AreaForum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

il "Virus" dei Movimenti di protesta, che infiammano il Mondo e l'Europa

Andare in basso

il "Virus" dei Movimenti di protesta, che infiammano il Mondo e l'Europa Empty il "Virus" dei Movimenti di protesta, che infiammano il Mondo e l'Europa

Messaggio Da Guya Ven 21 Giu 2013, 13:45

Dalla Turchia alla Spagna, alla Grecia, alla Romania, al Brasile, ai Paesi Arabi...
Insomma ovunque si formano e si riaccendono piccoli incendi di protesta, un'onda lunga diventata mondiale e fortemente infettiva

Faccio seguito con articoli ed immagini...



"Nuova manifestazione anti-governo a Bucarest"

Bucarest,

Per l'ottavo giorno consecutivo, i romeni sono scesi in piazza oggi a Bucarest per chiedere le dimissioni del governo e del presidente Traian Basescu, ritenuti i primi responsabili della profonda crisi economica e sociale del Paese e del brusco deterioramento delle condizioni di vita della popolazione.

In prima fila nella capitale si sono visti gli insegnanti, che hanno dapprima picchettato il ministero dell'Istruzione, chiedendo a gran voce le dimissioni del ministro Funeriu, dirigendosi poi verso Piazza dell'Università, dove si sono uniti al corteo di protesta che, come avvenuto nei giorni scorsi, ha visto crescere col passare delle ore il numero dei manifestanti. Alle 12 un solo giovane era in piazza a protestare, avvolto nella bandiera blu-giallo-rossa della Romania, nel primo pomeriggio i dimostranti erano alcune centinaia, e il loro numero è cresciuto ulteriormente man mano che la gente concludeva la giornata lavorativa.

Finora la manifestazione si è svolta pacificamente e senza incidenti, ma si teme - come avvenuto ieri e nei giorni precedenti - che gruppi di teppisti e facinorosi, infiltrati regolarmente da bande della tifoseria violenta del calcio della capitale romena, possano entrare in azione nella tarda serata. Gli ultrà del resto, con un comunicato, hanno fatto sapere che alle proteste di oggi ci saranno anche loro.

Ieri circa diecimila persone avevano manifestato pacificamente nel centro di Bucarest scandendo slogan contro il governo e il presidente Basescu. A margine della protesta pacifica tuttavia, in tarda serata, si erano infiltrati gruppi di hooligans, scontratisi con la polizia contro la quale hanno lanciato mattoni e bottiglie. Gli agenti hanno risposto con il lancio di gas lacrimogeni, e una cinquantina di persone sono state arrestate.

Violenti scontri fra dimostranti e polizia si erano registrati a Bucarest lo scorso fine settimana, con decine di feriti e arresti, e notevoli danni materiali al centro della capitale.

"Scendiamo in piazza - ha detto a Mediafax uno degli insegnanti protagonisti della manifestazione odierna - perché vogliamo essere rispettati, e perché vogliamo vivere in uno stato di diritto". Anche per oggi manifestazioni di protesta sono in programma in altre citta' della Romania.

A infiammare la protesta popolare in Romania, uno dei Paesi più poveri dell'Unione europea e che è stata colpita duramente dalla crisi e dalla misure di austerità decise dal governo, erano state le dimissioni del viceministro della sanità Raed Arafat, un medico di origine palestinese, molto popolare e benvoluto nel Paese, per aver creato un nuovo servizio mobile di pronto soccorso (Smurd). Aveva lasciato l'incarico in disaccordo con un progetto di riforma della sanità che prevede un vasto programma di privatizzazioni. Nei giorni scorsi Arafat è stato reintegrato nel governo, ma le proteste contro la dirigenza romena continuano.

il "Virus" dei Movimenti di protesta, che infiammano il Mondo e l'Europa 1010892_186573724841855_184606132_n
Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

il "Virus" dei Movimenti di protesta, che infiammano il Mondo e l'Europa Empty virus o anticorpi?

Messaggio Da Ospite Ven 21 Giu 2013, 15:40

Instillo col mio titolo un dubbio: il filo rosso che lega tutti queste "rivolte", pur nella diversità di collocazione geografica, culturale, economica, dalle minime (referendum di Bologna) alle più grandi (Turchia, Brasile) è che sono reazioni, - partenti da episodi e gruppi apparentemente minori ma coinvolgenti rapidamente grandi numeri e risultanti spesso vittoriose - ad aggressioni alle parti sane della società (diritti fondamentali e beni comuni) da parte della folle corsa della privatizzazione e finanziarizzarzione.

Non sarebbe più giusto allora parlare di anticorpi che cominciano a manifestarsi contro il vero virus che da tempo ci infesta?

E non sarebbe giusto che la sinistra se ne occupasse non solo per una emotiva ed episodica (quando non inesistente) solidarietà?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

il "Virus" dei Movimenti di protesta, che infiammano il Mondo e l'Europa Empty Re: il "Virus" dei Movimenti di protesta, che infiammano il Mondo e l'Europa

Messaggio Da Vanni Sandro Ven 21 Giu 2013, 18:43

E' facile prevedere che questo tipo di proteste accompagneranno il lento declino del capitalismo.
Il loro limite è che non riescono a trasformarsi in movimento e quindi ad incidere nei cambiamenti.

L'abbiamo visto nella "primavera araba".  Dopo la fiammata, il regime abbattuto viene sostituito da un altro regime,

Faccio un parallelo forzato (atro periodo e altro contesto), solo per spiegare cosa voglio dire.

La rivoluzione cubana, quella cinese, quella russa e molte altre che hanno infiammato il secolo scorso, erano strutturate, organizzate, sostenute da un'idea di società diversa, basata su altri valori.
Per questo chi le ha vinte ha preso "il potere" (indipendentemente poi da come l'abbia gestito).

La rivolta tunisina ha cacciato un dittatore, ma chi ha riempito le piazze oggi non è al governo (sono passati da una dittatura di un ladro laico a quella di religiosi islamici).

In Brasile possono riuscire anche a bloccare l'aumento del costo dei mezzi pubblici o bloccare i lavori per i mondiali di calcio, ma la loro qualità della vita resterà quella che è.
Questo perché non è una rivoluzione ma una semplice  rivolta per il pane.

Lo dico con rammarico, sia chiaro. Purtroppo queste "primavere" non segneranno la storia del nostro secolo in quanto non produrranno cambiamenti.
Quello che manca, in questo inesorabile declino di sistema, è un'organizzazione capace di proporre un nuovo ordine mondiale.  Era l'ambizione dell'Internazionale Socialista che, purtroppo, non può svolgere questo ruolo per le evidenti contraddizioni interne.  E' infatti difficile conciliare gli interessi dei diseredati del sud del mondo con quello dei lavoratori occidentali, il cui grado di benessere è direttamente proporzionale alla loro povertà.

Può sembrare un discorso cinico ma è il punto cruciale da cui la sinistra del terzo millennio deve partire.
Vanni Sandro
Vanni Sandro

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 15.04.13
Età : 65
Località : Montopoli in Val d'Arno

Torna in alto Andare in basso

il "Virus" dei Movimenti di protesta, che infiammano il Mondo e l'Europa Empty Re: il "Virus" dei Movimenti di protesta, che infiammano il Mondo e l'Europa

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.