità per cui la si viola consapevolmente o inconsapevolmente è altrettanto importante per un giudizio morale e politico, che non può essere quello giurisprudenziale di un giudice.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mar 17 Mag 2016, 13:05

17/05/2016 13:38
Papa: soldi e potere sporcano la Chiesa

  13.38                                
 Papa: soldi e potere sporcano la Chiesa
 "La via che indica Gesù è la via del  
 servizio, ma spesso nella Chiesa si   
 ricercano potere, soldi e vanità". Così
 Papa Francesco, nell'omelia di Santa  
 Marta,ha messo in guardia dagli "arram-
 picatori" che anche nel mondo cattolico
 sono tentati di distruggere l'altro   
 "per salire in alto".                 

 I cristiani devono vincere la "tenta- 
 zione mondana" che divide la Chiesa, ha
 ribadito. "Gesù insegna ai discepoli la
 via del servizio, ma loro si domandano
 chi sia il più grande tra loro"."Nessu-
 no può dirsi persona santa e pulita". 

La questione morale che aveva sollevato Enrico Berlinguer per la politica consisteva proprio in questo, e parafrasando il Papa si può riassumere:
- i soldi e potere sporcano la politica
- La via che indica chi ha fatto la guerra di resistenza è la via del  
 servizio, ma spesso nella politica si ricercano potere, soldi e vanità.

Poi andrebbe indagato perché nella chiesa e nella politica, ma anche in tante altre attività ed istituzioni, nello stesso sport, succeda tutto ciò, ma ci spingeremmo troppo oltre nell'analisi.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mer 18 Mag 2016, 18:57

A chiederne conto anche il parlamentare pd Andrea Romano: “La Raggi, come la Appendino, hanno firmato il contratto con la Casaleggio associati? È doveroso fare chiarezza visto che quel famoso accordo prevedrebbe che, se eletti, i candidati 5 stelle sottopongano gli atti amministrativi al vaglio proprio della Casaleggio associati. Visto quello che sta accadendo a Mira, a Livorno, Parma, Bagheria, Pomezia, in pratica ovunque amministrano i 5 stelle, viene da chiedersi quale sia la trasparenza del movimento e l’autonomia dei loro esponenti. Si profila un intreccio di interessi preoccupante, dove autoritarismo, mancanza di regole democratiche, consegnano quelli che potrebbero essere chiamati a rappresentare gli interessi dei cittadini, all’arbitrio e al controllo diretto di una azienda privata. A chi devono rendere conto? A mail di anonimi staff? Forse anche per questo vogliono boicottare la legger per rendere più democratici e trasparenti i partiti”.

Domande alle quali la candidata al momento non ha ancora risposto. E dal Pd c’è chi giudica questo silenzio “molto preoccupante”, come ha dichiarato la senatrice Monica Cirinnà. “I cittadini – ha aggiunto – devono sapere se si trovano di fronte ad una candidata libera o se è tenuta al guinzaglio da qualcuno in base ad accordi segreti”.


http://www.unita.tv/focus/lo-strano-caso-di-virginia-raggi-telecomandata-da-grillo/

Spero che queste siano solo illazioni, che se fosse tutto vero sarebbe un autentico disastro.
Con comportamenti simili saremmo oltre la questione morale, nel mondo della sudditanza e del governo per procura.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Gio 19 Mag 2016, 22:20

19/05/2016 22:39
Cantone: Codice appalti,troppe critiche

  22.39                                
 Cantone: Codice appalti,troppe critiche
 Il presidente dell'Anac, Cantone, di- 
 fende il nuovo Codice sugli appalti. Le
 critiche sono frutto di "scarsa cono- 
 scenza", l'impianto è "coraggioso" an-
 che se ci sono dei "problemi", afferma.

 E sul recepimento del Codice lancia l'
 allarme: "Sono molto preoccupato". "C'è
 chi ha già dato sentenze di morte inap-
 pellabili in un Paese in cui la pena di
 morte non c'è";"ho sentito un presiden-
 te di Regione definirlo 'demenziale'",
 ma era "demenziale quello di prima"."Se
 questo Codice fallisce, non ce ne sarà
 un altro dietro la porta", avverte.

