AreaForum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Il flop del M5S

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Andare in basso

Il flop del M5S Empty Il flop del M5S

Messaggio Da cireno Mar 28 Mag 2013, 07:09

Adesso tutti i giornali parlano di flop del M5S. E sbagliano: ma quale flop?

Nelle elezioni amministrative il cittadino guarda ad altro che non alla semplice protesta, il cittadino romano o trevigiano non guarda a cosa ha fatto il governo nazionale, ma a come il sindaco eletto nella tornata precedente ha amministrato la sua città. E se quel sindaco non ha lavorato bene il cittadino elettore cerca un altro candidato capace di dargli qualche garanzia di capacità e di serietà. In questo gioco il candidato grillino non dà nessuna garanzia perché il M5S ha presentato ragazzotti o comunque giovanotti del tutto sconosciuti, quindi anche qui Grillo e Casaleggio hanno sbagliato scelta: ma che vuol dire proporre dei mister nessuno alla poltrona di sindaco? Il M5S non è un partito ideologico ma semplicemente un movimento di protesta contro l’assurdità di certi governi centrali degli ultimi venti anni, come si può pensare che a elezioni amministrative questo movimento avrebbe potuto il pieno di voti? Che fai, metti a fare il sindaco una Lombardi o un Crimi qualunque? Ma siamo seri.
L’unico sindaco che il M5S è riuscito a eleggere, a parte quello di Mira, è stato Pizzarotti. A Parma c’era una situazione speciale, la gente ha scelto quasi alla cieca fidandosi delle promesse grilline in campagna elettorale. Mbè, Pizzarotti cosa ha mantenuto ad oggi di quello che ha promesso? Niente. Cereto va in ufficio, certo si è ridotto lo stipendio, tutto secondo abito del movimento, ma chissenefrega, meglio avere un sindaco che circola in auto blu ma sa fare il sindaco che non un dirigente genere Lombardi o similia.
Il flop del M5S non è un flop, è semplicemente la dimostrazione che la gente ha capito a cosa serve il M5S: a recuperare la protesta di chi altrimenti non andrebbe a votare. Alle prossime elezioni politiche, a meno che Grillo e Casaleggio non continueranno a fare cazzate strategiche, il M5S avrà ancora un buon successo. A meno che……
A meno che questo governo spurio, strano, che non mi piace, sappia cambiare la legge elettorale, eliminare il Senato, eliminare le province, tagliare costi burocratici che allora, ove ci riuscisse, il M5S si sgonfierebbe in modo netto.


Ultima modifica di Guya il Mar 28 Mag 2013, 12:51, modificato 2 volte (Motivo della modifica : inserimento del post che, per ragioni tecniche, non era stato inserito)
cireno
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 120
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Vanni Sandro Mar 28 Mag 2013, 07:51

Io credo che il M5S non abbia un grande futuro proprio perchè, a causa di Grillo, non riuscirà a radicarsi.

Era nato attorno a certi temi, principalmente ambientalisti ed etici (energia pulita, rifiuti zero, parlamento pulito, acqua pubblica, democrazia diretta, ecc...) e, attorno a questi, stava costruendo una rete di giovani che per la prima volta si avvicinavano alla politica.

Una politica diversa da quella tradizionale, ma buona politica.
I temi che questo movimento riusciva a sollevare provocavano un dibattito trasversale nei partiti storici che si trovavano così costretti a confrontarsi con il nuovo.

Poi Grillo si è trasformato da sponsor in padre padrone e ha snaturato l'anima del movimento, trasformandolo in qualcosa di diverso. La buona politica è sparita dalla sua agenda politica e sostituita dall'antipolitica viscerale, dai vaffanculo, dal "sono tutti uguali", "arrendetevi", "tutti a casa", ecc...

Con il peggior populismo e parlando alla pancia della gente, giustamente schifata dallo spettacolo offerto dalla politica, ha raccolto facili consensi.
Ma il cambiamento deve essere governato, come governati devono essere il Paese e i territori.
Nessun modello sociale può vivere senza politica e solo la buona politica può sconfiggere quella cattiva.

Dopo la protesta servono la proposta, soprattutto, il cambiamento.
Grillo, per come ha impostato il M5S, non è in grado di proporli, anche perchè è un conservatore.
La sua concezione padronale del movimento, nato sull'utopia della democrazia diretta", l'ha completamente snaturato uccidendolo nella culla.
Difficilmente i militanti della prima ora potranno recuperare il rapporto con il territorio e i movimenti, proprio perchè sono stati delegittimati da Grillo che li ha trasformati in soldatini supini ai suoi ordini.

Il M5S non ha più niente del suo spirito originario e assomiglia sempre più ad una setta di adepti fanatici e fedeli al capo.
Per questo, dal mio punto di vista, il M5S non ha un futuro. Purtroppo e per fortuna.
Vanni Sandro
Vanni Sandro

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 15.04.13
Età : 65
Località : Montopoli in Val d'Arno

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Osservatore Mar 28 Mag 2013, 07:58

Il M5S ha perso la sua grande occasione, forse per eccessiva prudenza, forse perchè ritenendosi un movimento di puristi, ha voluto mantenere intatta l'immagine, invece di rischiare il compromesso con Bersani sui contenuti. Questo atteggiamento ha irritato molti iscritti e simpatizzanti, che hanno visto persa un'irrecuperabile occasione di cambiamento, magari anche solo parziale. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti e il vergognoso inciucio PD-PDL, vede proprio in Grillo il principale, per quanto indiretto, fautore.
Osservatore
Osservatore

Messaggi : 155
Data d'iscrizione : 01.05.13

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Shaka_Zulu Mar 28 Mag 2013, 11:14

Si sta rivelando la pochezza dei capataz grillanti.
Crimi che dice di non avere seguito i risultati "perchè impegnato in cose importanti", patetiche interpretazioni dei risultati proprio come quei partiti che dicono di combattere, invit ai loro parlamentari a non rilasciare dichiarazioni.