Cantone sembra un uomo generoso e capace che ha chiesto nuove regole e le ha ottenute.
Sarebbe bello capire perché questo codice viene criticato da un presidente di regione...
Speriamo che i giornalisti ce lo spieghino.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mer 08 Giu 2016, 20:08

08/06/2016 21:50
                            
 Csm: se vere parole Davigo, gravi     
 "Le dichiarazioni che mi sono state   
 attribuite non sono vere". Così il capo
 dell'Anm, Davigo, in merito alle nomine
 al Csm. L'Ansa conferma le parole di  
 Davigo pronunciate davanti a un centi-
 naio di magistrati nell'aula Magna del
 Palazzo di Giustizia di Milano. Davigo:
 mi riferivo a "nomine a pacchetto".   

 "Il Consiglio Superiore della Magistra-
 tura, pur dando atto della smentita,re-
 spinge con fermezza le espressioni sul-
 le nomine ai vertici degli uffici giu-
 diziari italiani che,se vere, sarebbero
 gravi, scomposte e sorprendenti". 

Chi mente, Davigo o l'ANSA? Davigo è proprio un magistrato che ha avuto la fortuna di lavorare diretto da Saverio Borrelli, ma è inadeguato al ruolo e lo si vede in più di una occasione. Le smentite di cose certe si addicono solo ad un magistrato del suo stampo.
La questione morale riguarda proprio tutti.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mer 08 Giu 2016, 20:15

la notizia era questa:
08/06/2016 20:49
                               
 Davigo:da Csm prassi orribile in nomine
 Al Consiglio superiore della magistra-
 tura "le nomine non convergono sul can-
 didato migliore, ma temo che" la prassi
 sia quella di "uno a me, uno a te e uno
 a lui" che è "una cosa orribile". Così
 Piercamillo Davigo, presidente dell'Anm
 (Associazione magistrati), parlando   
 delle nomine degli uffici direttivi dei
 vari distretti giudiziari.            

 Davigo ha auspicato la "massima traspa-
 renza" nelle nomine, perché "è al buio
 che avvengono le porcherie e i baratti"
 Preoccupato anche per "la soppressione
 della giurisdizione tributaria".
Se era vera, avrebbe fatto bene a ribadirla portando gli esempi e le prove che dovevano sostenerla. Ha fatto o no il magistrato! E invece ha ripiegato sulla smentita e sul "mi hanno capito male, io dicevo invece"... come uno sprovveduto.
Credo che all'ANM si stiano vergognando non poco, d'averlo eletto. Non sempre quello che sembra il migliore lo è davvero.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Sab 11 Giu 2016, 20:28

11/06/2016 19:44
                               
 Assolto ex presidente Giunta Alto Adige
 L'ex presidente della Giunta provincia-
 le dell'Alto Adige, Durnwalder (Svp), è
 stato assolto dall'accusa di peculato e
 finanziamento illecito ai partiti per  
 la gestione del suo fondo di rappresen-
 tanza.L'accusa aveva chiesto tre anni.

 Mentre per tutte le spese che riguarda-
 no donazioni Durnwalder è stato assolto
 perchè la prova dell'accusa non è stata
 raggiunta, l'imputato è stato assolto  
 con formula piena per tutte quelle spe-
 se che erano state compensate. Per i   
 giudici anche il finanziamento illecito
 al partito "non sussiste".   

chi si ricorda più di quei fatti?... Era giusto che la magistratura facesse le sue inchieste e decidesse ciò che si poteva e doveva fare e cosa no.
Adesso, magari si dirà che però le accuse avevano le loro motivazioni.... e alla gente, restano un sacco di dubbi!

Fare politica o amministrare non è un mestiere più facile di un altro, ed il rispetto delle leggi non è né più difficile e né più facile, salvo il fatto che il politico ha come patrimonio suo personale, il prestigio, ed una volta perso, l'incantesimo viene rotto.

Basta vedere cosa succede al povero Pizzarotti, sempre sotto inchiesta... Talvolta si può anche inciampare nella selva delle leggi o, il che è ancora peggio, in parziali ed interessate interpretazioni della legge. Da cui discende una denuncia e indagini, obbligatorie. Molti calvari incominciano da li.

Ci vuole serenità e prudenza quando succedono fatti simili, e la voglia di arrivare serenamente alle sentenze, le uniche che hanno diritto a decretare se la legge è stata violata, oppure no.

In politica si deve combattere con la forza delle idee. Sono i magistrati ed i giudici che devono stabilire se tutto avviene secondo le regole, dimostrando equità e saggezza, non partecipando ad una sorta di tifo sportivo con le armi improprie del loro ruolo.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Gio 16 Giu 2016, 11:59

16/06/2016 13:21
                               
 Corruzione,Davigo:Whistleblowing è fumo
 "Sulla corruzione è inutile fare una  
 legge o un'altra, tanto non vengono ri-
 spettate",osserva Davigo in un convegno
 a Milano su corruzione e riciclaggio. 

 "La corruzione è un fenomeno diffuso,ma
 poco denunciato",ci sono "mercati ille-
 gali" di mazzette "regolamentati" dalle
 mafie,perché "i mafiosi sono come i pi-
 docchi vanno dove c'è lo sporco".Per il
 presidente di Anm, "si fanno norme che
 non servono o fanno danni".Il whistle-
 blowing,l'istituto che tutela dipenden-
 ti che segnalano reati,"è stucchevole,
 fumo negli occhi", aggiunge Davigo.   

E' una tesi sostenibile che la legge, comunque sia fatta, non serva a modificare quei comportamenti che prima di tutto sono culturali (in senso lato). La cosa non riguarda solo la corruzione, ma infiniti altri comportamenti che entrano in collisione con i diritti di chi ne è vittima.
Quindi, la legge ha altro scopo da quello di educare. Il giudice deve stabilire col processo la natura dei fatti, poi deve stabilire i torti e le ragioni, e non può farlo se non vi è una legge. E proprio in base alla legge, deve comminare risarcimenti e punizioni al fine di ristabilire quell'equilibrio che si è rotto. Questi esempi, non faranno solo giurisprudenza, ma anche codice di comportamento per tutti quelli che verranno informati del processo e delle sentenze. Alla fine del ragionamento, Davigo, dice una cosa vera solo in prima approssimazione, ma se si va a fondo, nella cosa, si capisce che dice una cosa complessivamente falsa. O i giornalisti lo hanno "tagliato", per incompetenza, malizia, per aizzare i lettori contro la legge e lo stato, con finalità di antipolitica (forse), oppure Davigo non si capisce come abbia potuto fare il magistrato per così tanto tempo.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Gio 16 Giu 2016, 17:00

Bellissimo questo filmato in cui si vede Greco come nuovo Procuratore della Repubblica di Milano e l'incontro con Saverio Borrelli. Davigo è meglio che sia rimasto da un'altra parte.

http://video.repubblica.it/edizione/milano/milano-greco-procuratore-capo-la-commozione-e-l-abbraccio-con-saverio-borrelli/243449/243493?ref=HRBV-1
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Ven 17 Giu 2016, 11:23

Dure critiche alla Raggi dai vertici del Pd. Il senatore Stefano Esposito commenta "con una certa apprensione" il fatto che "Virginia Raggi, sarà lo stress della campagna elettorale, soffre di continue amnesie.

Oggi scopriamo, dopo che anche in TV ci ha raccontato di vivere solo dello stipendio di consigliera comunale, che nel 2014 ha ricevuto dalla Asl di un Comune amministrato dai 5 stelle un incarico per recuperare soldi da uno che oggi è morto. Consulenza da 13 mila euro che lei si è sempre dimenticata di citare, anche da ultimo nel dibattito su Sky.