Stanno facendo una figura peggiore dei risultati che hanno fatto.
Shaka_Zulu
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 64

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Guya Mar 28 Mag 2013, 11:36

trovo più che condivisibile questo post preso dal blog di Grillo in risposta al suo editoriale"Vi capisco"

A me sembra pretestuosa quest'analisi politica. Invece di fare una vera analisi su questa disfatta voluta, inveisci contro pensionati e stipendiati. Cosa vuoi dire? Che siamo parassiti sociali? Stavalta stai sbagliando di grosso, perchè fra queste persone che dovresti difenderendere alla pari di chi si suicida e di chi non arriva più a fine mese fra cui tanti impiegati statali e pensionati minimi, alzi la scure contro chi ti vota. O sei masochista o non hai capito ancora niente. E mi dispiace che fra i tanti c'è gente che sostiene te ed il movimento stesso, con piacere ed energie. Fai una bella analisi politica, comincia ad ascoltare veramente le istanze ed i lavori che la base produce e principalmente cerchiamo di scegliere gente più competente da candidare. Marco Travaglio ha ragione. Per non aver fatto anche un "accordo tecnico" e con molte riserve col PD ora l'elettorato ci si è voltato contro. Mi auguro ne faccia tesoro dei suoi consigli. E' quello che abbiamo pensato tutti..... E da tempo. Hai sperato che nascesse il grande inciucio PD + PDL e così hai sancito la sconfitta elettorale, una sconfitta voluta. Cerca di riflettere e cerca di ascoltare veramente la base. E' tempo di bilanci. Sono deluso.

Giuseppe Li Vigni, Palermo Commentatore certificato 28.05.13 13:23|

Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da freg53 Mar 28 Mag 2013, 11:47

la prossima botta l'avranno in Sicilia.L'altra sera in piazza Manganelli ad ascoltare la candidata stellata e il capogruppo alla regione c'erano venticinque persone.
freg53
freg53

Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 12.04.13
Età : 72
Località : acireale

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Montalbano Mar 28 Mag 2013, 11:52

freg53 ha scritto:la prossima botta l'avranno in Sicilia.L'altra sera in piazza Manganelli ad ascoltare la candidata stellata e il capogruppo alla regione c'erano venticinque persone.
Sì, queste sono cose che dicono molto in effetti. A Roma a vedere Ari Magno e Marino non c'era quasi nessuno, mentre per Grillo Piazza del Popolo era abbastanza piena, poi abbiamo visto i risultati...

Montalbano

Messaggi : 1137
Data d'iscrizione : 30.04.13

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Vanni Sandro Mar 28 Mag 2013, 12:21

Ecco le classi sociali che, secondo il milionario Grillo, si confrontano in Italia.
Naturalmente le prime vivono succhiando il sangue delle seconde:

«Esistono due Italie, la prima, che chiameremo Italia A, è composta da
chi vive di politica, 500.000 persone, da chi ha la sicurezza di uno
stipendio pubblico, 4 milioni di persone, dai pensionati, 19 milioni di
persone (da cui vanno dedotte le pensioni minime che sono una vergogna).
La seconda, Italia B, di lavoratori autonomi, cassintegrati, precari,
piccole e media imprese, studenti».

Vedi articolo de l'Unità Non linko il blog perchè non mi va di finanziare quel buffone.

da leggere con attenzione, perchè testimonia quanto di sinistra ci sia nel suo pensiero.
Vanni Sandro
Vanni Sandro

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 15.04.13
Età : 65
Località : Montopoli in Val d'Arno

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Guya Mar 28 Mag 2013, 12:29


ecco il testo copiato direttamente dal blog




Non è corretto attribuire il (mancato) voto di ieri al M5S ai pennivendoli che da dopo le elezioni politiche diffamano h24 il M5S sui giornali e su tutte le reti televisive, notoriamente di proprietà dei partiti. Non è giusto. Il risultato delle elezioni comunali non è stato frutto di cittadini disinformati. Al contrario, il voto, in quanto comunale, vicino alla realtà quotidiana, è stato dato in piena coscienza. Non si tratta di italiani che hanno sbagliato per consuetudine o per dabbenaggine, ma di persone pienamente responsabili della loro scelta. Non diamo la colpa ai giornalisti o ai talk show, per favore. Possono aver inciso, ma non più di tanto. Il 50% o poco meno non ha votato. Il rimanente è andato alle coalizioni di Pdl e pdmenoelle e in parte al M5S. Capisco chi ha votato, convinto, per il condannato in secondo grado per evasione fiscale e chi ha dato la sua preferenza ai responsabili del disastro dell'ILVA, del Monte Paschi che hanno come testimonial il prescritto Penati. Capisco chi ha mantenuto la barra dritta e premiato i partiti che succhiano i finanziamenti pubblici e non chi li ha restituiti allo Stato. Vi capisco. Il vostro voto è stato pesato, meditato. Esistono due Italie, la prima, che chiameremo Italia A, è composta da chi vive di politica, 500.000 persone, da chi ha la sicurezza di uno stipendio pubblico, 4 milioni di persone, dai pensionati, 19 milioni di persone (da cui vanno dedotte le pensioni minime che sono una vergogna). La seconda, Italia B, di lavoratori autonomi, cassintegrati, precari, piccole e media imprese, studenti. La prima è interessata giustamente allo status quo. Si vota per sé stessi e poi per il Paese. Nella nostra bandiera c'è scritto "Teniamo famiglia". In questi mesi non ho sentito casi di funzionari pubblici, pluripensionati o dirigenti di partecipate che si siano suicidati. Invece, giornalmente, sfrattati, imprenditori falliti, disoccupati si danno fuoco, si buttano dalla finestra o si impiccano. Queste due Italie sono legate tra loro come gemelli siamesi, come la sabbia di una clessidra. L'Italia A non può vivere senza il contributo fiscale dell'Italia B, ma quest'ultima sta morendo, ogni minuto un'impresa ci lascia per sempre. Vi capisco comunque, la pensione, in particolare se doppia o superiore ai 5.000 euro, è davvero importante. Lo stipendio vi fa sopravvivere, che sia pubblico o politico non ha importanza. Il M5S ha commesso errori, chissà quanti, ma è stato l'unico a restituire, nella Storia della Repubblica, 42 milioni di euro allo Stato, a tagliare lo stipendio dei parlamentari e a destinare i tre quarti di quello dei consiglieri regionali siciliani alla microimpresa. L'Autunno Freddo è vicino e forse, per allora, l'Italia A capirà che votando chi li rassicura, ma in realtà ha distrutto il Paese, si sta condannando a una via senza ritorno. Vi capisco, avete fatto bene.
Ps: Ringrazio tutti coloro che hanno "rischiato" dando il loro voto al M5S che avrà a seguito di queste elezioni dove si presenta in 199 comuni, in quasi tutti per la prima volta, circa 3/400 nuovi consiglieri, raddoppiando quelli attuali.
Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da cireno Mar 28 Mag 2013, 12:47

Non capisco come mai ho scritto un testo di apertura del thread e non è stato accolto dal forum (che stamane funzionava molto, molto lentamente). L'ho salvato, e quindi lo riporto qua.

Il flop del M5S

Adesso tutti i giornali parlano di flop del M5S. E sbagliano: ma quale flop?
Nelle elezioni amministrative il cittadino guarda ad altro che non alla semplice protesta, il cittadino romano o trevigiano non guarda a cosa ha fatto il governo nazionale, ma a come il sindaco eletto nella tornata precedente ha amministrato la sua città. E se quel sindaco non ha lavorato bene il cittadino elettore cerca un altro candidato capace di dargli qualche garanzia di capacità e di serietà. In questo gioco il candidato grillino non dà nessuna garanzia perché il M5S ha presentato ragazzotti o comunque giovanotti del tutto sconosciuti, quindi anche qui Grillo e Casaleggio hanno sbagliato scelta: ma che vuol dire proporre dei mister nessuno alla poltrona di sindaco? Il M5S non è un partito ideologico ma semplicemente un movimento di protesta contro l’assurdità di certi governi centrali degli ultimi venti anni, come si può pensare che a elezioni amministrative questo movimento avrebbe potuto fare ancora il pieno di voti? Che fai, metti a fare il sindaco una Lombardi o un Crimi qualunque e poi pretendi che ti votino? Ma siamo seri.

L’unico sindaco che il M5S è riuscito a eleggere, a parte quello di Mira, è stato Pizzarotti. A Parma c’era una situazione speciale, la gente ha scelto quasi alla cieca fidandosi delle promesse grilline in campagna elettorale. Mbè, Pizzarotti cosa ha mantenuto ad oggi di quello che ha promesso? Niente. Cereto va in ufficio, certo si è ridotto lo stipendio, tutto secondo abito del movimento, ma chissenefrega, meglio avere un sindaco che circola in auto blu ma sa fare il sindaco che non un dirigente genere Lombardi o similia.
Il flop del M5S non è un flop, è semplicemente la dimostrazione che la gente ha capito a cosa serve il M5S: a recuperare la protesta di chi altrimenti non andrebbe a votare. Alle prossime elezioni politiche, a meno che Grillo e Casaleggio non continueranno a fare cazzate strategiche, il M5S avrà ancora un buon successo. A meno che……
A meno che questo governo spurio, strano, che non mi piace, sappia cambiare la legge elettorale, eliminare il Senato, eliminare le province, tagliare costi burocratici che allora, ove ci riuscisse, il M5S si sgonfierebbe in modo netto.


Ultima modifica di cireno il Mar 28 Mag 2013, 12:52, modificato 1 volta
cireno
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 120
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Guya Mar 28 Mag 2013, 12:50

cireno ha scritto:Non capisco come mai ho scritto un testo di apertura del thread e non è stato accolto dal forum (che stamane funzionava molto, molto lentamente). L'ho salvato, e quindi lo riporto qua.



Lo riporto sul post iniziale Il flop del M5S 780668378
Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da einrix Mar 28 Mag 2013, 20:19

Qui, da San Vito Lo Capo, me ne sbatto un po del Flop di Grillo. Come se Grillo fosse un flop solo quando perde. Da qui, mi sembra un flop anche quando vince, basta vedere quei poveri parlamentari eletti a furor di popolo e rinchiusi alla Camera ed al Senato, come fossero carcerai del M5S, che abbiano paura di essere cacciati, e poi non saprebbero dove andare, disoccupati, a sbattere la testa. Se Berlusconi è un Peron in tacchetti, lui è un altro PaPeron con la barba, altro che partito, a loro basta un palco ed è fatta. E' che dopo aver scalato il Colosseo, e attraversato lo Stretto, uno finisce il repertorio, e la gente è estremamente esigente, tanto che al primo qui pro quo, rischia un Vaffa day tutto suo.
Caro Cieno, una di queste sere andrò a cena al Pocho e penserò a te e a tutti voi che dibattete della politica di Grillo, come se fosse il sesso degli angeli, pur sapendo che in fondo gli angeli, secondo le ultime informazioni della scienza, sono asessuati.