Una ennesima amnesia proprio
come quella sullo studio Previti e sulla società di cui era Presidente, società legata al braccio destro di Alemanno, Panzironi". Anche Alessia Morani, vice capogruppo Pd alla Camera, si interroga sui "buchi nella sua memoria". "La telenovela delle amnesie di Virginia: consulenze dalla Asl nel Comune grillino di Civitavecchia - scrive in una nota - Non lavorava solo come consigliera? La trasparenza e la Raggi non vanno proprio d'accordo".


Detta così, questa sembra essere la cuginetta di Alemanno. Prima lo studio di Previti, ora questi incarichi non dovuti, ricevuti come favore, dal partito M5S di Civitavecchia... Vuoi che adesso non restituisca qualche cosa ai furbetti da cui li ha ricevuti? Le premesse per Roma non sono di certo buone.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/06/17/news/comunali_a_roma_due_incarichi_legali_alla_raggi_dal_comune_di_civitavecchia_polemiche_dal_pd-142215017/?ref=HREC1-2
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Sab 18 Giu 2016, 15:18



E' probabile che una bugiarda venga eletta sindaco della città di Roma, proprio da quel partito, il M5S, che fonda la sua politica sull'onestà e la trasparenza, in pratica accusando gli altri di infinite colpe e chiudendo gli occhi sulle proprie, ad iniziare dal "padrone" del partito, condannato per omicidio (provocò colpevolmente la morte di chi portava in macchina) che non ha neppure fatto un giorno di galera, come sarebbe stato giusto che fosse.
E il paese? E' proprio quello che con la sua massima intelligenza, permette tutto ciò.
Per una insinuazione così forte nulla è meglio del Fango Quotidiano di cui passo il link:

http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/virginia-raggi-e-lincarico-dalla-asl-di-civitavecchia/
altri link:
http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/06/18/news/incarichi_asl_alla_raggi_la_candidata_m5s_si_difende_tutto_dichiarato_-142293025/?ref=HREA-1
http://roma.corriere.it/amministrative-2016/notizie/incarichi-asl-raggi-ecco-carte-68b26362-355c-11e6-8ef0-3c2327086418.shtml
http://www.iltempo.it/politica/2016/06/18/la-raggi-fa-recupero-crediti-ma-nasconde-l-incarico-1.1550680

Buon Fine Settimana!
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mar 21 Giu 2016, 17:29




"Ho pagato un prezzo altissimo", ma ora, dopo vari gradi di giudizio, "è finita". Vasco Errani, ex presidente della Regione Emilia-Romagna, è stato assolto nel processo-bis in Appello dall'accusa di falso ideologico per la vicenda Terremerse. Stesso verdetto per due dirigenti regionali coinvolti nell'inchiesta.

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2016/06/21/news/sentenza_errani-142494755/?ref=HREC1-6




...ma l'articolo insinua ancora qualche cosa:

Il processo a Giovanni Errani, invece, si è concluso con l'assoluzione in appello per una parte delle accuse, e con il proscioglimento per prescrizione per altra parte: i giudici, rispetto ai falsi e ad una truffa contestata, erano entrati nel merito ritenendo sussistenti i reati, benché prescritti.


Per cui occorrerà leggere la sentenza nella sua stesura completa, per capire bene i fatti.

Qualche notizia in più la troviamo sul Fatto Quotidiano, che non coincide con quanto scritto dal giornalista di La Repubblica.

La Suprema corte nell’annullare la sentenza di appello espresse tuttavia molti dubbi sulle motivazioni della condanna del 2014: “Non solo – scrissero i giudici della Cassazione – non è stata acquisita la prova positiva dell’istigazione addebitata a Errani, ma tutte le persone coinvolte a vario titolo”, non solo i coimputati, “hanno escluso di avere ricevuto da Errani esplicite o velate pressioni” per alterare il contenuto della relazione. Ora la Corte d’appello, presieduta dal giudice Cecilia Calandra, ha confermato l’assoluzione di quattro anni fa.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/06/21/terremerse-vasco-errani-assolto-nellappello-bis-era-accusato-di-falso-ideologico/2848604/

Ma comunque, in attesa degli ultimi chiarimenti, diciamo lo stesso: - Ben tornato Errani!
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mer 22 Giu 2016, 13:07



Raggi telefona allo STAFF?