Un saluto dalla Sicilia.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da afam Mar 28 Mag 2013, 20:24

einrix ha scritto:Qui, da San Vito Lo Capo, me ne sbatto un po del Flop di Grillo. Come se Grillo fosse un flop solo quando perde. Da qui, mi sembra un flop anche quando vince, basta vedere quei poveri parlamentari eletti a furor di popolo e rinchiusi alla Camera ed al Senato, come fossero carcerai del M5S, che abbiano paura di essere cacciati, e poi non saprebbero dove andare, disoccupati, a sbattere la testa. Se Berlusconi è un Peron in tacchetti, lui è un altro PaPeron con la barba, altro che partito, a loro basta un palco ed è fatta. E' che dopo aver scalato il Colosseo, e attraversato lo Stretto, uno finisce il repertorio, e la gente è estremamente esigente, tanto che al primo qui pro quo, rischia un Vaffa day tutto suo.
Caro Cieno, una di queste sere andrò a cena al Pocho e penserò a te e a tutti voi che dibattete della politica di Grillo, come se fosse il sesso degli angeli, pur sapendo che in fondo gli angeli, secondo le ultime informazioni della scienza, sono asessuati.

Un saluto dalla Sicilia.


Ah! Sei in Sicilia? Un caro saluto.Il flop del M5S 780668378
afam
afam

Messaggi : 262
Data d'iscrizione : 17.04.13
Età : 87
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da cireno Mar 28 Mag 2013, 20:35

einrix ha scritto:Qui, da San Vito Lo Capo, me ne sbatto un po del Flop di Grillo. Come se Grillo fosse un flop solo quando perde. Da qui, mi sembra un flop anche quando vince, basta vedere quei poveri parlamentari eletti a furor di popolo e rinchiusi alla Camera ed al Senato, come fossero carcerai del M5S, che abbiano paura di essere cacciati, e poi non saprebbero dove andare, disoccupati, a sbattere la testa. Se Berlusconi è un Peron in tacchetti, lui è un altro PaPeron con la barba, altro che partito, a loro basta un palco ed è fatta. E' che dopo aver scalato il Colosseo, e attraversato lo Stretto, uno finisce il repertorio, e la gente è estremamente esigente, tanto che al primo qui pro quo, rischia un Vaffa day tutto suo.
Caro Cieno, una di queste sere andrò a cena al Pocho e penserò a te e a tutti voi che dibattete della politica di Grillo, come se fosse il sesso degli angeli, pur sapendo che in fondo gli angeli, secondo le ultime informazioni della scienza, sono asessuati.

Un saluto dalla Sicilia.

ehi, quando vai al POcho salutami tanto la professoressa proprietaria, digli che la salutano quel signore milanese alto e con i capelli bianchi, lui e la sua bionda moglie, che sono stati suoi ospiti due anni fa per una dozzina di giorni. Vai a cena in quel posto, goditi quel che passa la strepitosa cucina, e l'aria che sale dal mare la sotto. E se cvi riesci vai prima del tramonto e guardalo, il tramonto sul mare: uno spettacolo. E comunque dille che in agosto sarò ancora in Sicilia e andrò a trovarla.
cireno
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 120
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Shaka_Zulu Mer 29 Mag 2013, 05:08

einrix ha scritto:.................... quei poveri parlamentari eletti a furor di popolo e rinchiusi alla Camera ed al Senato, come fossero carcerai del M5S, che abbiano paura di essere cacciati, e poi non saprebbero dove andare, disoccupati, a sbattere la testa.

Purtroppo sono dei pecoroni da 15.000 €/mese pagati anche con i soldi dei pensionati al minimo e di lavoratori con contratti bloccati da 5 anni senza che lor si siano posti minimamente il problema.

Arroganti senza spina dorsale che vogliono far credere che basterà tagliare stipendi e finanziamenti ai politici per risolvere simili situazioni.
Shaka_Zulu
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 64

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Vargas Mer 29 Mag 2013, 07:54

A mio avviso il discorso è molto ampio e coinvolge una certa concezione etica sottostante all'antipolitica. Quest'ultima, come si articola oggi in Italia attraverso movimenti come quello grillino e organi d'informazione come il Fatto Quotidiano, prende le mosse da una lettura aristocratica della società, ovvero da una sostanziale sfiducia nell'intelligenza altrui. L'altro è invariabilmente colui che non ha capito e che non capisce, rimbambito dalla televisione e dai giornali, incapace d'intendere, di volere e di difendere i propri interessi. I nostri, ovvero coloro che sanno, debbono farsi carico anche degli interessi altrui. Corollario inevitabile di questa concezione è che l'eventuale insuccesso è sempre colpa degli altri, mai nostra: c'è sempre un complotto del sistema che si chiude a riccio, o nel migliore dei casi un'impreparazione dell'elettorato. Io appartengo invece alla schiera di coloro che hanno fiducia nel prossimo, che nonostante tutto, nonostante la crisi innegabile del sistema culturale e didattico del paese, credono ancora che ogni testa valga davvero uguale, appartenga al professor Eco o al calzolaio dell'angolo (quando all'angolo ancora c'è un calzolaio), al ricercatore del CERN o alla massaia di Macerata. Sta a chi fa politica trovare i linguaggi giusti per coinvolgere, e soprattutto, poi, fare qualcosa. Per questo credo poco agli improvvisatori.
Vargas
Vargas

Messaggi : 526
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 55

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty E Grillo cerca di medicare la ferita

Messaggio Da cireno Mer 29 Mag 2013, 18:20

Non ci si poteva aspettare altro, da Grillo. Oggi è andato all'assalto dei suoi errori giudicando errore quelli che hanno pensato votandolo che il M5S fosse un movimento di sinistra. Mancava che lo urlasse "noi non siamo di sinistra" così avrebbe fatto chiarezza anche nella testa di chi lo ha creduto un signore, miliardario, di sinistra. Noi non voteremo mai il PDL-ha detto- ai ballottaggi ma ancor meno voteremo il PD. E ancora "chi ci ha votato pensando che noi avremmo potuto fare un accordo con questi partiti ha sbagliato a votarci". E ancora "se ci sono nostri parlamentari che pensano che si possano fare accordi con questi partiti sono pregati di avviarsi alla porta di uscita".
Insomma Grillo difende i suoi sbagli, e che sbagli. Li difende con i soliti slogan del cazzo "ne rimarrà solo uno", genere film del west.
Arrogante, incapace di ammettere i propri errori, innamorato di se stesso. Grillo sta diventando un elemento pericoloso per il nostro Paese.
cireno
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 120
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da einrix Mer 29 Mag 2013, 18:35

Caro Cireno, sono a tavola al Pocho
La Sig. Si ricorda di te e vi saluta.
Grillo è ultimo nei miei pensieri, poverino!

Vi aspetta
Ciao
Enrico
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Tarzan Mer 29 Mag 2013, 19:13

NE RESTERA' SOLTANTO UNO
di Sower Jr

Vivono nell'ombra, di secolo in secolo, avendo come unico obiettivo il raggiungimento del potere assoluto... e possono morire solo se decapitati. Gli Highlanders, potentissimi guerrieri senza età, sono da sempre impegnati in una guerra fratricida che avrà termine quando ne resterà uno solo. XVI secolo d.C. / Highlands scozzesi: i guerrieri del clan Mac Leod partono per una battaglia contro i loro peggiori rivali. Al ritorno, Connor Mac Leod è ferito a morte, ma non decede. L'evento intimorisce il suo clan che vede in lui un essere demoniaco. Così ripudiato, Connor si rifarà una vita, si sposerà e imparerà a conoscere i suoi veri poteri nonchè il suo acerrimo nemico: il Kurgan. Il tempo trascorre inesorabile per i mortali e Connor assiste inerme alla morte della amata moglie, mentre la sua maledizione lo mantiene giovane e forte. XX secolo / New York: inspiegabili omicidi si susseguono a tutto andare e hanno tutti un particolare in comune: le vittime sono state decapitate. Un collezionista di oggetti antichi, Connor Mac Leod, viene coinvolto in uno di questi e attira l'attenzione di una donna intraprendente appassionata di armi antiche. Le decapitazioni di susseguono senza sosta sino a che restano solo due immortali: Connor e il Kurgan. Lo scontro è inevitabile. NE RESTERA' SOLTANTO UNO.
Tarzan
Tarzan

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 17.04.13
Età : 78
Località : Pesaro - Aosta

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da cireno Mer 29 Mag 2013, 19:51

Tarzan ha scritto:NE RESTERA' SOLTANTO UNO
di Sower Jr

Vivono nell'ombra, di secolo in secolo, avendo come unico obiettivo il raggiungimento del potere assoluto... e possono morire solo se decapitati. Gli Highlanders, potentissimi guerrieri senza età, sono da sempre impegnati in una guerra fratricida che avrà termine quando ne resterà uno solo. XVI secolo d.C. / Highlands scozzesi: i guerrieri del clan Mac Leod partono per una battaglia contro i loro peggiori rivali. Al ritorno, Connor Mac Leod è ferito a morte, ma non decede. L'evento intimorisce il suo clan che vede in lui un essere demoniaco. Così ripudiato, Connor si rifarà una vita, si sposerà e imparerà a conoscere i suoi veri poteri nonchè il suo acerrimo nemico: il Kurgan. Il tempo trascorre inesorabile per i mortali e Connor assiste inerme alla morte della amata moglie, mentre la sua maledizione lo mantiene giovane e forte. XX secolo / New York: inspiegabili omicidi si susseguono a tutto andare e hanno tutti un particolare in comune: le vittime sono state decapitate. Un collezionista di oggetti antichi, Connor Mac Leod, viene coinvolto in uno di questi e attira l'attenzione di una donna intraprendente appassionata di armi antiche. Le decapitazioni di susseguono senza sosta sino a che restano solo due immortali: Connor e il Kurgan. Lo scontro è inevitabile. NE RESTERA' SOLTANTO UNO.

non ci avevo pensato. :scratch: Il flop del M5S 292285641
cireno
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 120
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da einrix Mer 29 Mag 2013, 21:03

È una fortuna che Grillò sia "più" degli italiani che lo votano. Così ci penseranno i suoi stessi elettori a toglie lo di torno. In fondo, basta che dica: ho scherzato e voi ci avete creduto, e puó tornare a fare il comico, mentre i suoi italiani potranno tornare alle proprie crisi esistenziali ed alla continua ricerca dell'uomo della Provvidenza (stavo per scrivere: della Previdenza).
Ma tu pensa se Bersani avesse preso il quattro o cinque per cento in più. Ci sarebbe stato il suo governo ed il paese avrebbe respirato. È invece qui siamo in bilico con la crisi politica da una parte e quella economica, dall'altra.
Per quanto Enrico Letta possa essere bravo e fortunato, avrà sempre una palla di piombo al piede ed un coltello sulla schiena senza contare i grillini e sel sempre pronti alle baricate, con botti di Frascati.
Un saluto dalla Sicilia; fa un po' freddo e tira vento, ma è niente rispetto al clima che c'è al Nord.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da einrix Mer 29 Mag 2013, 21:18