Futuri assessori e consiglieri comunali sono sottoposti allo stesso codice etico con multa firmato da Virginia Raggi. «Sindaco, assessori e consiglieri eletti dovranno rispettare il presente Codice» , ovvero «sono tenuti ad operare in sintonia con le indicazioni date dallo staff». Altrimenti scatta la multa per danno di immagine di almeno 150 mila euro. Il contratto del M5S , quindi non riguarda solo il vincolo di mandato, ma anche le indicazioni dello staff. Anche gli assessori dovranno coordinarsi con i responsabili della Comunicazione del M5s nel Parlamento (GruppoComunicazione)», dovranno informarsi ai principi di«trasparenza». Ma non basta: gli assessori si dovranno dimettere se una consultazione in rete o i garanti «decidano per tale soluzione nel superiore interesse del preservazione dell’integrità del M5s».

Qualcuno ha votato lo STAFF?
No!
E allora è vergognoso.

http://roma.corriere.it/amministrative-2016/notizie/raggi-multe-se-infedeli-giunta-assessori-contratto-penale-22edf84e-37e3-11e6-ad05-6c8e02b5840c.shtml
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Gio 07 Lug 2016, 12:45



http://www.unita.tv/focus/gogna-mediatica-e-mala-giustizia-finisce-lincubo-di-ilaria-capua/

Leggetevelo bene, questo articolo, così vedrete come la Questione Morale, non riguardi solo la classe politica, e come la cultura del sospetto sia pure peggiore.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mer 13 Lug 2016, 08:39

I duri e puri: lui un avanzo di galera, e lei accusata di Falsità ideologica in atto pubblico.



La Procura di Roma pronta a iscrivere la Raggi nel registro degli indagati
“Falsità ideologica in atto pubblico”. I pm puntano a tempi rapidi


http://www.lastampa.it/2016/07/13/italia/politica/la-procura-di-roma-pronta-a-iscrivere-la-raggi-nel-registro-degli-indagati-T8xCVGSb8hiNvubpzOICwI/pagina.html

Non avrei fatto un commento così acido se non avessero bussato alla pancia della gente per alimentarne gli umore più bestiali. In politica, nessuna linea può e deve essere strumentale ad interessi particolari, e loro, da Grillo a Casaleggio, alla Raggi, è proprio ciò che da troppo tempo stanno facendo, approfittando della delicatezza e dell'essere indifesa, della buona politica. Così la democrazia viene messa in balia della cattiva stampa e di chi è dietro quella stampa ed ha lo scopo di indebolirla per poterla ricattare.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Ven 15 Lug 2016, 12:05

La notizia:

15/07/2016 13:04
Pm:Scopelliti e Fuda eletti voti cosche

 Secondo i pm della Dda di Reggio Cala- 
 bria che hanno scoperto una cupola del-
 la 'ndrangheta legata alla politica,nel
 2002 Giuseppe Scopelliti e Pietro Fuda 
 furono eletti,rispettivamente sindaco e
 presidente della provincia di Reggio,  
 grazie ai voti delle cosche.           

 Gli inquirenti sottolineano il "ruolo  
 determinante svolto per le due elezioni
 dagli avvocati Paolo Romeo e Giorgio De
 Stefano", soggetti di primo piano della
 struttura direttiva occulta che sovrin-
 tendeva ai vertici dell'organizzazione 
 criminale reggina. 
Chi è Pietro Fuda