Vargas sotto molti aspetti siamo uguali e sotto altri siamo diversi. La democrazia funziona quando tutte quelle disuguaglianze restano confinate e tro certi limiti. Infatti, basta vedere come la ricchezza di Berlusconi deformi proprio il principio della democrazia. Nel suo caso, per le televisioni, si è parlato di conflitto di interesse, ma è vero sempre quando vi è sproporzione di censo. Il blog di grillo-Casaleggio costa un quarto di milione l'anno. Loro ne sono i padroni e non certo quei peones da cinque ila euro al mese che sono finiti per caso in Parlamento. Anche la democrazia ha i suoi nemici, e sono, o quelli che non la vogliono, o quelli che la subornano con le loro ricchezze. Credere nel prossimo non esimé che la realtà sia questa. Poi, la persona politica che più mi è piaciuta è una cameriera di mezza età che ho sentito parlare, una vita fa, nella sez. Do Porta Saragozza, a Bologna.
einrix
einrix

Messaggi : 10584
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 78
Località : Bergamo e Rimini

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Shaka_Zulu Gio 30 Mag 2013, 09:45

Martedì mi è capitato di leggere a sbafo (da tantissimo tempo non spendo un centesimo per IlFatto) l'editoriale di Travaglio su IlFattoQuotidiano.
Finge di criticare, di consigliare, di analizzar, ma quello che alla fine emerge è che ciò che unisce veramente Grillo e Travaglio è sempre la stessa cosa: l'avversione, quasi l'astio verso il PD.

A tal proposito indico questo articolo de L'Unità

LINK
Shaka_Zulu
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 64

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Vanni Sandro Gio 30 Mag 2013, 09:57

Shaka_Zulu ha scritto:Martedì mi è capitato di leggere a sbafo (da tantissimo tempo non spendo un centesimo per IlFatto) l'editoriale di Travaglio su IlFattoQuotidiano.
Finge di criticare, di consigliare, di analizzar, ma quello che alla fine emerge è che ciò che unisce veramente Grillo e Travaglio è sempre la stessa cosa: l'avversione, quasi l'astio verso il PD.

A tal proposito indico questo articolo de L'Unità

LINK
Travaglio viene dalla scuola montanelliana.
La sua avversità nei confronti di Berlusconi viene dal fatto che calpesta e umilia la sua cultura liberale.
La sua avversità nei confronti del PD e della sinistra in generale è di ordine più generale e profonda, ovvero di cultura politica.
Non è questo che mi scandalizza. Montanelli era di Fucecchio, comune del mio Comprensorio e nella zona tutti lo consideravano un fascista, per storia e per cultura. Il fatto che attaccasse Berlusconi ci faceva piacere, ma non lo trasformava certo in un compagno.
Solo che allora la sinistra sapeva distinguere, mentre oggi fa un po di confusione.

Quello che invece mi scandalizza e mi fa schifo è il trasformismo di Padellaro. Capisco che l'asino mangia la biada che gli dà il padrone, ma mi sarei aspettato più dignità culturale.
Vanni Sandro
Vanni Sandro

Messaggi : 689
Data d'iscrizione : 15.04.13
Età : 65
Località : Montopoli in Val d'Arno

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Shaka_Zulu Gio 30 Mag 2013, 10:18

Vanni Sandro ha scritto:

Quello che invece mi scandalizza e mi fa schifo è il trasformismo di Padellaro. Capisco che l'asino mangia la biada che gli dà il padrone, ma mi sarei aspettato più dignità culturale.

Anch'io non capisco l'appiattimento di Padellaro sul suo vicedirettore.

In ogni caso, se qualcuno si vuole fare quattro risate con le risibili argomentazioni di Travaglio può leggere

QUI
Shaka_Zulu
Shaka_Zulu

Messaggi : 452
Data d'iscrizione : 11.04.13
Età : 64

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Rodotà, avviso a Grillo: «Beppe sbaglia. Non bastano più le sue dichiarazioni»

Messaggio Da Guya Gio 30 Mag 2013, 12:27


«Dare colpa agli elettori è una spiegazione che non spiega»

ROMA - «Non voglio dire che lo prevedevo. Ma non sono affatto sorpreso». Stefano Rodotà è uno dei personaggi politici più amati dal Movimento 5 Stelle, che lo avrebbe voluto al Quirinale. Ora analizza, senza fare sconti, un risultato che è andato ben al di sotto delle aspettative.

Perché non è sorpreso?
«Per due ragioni. La prima è politica: hanno inciso sul voto i conflitti, le difficoltà e le polemiche di queste settimane. La seconda è che avevo detto che la parlamentarizzazione dei 5 Stelle non sarebbe stata indolore. E così è stato».
Il passaggio dalla rete al Palazzo, per intenderci.
«Faccio una battuta: quando si lavora in Parlamento, non è che di fronte a un emendamento in commissione vado a consultare la rete. Serve un cambiamento di passo».

Che non c'è stato.
«La rete da sola non basta. Non è mai bastata. Guardiamo l'ultima campagna elettorale: Grillo è partito dalla rete, poi ha riempito le piazze reali con lo tsunami tour. Ma ha ricevuto anche un'attenzione continua dalla televisione. Se si vuole sostenere che c'è una discontinuità radicale con il passato non è così: anche per Obama è stato lo stesso. Si parte dalla rete, ma poi si va oltre».

Il problema è che forse non sono andati abbastanza oltre.
«Non hanno capito che la rete non funziona nello stesso modo in una realtà locale o su scala nazionale. Puoi lanciare un attacco frontale, ma funziona solo se parli al Paese. In queste elezioni hanno perso i due grandi comunicatori: Grillo e Berlusconi».
Alle Amministrative, poi, contano molto i candidati.
«Sono stato molto colpito dalle dichiarazioni avventate del candidato 5 Stelle di Roma: si è lamentato perché i media non gli avevano dedicato abbastanza attenzione. Ma come? Non era stata teorizzata l'insignificanza dei vecchi media?».

Forse a qualcosa servono ancora.
«Come serve l'insediamento a livello locale. Il candidato sconosciuto della rete si trova in difficoltà rispetto a chi ha una forte presenza territoriale. Non è un caso che il partito che ha tenuto di più in queste elezioni sia stato il Pd, nonostante la forte perdita di voti».

Per Grillo è colpa degli elettori.
«L'ho sentita troppe volte questa frase. Elettori immaturi, che non capiscono. Si dice quando si vuole sfuggire a un'analisi. Ma erano gli stessi elettori che li hanno votati alle Politiche. È una reazione emotiva, una spiegazione che non spiega nulla».

Per i 5 Stelle non sono «padri» un po' ingombranti Grillo e Casaleggio?
«Non voglio fare quello con la matita rossa. Però, certo, non bastano più le loro indicazioni. Un movimento nato dalla rete, che ha svegliato una cultura politica pigra, una volta entrato in Parlamento deve cambiare tutto. E non può dire ai parlamentari: non dovete elaborare strategie».

È proprio quello che ha detto il capogruppo Vito Crimi.
«Le istituzioni fanno brutti scherzi. Penso alle parole di Grillo che contestava l'articolo della Costituzione secondo il quale il parlamentare deve operare senza vincolo di mandato. Ecco, io credo che tutti i parlamentari dovrebbero avere la libertà di esercitare il proprio mandato, anche se non in una logica individualista. Non si può delegare tutto. I parlamentari a 5 Stelle devono avere la libertà di lavorare. In alcuni casi lo stanno già facendo e ho sentito anche interventi di qualità».

Il risultato deludente non è stato causato anche da un eccesso di chiusura e dalla mancanza di interlocuzione con il Pd?
«Posso anche stabilire la linea del "tutti a casa" e "no a tutti", ma poi devo valutare le conseguenze. Si deve avere la capacità di confrontarsi con gli altri in Parlamento. Altrimenti si rischia di alimentare una nuova conventio ad escludendum . E probabilmente c'è anche un problema di inesperienza».

La «verginità» politica è nel dna dei 5 Stelle.
«Non ho mai creduto al valore dell'inesperienza, che rivendicano come verginità dalle compromissioni. Io ci misi molti mesi a imparare. Il Parlamento richiede competenza. So che stanno cercando di rimediare con bravi consulenti».

E ora?
«Ora Grillo e Casaleggio devono rendersi conto che siamo entrati in una fase nuova e che quello che ha determinato il successo non è un ingrediente che può essere replicato all'infinito. Per esempio: alle Europee cosa faranno? Una campagna fortemente antieuropeista, come Berlusconi? Sarebbe un rischio enorme. Cresce enormemente la responsabilità della sinistra».

Che non sta messa bene.
«Capisco il sollievo del Pd per il voto, ma ci sono problemi che non si cancellano con un'interpretazione consolatoria. Il Pd è un pezzo fondamentale della sinistra, ma non è tutta la sinistra. E deve guardare anche alla società. Il referendum di Bologna, per esempio: c'era una maggioranza schiacciante, sulla carta, per il finanziamento alle scuole private. E invece questa maggioranza è stata spazzata via».


30 maggio 2013
http://www.corriere.it/politica/13_maggio_30/rodota-grillo-sbaglia_d8985e46-c8f6-11e2-b696-db4a64575c16.shtml
Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Ospite Gio 30 Mag 2013, 14:41

Grillo risponde, con la sua solita grazia (ormai siamo al delirio)
Grillo su Rodotà: “Miracolato dalla Rete”. Poi attacca Bersani e Vendola
In un post intitolato "i maestrini dalla penna rossa" il leader dei 5 Stelle definisce il costituzionalista "ottuagenario sbrinato di fresco dal mausoleo dove era stato confinato dai suoi". Gli augura "di rifondare la sinistra". Il presidente di Sel diventa "supercazzolaro", l'ex segretario Pd "smacchiatore di Bettola"
di Redazione Il Fatto Quotidiano | 30 maggio 2013
Beppe Grillo non ci sta, anzi tracima. Il richiamo garbato in una intervista al Corriere della Sera di Stefano Rodotà, “dopo la sconfitta deve cambiare”, ha scatenato invece l’ira funesta del leader del Movimento 5 Stelle: “In prima fila persino, con mio sincero stupore, un ottuagenario miracolato dalla Rete, sbrinato di fresco dal mausoleo dove era stato confinato dai suoi a cui auguriamo una grande carriera e di rifondare la sinistra”. Il comico genovese se la prende con colui che aveva candidato al Quirinale, ma anche tra gli altri l’ex segretario del Pd Pierluigi Bersani, con il sindaco di Firenze Matteo Renzi e anche Walter Veltroni. Nel mirino anche Anna Finocchiaro, Nichi Vendola, Pippo Civati. Ecco il post intitolato: “I maestrini della penna rossa”