https://it.wikipedia.org/wiki/Pietro_Fuda

e chi è Pietro Scopelliti

https://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Scopelliti

Purtroppo, certi personaggi agiscono con destrezza, ed è difficile inquadrarli prima che affiori qualche dubbio o che si trovino riscontri, grazie all'azione investigativa di magistrati, polizia e carabinieri. Ma una volta raggiunta qualche ragionevole prova che sia più forte di un sospetto, è bene che la democrazia faccia il vuoto intorno a loro. E' ammissibile che uno sia di sinistra, di centro, di destra, ciò che è pericoloso ed inaccettabile è che si faccia parte di qualche cupola economica o criminale, che falsi le regole della democrazia e che metta in pericolo la giustizia e le libertà. Sempre, la mafia e assimilate, e certa finanza speculativa (Lor Signori) operano come nemici della società democratica, forzando i meccanismi del consenso, con la propaganda e le pressioni fatte in vario modo e a vario titolo.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Lun 18 Lug 2016, 16:15

18/07/2016 17:30
Mafia Capitale,assolto Maurizio Venafro

 E' stato assolto dall'accusa di turba- 
 tiva d'asta, "perchè il fatto non sus- 
 siste", Maurizio Venafro, ex capo di   
 gabinetto del presidente della Regione 
 Lazio Zingaretti.                      

 Nel procedimento, nato nell'ambito del-
 la inchiesta mafia capitale e legato a 
 presunte irregolarità nell'appalto per 
 l'acquisizione del servizio cup nel    
 2014, era imputato, ed è stato condan- 
 nato a un anno e quattro mesi di reclu-
 sione, Mario Monge, presidente del     
 consorzio della cooperativa Sol.Co.

per ciò che riguarda Mario Monge, occorrerà leggere la sentenza.
Per ora posso solo allegare un link in cui si descrive la persona e le situazioni in cui si possa essere venuto a trovare. Per il resto non so neppure per che partito votasse.

http://www.vita.it/it/article/2015/06/04/mafia-capitale-il-mio-amico-mario-monge/135345/
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mar 19 Lug 2016, 07:06

19/07/2016 08:29
Terzo valico: 'ndrangheta, 40 arresti

 Eseguiti dalla Polizia 40 arresti e    
 perquisizioni di affiliati all'associa-
 zione mafiosa denominata "'ndrangheta  
 delle cosche Raso-Gullace-Albanese e   
 Perrello- Gagliostro", per concorso in 
 associazione mafiosa, corruzione, inte-
 stazione fittizia di beni e società.   

 L'inchiesta ha appurato che le cosche  
 avevano messo le mani sui sub-appalti  
 per realizzazione dell'Alta velocità,  
 "Terzo Valico" e avevano contatti con  
 politici locali e nazionali,tra cui il 
 senatore di Gal, Antonio Caridi, sul   
 quale pende una richiesta di arresto.

Il problema non è la politica ma la società civile, piena di criminalità organizzata. Qualche politico ne diviene lo strumento solo perché loro sono in grado di farlo eleggere. Cioè, è il loro rappresentante, un criminale come loro che niente ha a che vedere con la politica che ha per scopo il bene comune. Le istituzioni hanno gli strumenti per cacciare dalle assemblee elettive i cattivi politici corrotti. Una società sana non ha politici corrotti. Solo una società malata crea politici corrotti. Spetta alla magistratura e non alla politica o alla gente, di liquidare i politici corrotti, che non si sa che lo siano sino a quando non emergano personali responsabilità, come è pure per ogni altro cittadino. Le battaglie politiche devono essere combattute con altri mezzi, riguardo alle forme di governo o alle idee che si vogliono mettere in campo per la società, nei riguardi della forma di governo, della democrazia o della dittatura, dello sviluppo della giustizia, di come amministrare il bene comune, per i rapporti con gli altri stati. E invece se ne fa di tutta l'erba un fascio, finendo nell'antipolitica con la sua variante del populismo che i Turchia è anche affetto dal dogmatismo religioso. Occorre imparare a capirle certe cose, a distinguere tra la politica ed i suoi comportamenti e quelli della società incivile che tende di sfuggire alle regole con ogni mezzo. Solo così si potrà fare buona politica e si potranno migliorare anche le leve della politica.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mar 19 Lug 2016, 07:38

19/07/2016 09:26
Frosinone, traffico droga: 36 arresti

 La Squadra mobile di Frosinone e la    
 compagnia Carabinieri di Frosinone han-
 no eseguito 36 arresti (29 in carcere e
 7 ai domiciliari) nel corso di una va- 
 sta operazione antidroga. Nel mirino   
 un'organizzazione ritenuta egemone nel 
 traffico degli stupefacenti a Frosinone
 e provincia.                           