“Dopo le elezioni comunali parziali che storicamente, come qualsiasi asino sa, sono sempre state diverse come esito e peso rispetto a quelle politiche, c’è un fiorire di maestrini dalla penna rossa. Sono usciti dalle cantine e dai freezer dopo vent’anni di batoste e di vergogne infinite del loro partito, che si chiami pdmenoelle o Sel, non c’è differenza. In prima fila persino, con mio sincero stupore, un ottuagenario miracolato dalla Rete, sbrinato di fresco dal mausoleo dove era stato confinato dai suoi a cui auguriamo una grande carriera e di rifondare la sinistra”. Il costituzionalista ed ex Garante della privacy nell’intervista aveva detto che sui risultati elettorali del M5S: “Hanno inciso sul voto i conflitti, le difficoltà e le polemiche di queste settimane”, ma aveva aggiunto anche “il Parlamento richiede competenza. So che stanno cercando di rimediare con bravi consulenti”.

Nel mirino anche il presidente della Puglia: “E’ tornato in grande spolvero il supercazzolaro che non sa nulla né di Ilva, né degli inceneritori concessi alla Marcecaglia, è come le vecchie di “Bocca di Rosa” ‘Si sa che la gente dà buoni consigli/ se non può più dare cattivo esempio’”. Una frustata anche per Bersani rimproverato proprio per aver neanche ipotizzato un appoggio al costituzionalista votato dagli elettori pentastellati: “C’è poi lo smacchiatore di Bettola in grande forma che spiega, con convinzione, che la colpa del governo delle Larghe Intese è del M5S quando il pdmenoelle ha fatto l’impossibile per fottere prima Marini e poi Prodi e non ha neppure preso in considerazione Rodotà. Belìn, questo ha perso più battaglie del general Cadorna a Caporetto (citazione del canzona “Porta Romana”, ndr) e ci viene venduto da Floris come Wellington (in realtà la battaglia fu vinta da Nelson, ndr) a Trafalgar”.

Grillo poi prende a prestito uno dei personaggi dell’opera di Edmondo De Amicis per bollare i politici che lo criticano: “I maestrini dalla penna rossa sono usciti dal libro Cuore, impersonano però Franti e non Garrone. Mentono agli elettori, fanno inciuci, usano la fionda contro i passerotti e poi nascondono la mano”. Ce ne è anche per il sindaco di Firenze: “Renzie, lo statista gonfiato, imperversa con le sue ricette e le critiche al M5S su tutti i canali televisivi preda di compiacenti cortigiane come la Gruber. Renzie non è più sindaco di Firenze da tempo, è diventato un venditore a tempo pieno di sé stesso. Vende in giro un sindaco mai usato, come nuovo” si legge nel post.

La furia verbale investe anche altri personaggi vecchi e nuovi della politica: “Persino Topo Gigio Veltroni è stato riesumato per discettare delle elezioni, forte della sua esperienza di averle perse tutte, ma proprio tutte. E poi c’è la claque, quella cattiva e quella buona, quella che attacca a testa bassa, la cui esponente è la Finocchiaro che vuole fuorilegge il M5S, accampata in Parlamento da 8 legislature, e quella buona, alla Pippo Civati, che non ha fatto i nomi dei 101 che hanno affossato Prodi, che vive in un partito che succhia da anni centinaia di milioni di finanziamenti pubblici, ma però è tanto buonino. Lo vorresti adottare o, in alternativa, lanciargli un bastone da riporto. Maestrini che vedono la pagliuzza negli occhi del M5S, pagliuzza che spesso non c’è neppure, e non hanno coscienza della trave su cui sono appoggiati”.
l'articolo del Fatto prosegue riportando le prime reazioni e commenti: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/30/grillo-contro-rodota-ottuagenario-miracolato-dalla-rete/610890/

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty E' una merdaccia?

Messaggio Da Tarzan Gio 30 Mag 2013, 16:54

Caccia alla spia, si riuniscono deputati M5S
Grillo contro Rodotà: "Ottuagenario miracolato"
Incontro alla Camera per stanare il 'traditore' che ha svelato informazioni riservate. Lombardi torna alla carica: "Confermo: chi passa mail è una m.". Il leader sul suo blog si scaglia contro i 'maestrini dalla penna rossa' che dopo le comunali hanno criticato il Movimento

http://www.repubblica.it/politica/2013/05/30/news/mail_spia_riunione_a_camera_deputati_m5s-59980605/?ref=HREA-1

Chiedo scusa all'amministrazione. Non ho visto l'altro 3d già aperto.
chiedo di spostarlo su quello già esistente
Tarzan
Tarzan

Messaggi : 222
Data d'iscrizione : 17.04.13
Età : 78
Località : Pesaro - Aosta

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da cireno Gio 30 Mag 2013, 17:01

Deve sempre tenera viva l'attenzione, il Grillo, e allora ricorre a ogni mezzo, l'insulto è uno di quelli.
Mi chiedo chi glielo fa fare, povera anima. Con i soldi che ha potrebbe benissimo andare in qualche mare del Sud a farsi fare aria alle palle. Ma se uno pensa all'altro, a Berlusconi, allora deve scuotere la testa: poveri cristi, costretti dalla loro ambizione a non godersi nemmeno la vita.
cireno
cireno

Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 120
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Guya Gio 30 Mag 2013, 17:37

Tarzan ha scritto:

Chiedo scusa all'amministrazione. Non ho visto l'altro 3d già aperto.
chiedo di spostarlo su quello già esistente

fatto Tarzan Il flop del M5S 780668378
Guya
Guya
La Pasionaria

Messaggi : 2071
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 106
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Il flop del M5S Empty Re: Il flop del M5S

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.