 L'operazione ha visto impegnata una    
 forza di 300 persone, tra poliziotti e 
 militari, con l'ausilio di due elicot- 
 teri e di unità cinofile specializzate 
 nella ricerca di droga, armi e esplo-  
 sivi. 

Per chi votano questi trentasei? Che politico mai possono volere. Ce ne sono a milioni di questi,e poi si pretende che i loro rappresentanti siano gente per bene. 

La questione morale riguarda tutti!
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Mer 20 Lug 2016, 06:46

20/07/2016 08:10
Messina, traffico droga: 21 arrestati

 I Carabinieri di Messina stanno ese-   
 guendo nel Messinese e nel Siracusano  
 un'ordinanza di custodia cautelare in  
 carcere nei confronti di 21 componenti 
 di un'organizzazione di narcotraffican-
 ti, che aveva monopolizzato il mercato 
 degli stupefacenti su gran parte del   
 litorale tirrenico messinese.          

 La canapa, prodotta sulle montagne dei 
 Nebrodi sotto l'egida delle famiglie   
 mafiose di Tortorici, veniva smerciata 
 nelle principali piazze di spaccio del-
 la costa. L'organizzazione aveva base a
 Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto(ME)

In Italia c'è troppa gente che parla di politica dicendo cosa deve fare questo partito o quello, quel politico o quell'altro e quando va a votare pensa di poter eleggere chi gli garantisca i propri affari. Perché non dovrebbero farlo anche loro!
Abbiamo un'alta concezione della "Società civile", nella realtà è formata anche da pezzenti e delinquenti che pretendono di insegnarci come si vive e come si vota.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Gio 21 Lug 2016, 21:40

21/07/2016 22:59
Banca Etruria, Csm archivia caso Rossi

 Il Csm ha approvato con 11 voti a fa-  
 vore, 9 astenuti e un contrario la pro-
 posta di archiviazione del procedimento
 relativo al procuratore di Arezzo, Ros-
 si, titolare dell'inchiesta su Banca   
 Etruria e destinatario di un incarico  
 di consulenza per Palazzo Chigi.       

 Sotto esame i rapporti con il ministro 
 Boschi."Non ci sono elementi per soste-
 re una relazione di conoscenza" tra i  
 due "tale da mettere in discussione    
 l'imparzialità e l'indipendenza del ma-
 gistrato". scrive il Csm, che ha invia-
 to gli (atti) al Pg della Cassazione.

Qualche disonesto ha dubitato dell'onesta di Rossi ed è stato sconfessato.
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da einrix il Sab 30 Lug 2016, 17:38

Ritengo che Massoneria e Mafia pongano in qualche misura, il problema della questione morale.

La migliore sintesi di un articolo confuso che ho trovato sulla Stampa, è questa:


La presidente Bindi ha spiegato a Trapani il perché di queste convocazioni, «intendiamo sapere se siano a conoscenza di logge segrete nel trapanese, della cui esistenza abbiamo appreso dai magistrati e sopratutto come intendano comportarsi». 

L'articolo:
http://www.lastampa.it/2016/07/30/italia/politica/crocetta-e-i-gran-maestri-della-massoneria-convocati-in-commissione-nazionale-antimafia-h8UcFd2XtMDBKYe3x9cKqK/pagina.html

Voi riuscite a capire qualche cosa di più?
avatar
einrix

Messaggi : 8227
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 75
Località : Bergamo e Rimini

Tornare in alto Andare in basso

Re: La questione Morale...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum